Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

Come investire nel mercato azionario? Guida all'investimento in Borsa

investimento in azioni

Quando si pensa di investire e fare trading, è probabile che si pensi subito a una cosa: le azioni. Ma come e perché si dovrebbe investire in azioni? Imparate i fondamenti dell'investimento in azioni, compresi gli approcci e le competenze di cui avrete bisogno per investire e commerciare con fiducia.

Un'azione è come una piccola parte di una società. È sufficiente possedere un'azione per rivendicare la proprietà e rivendicare una quota del patrimonio e degli utili di quella società. In generale, i titoli costituiscono la base della maggior parte dei portafogli e hanno storicamente superato le altre opzioni di investimento nel lungo periodo. Ci sono molti modi per partecipare al mercato azionario, ma si possono distinguere due approcci fondamentali: "buy and hold" o speculazione a breve termine.

L'approccio "buy and hold" è per gli investitori che si sentono più a proprio agio con un approccio a lungo termine. Conducono ricerche fondamentali sugli utili passati e presenti di un'azienda, esaminano le prospettive del loro settore e leggono i commenti degli esperti sul titolo. L'obiettivo è quello di trovare e investire in azioni di qualità che forniscano un rendimento o un dividendo a lungo termine. L'investitore che acquista e detiene azioni è quindi meno preoccupato per i miglioramenti quotidiani dei prezzi.

Lo speculatore a breve termine, o trader, si concentra maggiormente sulle fluttuazioni intragiornaliere o giornaliere del prezzo di un'azione. Spesso adottano un approccio più tecnico, guardando i grafici e le statistiche che possono fornire indicazioni sulla direzione del titolo. L'obiettivo è quello di comprare basso e vendere alto per ottenere un rapido profitto. Possono anche partecipare alla "vendita allo scoperto" di un'azione, che permette loro di vendere un'azione che in realtà non possiedono. Questa strategia viene utilizzata quando un trader pensa che il prezzo di un'azione stia per scendere, permettendogli di approfittare di un mercato in calo. La vendita allo scoperto di una posizione può comportare un rischio teorico illimitato se il valore del titolo sale sul mercato.

Questi due approcci generali sono solo un campione di base di come le azioni possono essere utilizzate sia come investimento a lungo termine che come strumento speculativo a breve termine. Il modo in cui decidete di investire e di negoziare le azioni dovrebbe dipendere direttamente dai vostri obiettivi e dalla tolleranza al rischio.

Confronto di agenti di borsa

Brokers
Commissioni di intermediazione Azioni Nessuna commissione per un volume massimo mensile di 100.000 euro e poi 0,20%.
Conto demo
La nostra opinioneTrading senza commissioni, ma con una scelta di titoli limitata a 3.289 azioni e 358 ETF.
  XTB
L'investimento comporta un rischio di perdita

Ecco una serie di articoli sugli investimenti nel mercato azionario che vi aiuteranno a capire le basi del trading delle azioni.

Agenti di borsa

Come funzionano i mercati azionari

Tipi di investimenti nel mercato azionario

Valutazione di una società quotata in borsa: indici e indicatori finanziari

Strategie per investire nel mercato azionario

Capire il trading azionario

Il mercato azionario online non è solo per gli investitori istituzionali: milioni di persone comprano e vendono azioni ogni giorno. Questo tutorial spiega come iniziare a fare trading di azioni, comprese le migliori applicazioni e strategie per i principianti. Utilizzate la nostra classifica dei migliori broker azionari per iniziare a investire in borsa oggi stesso.

Nozioni di base sul trading azionario

Il mercato azionario online è diventato uno dei modi più comuni per i privati e le istituzioni di investire il proprio capitale, e i mercati azionari sono una delle pietre miliari del sistema finanziario moderno.

I mercati azionari sono una delle pietre miliari del sistema finanziario moderno. Secondo gli storici, la speculazione in borsa esiste, in una forma o nell'altra, fin dall'antichità. Tuttavia, ha iniziato ad assumere la forma attuale nell'era imperiale del XVII secolo, con la nascita di società per azioni coinvolte nel commercio intercontinentale, come la Compagnia olandese delle Indie orientali.

La Borsa di Londra e altre borse sono nate nei caffè e in altri luoghi di incontro dove i commercianti si riunivano per negoziare azioni e materie prime.

Oggi, queste borse sono tra le istituzioni finanziarie più rispettate e influenti del mondo e il trading azionario è diventato una prassi comune per i comuni lavoratori di tutto il mondo. Un recente sondaggio ha rilevato che un terzo dei britannici investe nei mercati azionari, mentre la cifra è ancora più alta negli Stati Uniti, dove più della metà delle persone compra e vende azioni.

Boom e crisi

Le transazioni di borsa obbediscono alle proprie leggi di gravità: come regola generale, ciò che sale deve prima o poi scendere. Se è vero che i mercati azionari salgono quasi sempre nel lungo periodo, è anche vero che tendono a operare in un ciclo di boom e bust, con una crescita intervallata da crolli e/o periodi di stagnazione.

Il più famoso crollo del mercato azionario di tutti i tempi si è probabilmente verificato nel 1929, ma ci sono molti esempi nel nostro tempo. Il crollo della bolla delle dot-com nel 2000, ad esempio, ha visto il valore dell'indice S&P 500, che comprende le 500 maggiori società statunitensi, crollare di oltre il 50%. Il crollo del mercato azionario del 2007 ha visto il valore dell'indice ridursi del 57%, mentre il panico all'inizio della pandemia di Covid nel 2020 ha portato a un calo del 35%, prima che il mercato si riprendesse raggiungendo nuovi record.

I periodi di prosperità del mercato azionario sono noti come "mercati toro", mentre i periodi di scarsa performance sono noti come "mercati orso". Allo stesso modo, gli investitori ottimisti e pessimisti sono chiamati rispettivamente "tori" e "orsi".

Società private e quotate in borsa

Esistono molte società che sviluppano nuovi prodotti rivoluzionari con il potenziale di generare grandi profitti, ma non è possibile negoziarle tutte.

Una società deve essere quotata in borsa perché la maggior parte dei trader e degli investitori possa acquistare e vendere azioni. Di solito si tratta di un'Offerta Pubblica Iniziale, o IPO, in cui le azioni di una società vengono offerte al pubblico come parte di una nuova emissione di azioni.

Stili di trading azionario

I modi più comuni di investire in azioni sono i seguenti:

  • Day trading - I day trader cercano di sfruttare i movimenti di prezzo che si verificano in pochi secondi, minuti o ore e chiudono tutte le loro posizioni prima della fine della giornata di trading. Questo permette di evitare i costi della notte e di ricominciare il giorno successivo, anche se il breve lasso di tempo può limitare il potenziale profitto. Per questo motivo i day trader utilizzano spesso la leva finanziaria per massimizzare i loro guadagni.
  • Trading a breve termine - La definizione dei diversi intervalli di tempo nel trading azionario è soggettiva: le operazioni a breve termine possono variare da poche ore a pochi giorni. Le operazioni a breve termine si concentrano generalmente sull'analisi tecnica e spesso utilizzano la leva finanziaria.
  • Trading a medio termine - Quando l'orizzonte temporale si allunga, l'analisi fondamentale entra maggiormente in gioco e il rumore casuale del mercato si attenua. I trader di medio termine osservano i grafici di diverse settimane o mesi fa e possono pianificare le operazioni in base agli eventi attuali.
  • Trading a lungo termine - Alcuni investitori pianificano operazioni a lungo termine che possono rimanere aperte per settimane, mesi o addirittura anni. In genere queste operazioni si basano molto di più sull'analisi fondamentale.
  • Investimenti buy-and-hold - Alcuni comprano azioni e titoli come investimento a lungo termine piuttosto che come attività da negoziare per ottenere profitti. Gli investitori "buy-and-hold" scelgono in genere una selezione di azioni e altri asset che ritengono abbiano un elevato potenziale di crescita e aggiungono alla loro posizione nel corso del tempo. Gli investitori "buy-and-hold" possono anche beneficiare del pagamento dei dividendi e accrescere il proprio capitale.

Strumenti di trading azionario

Esistono molti modi per negoziare le azioni, dalla compravendita diretta ai derivati:

  • Acquistare direttamente le azioni - Il modo classico per trarre profitto dai mercati azionari è quello di acquistare e vendere direttamente le azioni delle società. I trader individuali spesso si rivolgono a un intermediario come un broker online.
  • Indici - Invece di investire in una singola società, i trader possono speculare su un gruppo più ampio di società attraverso un indice. Gli indici sono calcolati selezionando un gruppo di società o di attività rappresentative di un mercato o di un settore nel suo complesso. Alcuni degli indici più noti sono il FTSE 100 (UKX), che comprende le maggiori società del Regno Unito, e lo S&P 500 (SPX), che comprende le maggiori società statunitensi. I trader possono utilizzare gli indici come base per i derivati o per i fondi nel trading azionario.
  • CFD - Un derivato popolare per i trader al dettaglio, che consente loro di visualizzare e speculare sui movimenti di prezzo di azioni e altri asset senza acquistarli o venderli direttamente. I CFD possono essere negoziati con leva finanziaria e sono ampiamente disponibili nel Regno Unito.
  • ETF - Gli Exchange Traded Funds consentono ai trader di investire o speculare su una selezione di attività in un unico veicolo. Alcuni ETF seguono indici come il FTSE 100 o lo S&P 500, mentre altri seguono settori specifici investendo nelle società interessate. Le azioni degli ETF possono essere acquistate e vendute direttamente o utilizzate come attività sottostanti per i derivati.
  • Futures - Un contratto derivato è un accordo tra le controparti per la negoziazione di un'attività a un determinato prezzo di esercizio in una data futura concordata. Il profitto o la perdita su questo contratto deriva dalla differenza tra il prezzo di esercizio e il prezzo di mercato alla scadenza del contratto. I contratti futures sono standardizzati e generalmente venduti nelle borse valori.
  • Opzioni - Simili ai contratti futures, ma con la flessibilità aggiuntiva che l'acquirente del contratto acquista il diritto ma non l'obbligo di eseguire la transazione alla data di scadenza. Questo protegge l'acquirente da perdite eccessive, che saranno limitate al premio pagato per il contratto.

Broker di CFD su azioni e indici

Brokers CFD su indiciLeva Spread DAX40Spread Dow Jones
251:20~ 0.8 pips~ 0.8 pips
36 1:20~ 1 pip ~ 2 pips
201:20~ 1 pip~ 2.5 pips
331:20~ 1.5 pip~ 2 pips
141:20~ 1 pip~ 2 pips
381:20~ 2 pips~ 2.4 pips
27 1:20 ~ 0.8 pip ~ 2 pips
Il trading di CFD comporta un significativo rischio di perdita, quindi non è adatto a tutti gli investitori (il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perdono denaro nel trading di CFD).

Esistono altri tipi di prodotti per il trading in borsa:

Azioni frazionate

Di norma, le azioni devono essere negoziate in unità intere, il che non è sempre possibile per i singoli investitori, dato che le azioni di alcune società hanno un valore di migliaia di euro.

La soluzione è rappresentata dalle azioni frazionate, un'innovazione offerta da alcuni broker che consente ai singoli di acquistare frazioni di azioni mettendo in comune il proprio denaro con altri acquirenti. Questa può essere una buona opzione per i principianti che vogliono speculare su azioni di alto valore.

Azioni al centesimo

In generale, è facile trovare luoghi dove acquistare e vendere azioni delle più grandi società blue-chip, ma alcuni trader preferiscono cercare società meno conosciute che hanno più spazio per crescere e tendono a essere più volatili.

Molte di queste azioni sono valutate meno di 5 dollari e sono note come "penny stock". Il trading su questi titoli è altamente speculativo e può essere remunerativo, ma anche molto rischioso.

Acquistare azioni estere

Gli investitori possono acquistare e vendere azioni negoziate su molte borse estere, tra cui le azioni statunitensi sono le più comuni.

Chi desidera acquistare o vendere azioni di società estere deve assicurarsi di essere registrato presso una società di intermediazione che gli consenta di accedere alle borse giuste. Dovrebbero inoltre assicurarsi di comprendere le norme che regolano le transazioni su tale borsa, comprese le leggi fiscali in vigore nel Paese in questione.

Nella maggior parte dei casi, le imposte dovute su queste transazioni saranno applicate automaticamente al momento dell'acquisto e della vendita delle azioni. Tuttavia, potrebbero esserci modi per ridurre l'importo da pagare, quindi vale la pena di fare delle ricerche.

Vendere azioni allo scoperto

Se la vostra analisi vi rende pessimisti sullo stato del mercato, potete sempre scommettere contro un titolo o un indice vendendolo allo scoperto.

La maggior parte dei trader ribassisti assume una posizione corta utilizzando i derivati. Esistono tuttavia delle alternative, come il ProShares Ultra Short QQQ ETF (SQQQ). L'investimento nell'SQQ e in fondi simili funziona come una scommessa con leva finanziaria contro un'azione o un indice - in questo caso, contro l'indice Nasdaq-100.

I nostri esperti condividono una guida dettagliata allo shorting dei titoli azionari.

I titoli dei meme

Una delle grandi storie di successo del trading azionario degli ultimi anni è stata l'ascesa dei "meme", società i cui prezzi delle azioni sono stati spinti a nuove vette dall'interesse online di trader al dettaglio affamati di meme.

Per acquistare i meme, è necessario seguire i gruppi di trader online e scommettere sui loro asset preferiti nella speranza che replichino il successo del primo titolo meme, Gamestop (GME), nel gennaio 2021. L'improvvisa ascesa del titolo è visibile nell'istantanea di TradingView qui sotto.

GME

Strategie di trading azionario

Le strategie di trading sulle azioni sono innumerevoli e gli investitori dovrebbero prendersi il tempo necessario per ricercare quelle che meglio si adattano ai loro obiettivi finanziari, alla loro tolleranza al rischio e al loro stile di investimento.

Detto questo, l'analisi fondamentale e l'analisi tecnica sono elementi chiave della strategia del mercato azionario, e per una buona ragione: sono due dei principali strumenti utilizzati dai trader per analizzare i mercati.

L'analisi fondamentale si basa sulla lettura degli eventi e dei fattori reali che influenzano il prezzo di un'azione o di un altro asset. Può trattarsi di informazioni generali sul mercato o di eventi specifici di un'azienda, come le nuove relazioni sugli utili. L'analisi fondamentale tende a essere più utile su periodi più lunghi.

L'analisi tecnica si riferisce all'analisi dei movimenti di prezzo sui grafici. L'obiettivo dell'analisi tecnica è identificare i modelli che aiutano a prevedere le tendenze e le potenziali inversioni di tendenza nei movimenti dei prezzi delle azioni e di altri asset.

Analisi fondamentale delle azioni

L'analisi fondamentale del mercato azionario riguarda il valore intrinseco di un'azione in relazione alla sua valutazione presente e futura da parte del mercato. Le domande che un trader deve porsi sono:

  1. Qual è l'attuale valore di mercato di un'azione in relazione a una valutazione razionale e obiettiva della performance e delle prospettive della società?
  2. Il prezzo attuale di un'azione è rappresentativo del suo valore reale? In altre parole, un'azione è attualmente sottovalutata, equamente valutata o sopravvalutata sulla base del suo attuale prezzo di mercato?
  3. Il prezzo di un'azione si correggerà per riflettere il suo valore intrinseco?

L'idea di utilizzare l'analisi fondamentale è quindi quella di determinare la relazione tra il prezzo attuale di un'azione e il suo valore intrinseco, stabilire se il prezzo corrisponde a questo valore intrinseco e determinare quando il prezzo si correggerà per corrispondere al valore intrinseco a seconda delle circostanze e delle notizie che circondano l'azione in questione.

I seguenti dati vengono utilizzati dai trader per decidere se vale la pena investire in un'azione o meno.

Rapporti sugli utili

La stagione degli utili è un momento che i mercati prendono sul serio e che i trader e gli investitori attendono con ansia. È il momento in cui vengono pubblicati i rapporti sugli utili. Il rapporto sugli utili non solo dice agli investitori quanto denaro ha guadagnato o perso una società, ma fornisce anche ai trader le seguenti informazioni:

  • Utili per azione
  • Rapporto prezzo/utile (P/E)
  • Reddito netto
  • Vendite nette

Il rapporto prezzo/utili è particolarmente importante per misurare la valutazione di una società. Più basso è il rapporto prezzo/utili di una società, più alta è la sua valutazione potenziale. Un modo pratico per esaminare la valutazione di una società in base al rapporto prezzo/utile è quello di confrontarla con altre società quotate dello stesso settore.

Le relazioni sugli utili vengono pubblicate ogni tre mesi, ossia ogni trimestre. Consentono agli investitori e agli azionisti di valutare la situazione finanziaria delle società in cui hanno investito, ma anche di quelle in cui potrebbero avere interesse a investire. I dati dei risultati non vengono considerati in quanto tali, ma vengono confrontati con quelli precedenti per determinare se c'è stato un miglioramento o un calo della performance finanziaria.

Ad esempio, una società può pubblicare un rapporto in cui dichiara di aver registrato una perdita, ma se la perdita è molto più contenuta rispetto ai trimestri precedenti, gli investitori la interpreteranno come un segno di cambiamento di fortuna e ci sarà domanda per l'azione. D'altro canto, se gli utili dichiarati sono inferiori alle stime, la domanda diminuisce e gli investitori scaricano le azioni di queste società. Le azioni di Google sono scese del 10% nel giorno in cui ha pubblicato un rapporto deludente sul terzo trimestre.

Gli investitori possono quindi decidere, sulla base delle relazioni sugli utili, di uscire da una società, di investire in una società o addirittura di aumentare la loro partecipazione nella società, e questi fattori avranno un impatto sul prezzo delle azioni della società.

Presentazione di un nuovo prodotto

Alcune aziende sono famose per i loro prodotti. Quando si pensa ad Apple, si pensa immediatamente all'iPhone, all'iPad e all'iPod. Nessuno associa Apple ai suoi televisori o ad altri prodotti. L'iPhone e l'iPad sono i prodotti di punta di Apple per la rivoluzione che hanno creato nel mondo. Hanno cambiato il modo di telefonare e di usare Internet. Di conseguenza, ogni volta che viene immessa sul mercato una versione migliorata dell'iPhone o dell'iPad, le vendite salgono alle stelle e gli investitori si affollano di azioni Apple a causa della valutazione percepita dell'azienda nel prossimo futuro.

La storia di Apple illustra chiaramente come l'introduzione di un nuovo prodotto che crea una rivoluzione umana possa cambiare le prospettive finanziarie dell'azienda e, di conseguenza, determinarne il valore percepito dagli investitori.

Fusioni e acquisizioni

Le fusioni e le acquisizioni hanno lo stesso effetto sulla valutazione delle azioni di una società. Se un'azienda in difficoltà viene rilevata da un'azienda molto più potente, le azioni dell'azienda acquisita saranno valutate meglio. D'altro canto, una fusione tra un'azienda forte e una straordinariamente debole può avere un effetto negativo sul valore delle azioni della prima.

Politica governativa

La politica governativa può cambiare radicalmente la percezione delle azioni di un determinato settore e aumentare la valutazione e il valore intrinseco delle società interessate.

Quando la Corte Suprema degli Stati Uniti ha confermato la maggior parte delle disposizioni dell'Affordable Care Act del 2012 (Obamacare), le azioni delle HMO Medicaid come Molina, Amerigroup e Centene hanno subito un'impennata, mentre quelle delle assicurazioni sanitarie sono scese a causa delle aspettative di entrate che la legge avrebbe avuto su entrambi i gruppi di società. Le assicurazioni sanitarie dovrebbero sostenere maggiori costi per la copertura di persone con determinate condizioni preesistenti e competere con le borse assicurative statali per i clienti, il che potrebbe avere un impatto negativo sulle loro finanze.

D'altro canto, le HMO Medicaid potrebbero guadagnare di più aumentando il numero di clienti del sistema. Questo è solo un esempio di come la politica governativa possa modificare la valutazione di un'azienda.

Ci vorrà un po' di pratica per comprendere appieno come utilizzare questi parametri nell'analisi fondamentale. Il trader può esercitarsi guardando gli esempi storici e applicandoli alle situazioni attuali su un conto demo, per padroneggiare appieno la tecnica del trading di azioni utilizzando l'analisi fondamentale.

Analisi tecnica dei titoli azionari

Una volta selezionato un elenco di titoli, è possibile verificare le loro performance passate utilizzando i grafici. La configurazione del grafico dipende dalla durata dell'operazione prevista: un day trader può accontentarsi, ad esempio, di una vista a 1 o 5 giorni. Un trader a lungo termine, invece, può guardare a un orizzonte temporale più lungo: sono comuni le prospettive del mercato azionario a 1 mese, 3 mesi e 6 mesi, così come il grafico year-to-date (YTD). Gli investitori borsistici a lungo termine possono spingersi oltre, esaminando i potenziali investimenti a partire da 5 o 10 anni fa su un grafico azionario. Analizzando i prezzi storici delle azioni, è possibile vedere come il titolo si è comportato nei periodi di espansione e di recessione e può quindi aiutare a prevedere le tendenze future.

Tra le informazioni importanti da ricercare nei grafici azionari vi sono i massimi e i minimi delle 52 settimane, i volumi di scambio nei diversi periodi e la performance del titolo rispetto al mercato più ampio e ai suoi concorrenti nello stesso settore. Su alcuni siti web del mercato azionario si possono trovare informazioni aggiuntive, come le prospettive a sei mesi.

Gli investitori del mercato azionario dovrebbero dedicare del tempo all'apprendimento di alcuni degli strumenti di analisi tecnica disponibili, in quanto sono spesso elementi importanti nello sviluppo di una strategia di trading sul mercato azionario:

  • Medie mobili - Questi indicatori mirano a "smussare" i dati su un grafico calcolando e aggiornando costantemente le medie, che appaiono come una linea sul grafico. I trader spesso combinano diverse medie mobili all'interno di un intervallo; le medie mobili più comuni sono quelle a 15 giorni, 30 giorni, 50 giorni e 200 giorni. Questi indicatori sono utili per determinare le tendenze; i punti in cui due medie mobili si incrociano possono essere utilizzati anche per prevedere le future inversioni di tendenza.
  • Bande di Bollinger - Questo strumento combina le medie mobili e la volatilità per aiutare i trader a leggere i grafici ed eseguire l'analisi tecnica. Le linee di tendenza inferiore, superiore e centrale della Banda di Bollinger sono calcolate utilizzando le medie mobili; lo spazio tra di esse indica il livello attuale di volatilità, con un divario maggiore che indica una volatilità più elevata.
  • Oscillatore stocastico - Viene utilizzato per determinare se un titolo o un'altra attività è attualmente in ipercomprato o in ipervenduto, utilizzando una scala da 0 a 100. Un valore di 80 o più indica che è in ipercomprato, mentre un valore di 20 o meno indica che è in ipervenduto.
  • Volume di trading - Il volume di trading è il numero di azioni o unità di un altro asset che vengono scambiate in un determinato periodo. Si tratta di un'informazione fondamentale che viene utilizzata come componente di molte strategie o come indicatore a sé stante: ad esempio, i trader controllano spesso il volume degli scambi durante un'inversione di tendenza per capire se l'inversione è sostenuta da un gran numero di scambi e rischia di essere mantenuta, oppure se è causata da un numero ridotto di scambi e rischia di essere corretta.

Analisi quantitativa

L'analisi quantitativa è il metodo computazionale utilizzato per prendere decisioni di trading nello stile spesso noto come quant stock trading.

Comporta l'analisi di grandi quantità di dati, di solito utilizzando algoritmi, modelli di trading automatizzati e apprendimento automatico. È spesso utilizzata dai trader professionisti in strategie come il trading ad alta frequenza.

Guida alle vendite allo scoperto

Nei mercati finanziari, la vendita allo scoperto consiste nel prendere in prestito un'attività, ad esempio un'azione, da un broker per venderla a un prezzo elevato, per poi riacquistarla quando i prezzi sono scesi al fine di restituire l'attività al broker e trarre profitto dai differenziali di prezzo.

La vendita allo scoperto viene utilizzata quando si prevede che il prezzo di un'attività scenderà entro un certo periodo di tempo. In genere i trader vendono allo scoperto per trarre profitto dal calo dei prezzi, oppure come strategia di copertura per proteggersi dal calo dei prezzi di attività in cui hanno posizioni lunghe.

Vendita allo scoperto come strategia di copertura

Ad esempio, un trader può essere lungo su un'azione immaginaria, che chiameremo XYS, e decidere di vendere opzioni call XYS. La strategia si applica in modo tale che se il prezzo di XYS è in rialzo e il trader è lungo su questo titolo, e l'opzione put corta è out of the money, il costo della perdita della vendita allo scoperto sarà molto inferiore al risultato dell'operazione lunga sul titolo.

D'altra parte, se il prezzo di XYS scende e mette la posizione lunga in perdita, i guadagni ottenuti dalla vendita allo scoperto saranno molto maggiori della perdita subita dalla posizione lunga su XYS. In questo caso, la vendita allo scoperto di XYS costituisce un'operazione di copertura.

Vendita allo scoperto in un mercato in calo

I trader possono decidere di utilizzare le vendite allo scoperto come strategia per trarre vantaggio dal calo dei prezzi, in particolare quando il calo dei prezzi è un problema sistemico e non limitato a un settore o a un titolo. Per questo motivo, nelle settimane successive al crollo di Bear Stearns e a quello precedente di Lehman Brothers nel 2008 (gli eventi che hanno innescato la crisi finanziaria globale), i trader si sono impegnati in massicce vendite allo scoperto di titoli, in particolare quelli del settore finanziario, perché erano tutti in prevedibile caduta libera.

Tuttavia, c'è una linea sottile da percorrere quando si tratta di negoziare un calo sistemico dei prezzi, perché lascia spazio alla diffusione di voci negative e quando tutti vendono, si altera l'equilibrio dei mercati. Le autorità di regolamentazione interverranno sempre quando ciò accade, e abbiamo assistito a divieti di vendita allo scoperto nuda in vari momenti in cui si è verificata una crisi sistemica. Pertanto, se un trader vuole utilizzare le vendite allo scoperto come strategia di profitto, la soluzione migliore è quella di identificare singoli asset o settori sulla base dell'analisi tecnica e fondamentale, e di vendere allo scoperto questi asset in una prospettiva ribassista.

Condizioni per trarre profitto dalle vendite allo scoperto

La vendita allo scoperto è una strategia estremamente rischiosa. Se conoscete il fallimento di MF Global, una società di servizi finanziari che ha venduto allo scoperto l'euro in previsione di un calo del valore della moneta unica in una scommessa massiccia che è andata terribilmente male, potete immaginare quanto sia rischiosa questa strategia. Un trader può perdere molto denaro in un istante.

Affinché un trader possa trarre profitto dalle vendite allo scoperto, devono essere soddisfatti i seguenti parametri:

  1. Il trader deve essere in grado di individuare un asset da utilizzare per la vendita allo scoperto. A tal fine, deve disporre di un conto di trading che offra un margine sufficiente per le vendite allo scoperto e che autorizzi le vendite allo scoperto.
  2. La liquidità dell'asset deve essere sufficiente per consentire al venditore allo scoperto di trovare acquirenti per l'asset al prezzo di mercato.
  3. Il prezzo dell'attività in questione deve scendere perché la transazione sia redditizia.
  4. Il trader deve essere in grado di riacquistare l'attività a un prezzo inferiore.
  5. L'asset in questione non deve essere soggetto a un divieto di vendita allo scoperto da parte delle autorità di regolamentazione.

Vantaggi delle vendite allo scoperto

La vendita allo scoperto è un ottimo modo per negoziare le previsioni ribassiste su un asset. Molte borse dei mercati emergenti consentono solo l'acquisto di azioni e i trader possono guadagnare solo in caso di rialzo. Il trading su questi mercati può essere frustrante perché le opportunità di guadagno sono limitate. Con le vendite allo scoperto, invece, le opportunità di guadagno, anche su asset in calo, sono illimitate.

Un buon esempio di vendite allo scoperto redditizie è il Quantum Hedge Fund di George Soros, che ha realizzato oltre un miliardo di dollari di profitti vendendo allo scoperto la sterlina nel settembre 1992. Un altro trader che ha guadagnato soldi con lo shorting di un mercato è il medico diventato investitore Michael Burry, che ha guadagnato oltre 600 milioni di dollari con lo shorting di strumenti di credit default swap sul mercato immobiliare subprime statunitense. Economisti come Nouriel "Dr Doom" Roubini hanno regolarmente previsto periodi di crollo dei mercati azionari (ha previsto la bolla immobiliare nel 2005, molto prima che i prezzi iniziassero a crollare), e tali analisi rendono facile ottenere enormi profitti sui mercati in ribasso.

Le vendite allo scoperto sono molto utili anche per la copertura e la protezione dei profitti. Come illustrato in precedenza in questo articolo, la vendita allo scoperto è uno strumento che consente ai trader di compensare le perdite subite sugli asset a causa di posizioni lunghe non redditizie. Molti hedge fund che avevano posizioni lunghe in azioni e mercati azionari hanno utilizzato le vendite allo scoperto per coprire queste posizioni e ne sono usciti relativamente indenni quando le carte sono crollate nel 2008.

Come un trader può guadagnare con le vendite allo scoperto

Un buon obiettivo per una vendita allo scoperto è un asset fortemente ipercomprato i cui fondamentali non sono in linea con i prezzi elevati. Un buon esempio è stato osservato in un mercato emergente dell'Africa, dove il sotto-settore dei birrifici stava vivendo una massiccia impennata dei prezzi. Venivano sollevate domande sullo stato di salute di alcuni dei birrifici i cui prezzi azionari stavano beneficiando di questo boom del settore e un investitore preoccupato decise di visitare uno di questi birrifici. Scoprì erbacce incolte, una fabbrica non funzionante, pochi operai e strutture fatiscenti. Armato di queste informazioni, si è ritirato con discrezione dalle sue posizioni e, in breve tempo, l'informazione è trapelata e il titolo è crollato. Questo tipo di analisi fondamentale viene utilizzata per prendere decisioni consapevoli su quale asset shortare.

Anche gli indicatori tecnici devono essere presi in considerazione. L'asset sta formando un picco o un avvallamento? Esistono diversi modi per identificare i picchi, i ribassi, le continuazioni e le inversioni sui grafici. Questi possono costituire la base di una vendita allo scoperto. Un venditore allo scoperto cercherà di vendere un top di mercato o un pattern di inversione ribassista.

Problemi

Le tendenze di mercato dei trader sono in parte influenzate dalle notizie di mercato, alcune delle quali sono fatti e altre sono voci. Niente provoca il panico sui mercati come le voci negative. Il crollo sistemico dei mercati azionari mondiali nel 2008 è stato in parte alimentato da false voci in seguito al fallimento di Lehman Brothers. Molti trader hanno assunto posizioni corte su determinati asset, poi hanno lanciato voci negative per far scendere il prezzo dell'asset al fine di trarre profitto da questi movimenti. Da quel momento in poi, le vendite allo scoperto sono aumentate e il mercato è crollato ulteriormente.

Si può avere un'idea di come funziona guardando il film Casino Royale, in cui il cattivo del film tenta un attacco terroristico a un nuovo aereo nella speranza di trarre profitto dal crollo delle azioni della compagnia aerea (che non è mai avvenuto grazie a 007).

Questa e altre pratiche non etiche hanno portato alla messa al bando delle vendite allo scoperto da parte di molte autorità di regolamentazione in tutto il mondo. Oggi sono ancora in vigore diversi gradi di restrizione sulle vendite allo scoperto. Se desiderate effettuare vendite allo scoperto, dovete quindi conoscere le regole in vigore nella vostra giurisdizione per non infrangere la legge.

Gestione del rischio

Una buona strategia di mercato azionario deve essere accompagnata da una sana gestione del rischio, per garantire le migliori possibilità di ottenere guadagni regolari e di conservare i profitti.

La gestione del rischio può assumere la forma di precauzioni prese durante il trading, come gli ordini di stop loss e take profit. Si tratta di ordini che chiudono automaticamente una posizione se viene raggiunto un determinato livello di perdita o di profitto. Gli ordini di stop-loss possono essere utilizzati per evitare grosse perdite in caso di eventi imprevisti, mentre gli ordini di take profit possono essere utilizzati per bloccare i profitti di una buona transazione.

La gestione del portafoglio è un altro modo per controllare l'esposizione al rischio nel trading di azioni. Si tratta di fissare un limite alla percentuale dei fondi di trading totali che si è disposti a rischiare in un'operazione - l'1% e il 2% sono cifre comuni.

Una buona strategia di mercato azionario deve essere accompagnata da una solida gestione del rischio per garantire le migliori possibilità di ottenere guadagni regolari e di conservare i profitti.

La gestione del rischio può assumere la forma di precauzioni prese durante il trading, come gli ordini di stop-loss e take-profit. Si tratta di ordini che chiudono automaticamente una posizione se viene raggiunto un determinato livello di perdita o di profitto. Gli ordini di stop-loss possono essere utilizzati per evitare grosse perdite in caso di eventi imprevisti, mentre gli ordini di take-profit possono essere utilizzati per bloccare i profitti di una buona transazione.

La gestione del portafoglio è un altro modo per controllare l'esposizione al rischio nel trading di azioni. Si può stabilire un limite alla percentuale dei fondi totali che si è disposti a rischiare in un'operazione: l'1% e il 2% sono cifre comuni.

Scegliere un agente di borsa

Uno dei passi più importanti per chi inizia a negoziare azioni è la scelta di un broker. Questa scelta avrà un impatto diretto su tutto, dalla vostra esperienza di trading online alle commissioni che pagherete, quindi vale la pena di fare shopping per trovare l'opzione migliore.

Si noti che i broker con sede in Europa hanno regole diverse rispetto a quelli delle piattaforme supervisionate dalle autorità di regolamentazione estere. Ad esempio, la leva finanziaria offerta da alcuni broker stranieri è molto più alta di quella delle loro controparti europee.

Altri fattori da considerare sono i seguenti:

  • Attività e mercati disponibili - È possibile negoziare azioni britanniche, statunitensi, europee, asiatiche e australiane?
  • Strumenti di intermediazione - È possibile acquistare direttamente le azioni o speculare sui movimenti dei prezzi utilizzando strumenti derivati come i CFD?
  • Piattaforma di trading - La società offre una piattaforma affidabile e stabile e un'applicazione mobile, come MT4 o MT5?
  • Commissioni - Quali sono le commissioni di intermediazione, comprese le commissioni overnight per i derivati?
  • Metodi di pagamento - È possibile depositare e prelevare fondi in euro gratuitamente e utilizzando i metodi di pagamento più comuni?
  • Strumenti e altre risorse - Il broker offre servizi aggiuntivi utili, come strumenti di selezione dei titoli, conti demo e la possibilità di copiare le operazioni?
  • Servizio clienti - Il team di assistenza è reattivo durante le ore in cui intendete negoziare le azioni?

CFD azionari

Esempio di CFD azionari disponibili su AvaTrade

Piattaforme di trading azionario

Le piattaforme di trading sono i terminali utilizzati per effettuare ricerche ed eseguire transazioni. Sono quindi uno degli strumenti più importanti per fare trading attivo su azioni popolari come Amazon e Apple.

Se vi state chiedendo quale sia la migliore applicazione di trading azionario per i principianti e per i trader più esperti, molti marchi forniscono ai propri clienti una piattaforma proprietaria che può essere adattata a specifici stili di trading azionario o a tipologie di clienti. XTB, ad esempio, è una delle piattaforme di trading azionario più facili da usare ed è ideale sia per i trader occasionali che per i professionisti.

È anche comune offrire ai trader l'accesso a programmi di trading di terzi. Gli esempi più popolari di questi programmi utilizzano un software potente che include un'ampia gamma di strumenti per l'analisi e l'esecuzione delle operazioni.

Le piattaforme più diffuse per il trading azionario sono

  • MetaTrader 4 (MT4) - Sebbene sia stata progettata per il trading sul forex, questa potente piattaforma viene spesso utilizzata per negoziare una gamma molto più ampia di attività, il che la rende uno dei terminali di trading online più popolari al mondo.
  • MetaTrader 5 (MT5) - MT5 è stato sviluppato come successore del suo popolare predecessore e, essendo stato progettato per il trading multi-asset, è probabilmente ancora più utile per il trading di azioni e titoli, con una gamma più ampia di strumenti di analisi e tipi di ordini, tra le altre caratteristiche.
Brokers Piattaforme Scadenza Strumenti di trading Aprire un conto demo
MetaTrader 4 e 5
cTrader, TradingView
30 giorniConto CFD: materie prime, crypto, azioni, valute, indici, ETFPepperstone
xStation 5 30 giorni Conto titoli: azioni
Conto CFD: materie prime, crypto, azioni, valute, indici, ETF
XTB
MetaTrader 4 e 5 Ilimitado Conto CFD: materie prime, crypto, azioni, valute, indici, ETF, obbligazioni Admirals
MetaTrader 4 e 5
AvaOptions
21 giorni Conto CFD: materie prime, crypto, azioni, valute, indici, ETF, obbligazioni, opzioni vaniglia AvaTrade
MetaTrader 4 e 5 Ilimitado Conto CFD: materie prime, azioni, valute, indici XM
MetaTrader 4 e 5
ActivTrader, TradingView
30 giorniConto CFD: materie prime, criptovalute, azioni, valute, indici, ETF, obbligazioniActivTrades
IG, ProRealTime,
MT4, L2 Dealer
15 giorniConto CFD: materie prime, criptovalute, azioni, valute, indici, ETF, obbligazioniIG
Il trading di CFD comporta un significativo rischio di perdita, quindi non è adatto a tutti gli investitori. Il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading di CFD.

Strumenti per il trading azionario

Grafici e siti web del mercato azionario

Siti web come TradingView sono utili a molti trader perché forniscono informazioni chiave sull'andamento di un titolo e consentono di impostare parametri e applicare vari strumenti. Tra questi, i riepiloghi del mercato azionario, l'analisi tecnica in tempo reale e i grafici dei prezzi in tempo reale con statistiche sulle performance mese per mese (MTD) e anno per anno (YTD).

Altri siti utili, come Yahoo! Finance, forniscono informazioni chiave sulle singole società.

Robot di trading

Il trading automatico può essere utile per molti investitori, in quanto consente di eseguire automaticamente le operazioni sui titoli in base a parametri definiti dall'utente. Sebbene i robot di trading debbano essere monitorati frequentemente per evitare perdite inaspettate, sono ideali per i trader a corto di tempo o per chiunque abbia bisogno di eseguire un gran numero di operazioni in un breve lasso di tempo.

I robot di trading funzionano in modo algoritmico e sono solitamente programmati in Python o in un altro linguaggio comune. Si possono trovare su siti web specializzati o su GitHub. I robot di trading pre-programmati sono disponibili anche su alcune piattaforme popolari, tra cui MT4 e cTrader.

Applicazioni mobili

È utile poter analizzare i prezzi delle azioni e fare trading utilizzando le migliori app per il trading azionario: vi permette di eseguire e monitorare le vostre operazioni mentre siete impegnati nelle vostre attività quotidiane e vi libera dallo schermo del laptop o del desktop.

Fortunatamente, MT4 e le altre principali piattaforme di trading dispongono di funzionalità mobili.

Filtri per i titoli

Un modo per selezionare i titoli è utilizzare uno strumento di selezione dei titoli. Questo strumento consente di selezionare i titoli inserendo parole chiave e selezionando le etichette. I trader possono utilizzare lo strumento di selezione dei titoli per restringere l'ampio numero di titoli disponibili attraverso i termini di ricerca, oppure creare una lista ristretta ordinando i titoli disponibili in base ai criteri scelti.

Segnali

I segnali di trading sono avvisi o tracker, solitamente inviati via e-mail o tramite un'applicazione mobile, che informano i trader sui movimenti significativi del mercato e sugli eventi in corso.

Una buona applicazione di segnali o un componente aggiuntivo al vostro programma di trading azionario può essere un buon modo per tenervi informati sulle vostre operazioni correnti e aiutarvi a scegliere il momento migliore per aprire e chiudere le posizioni.

Social trading

I principianti e le persone che non hanno molto tempo da dedicare allo studio dei mercati azionari si rivolgono spesso a trader esperti per avere consigli. Il copy trading fa un ulteriore passo avanti, consentendo loro di sfruttare appieno le conoscenze e l'esperienza di trader professionisti esperti copiando le loro operazioni.

Apprendimento automatico

Siamo ormai nell'era dell'intelligenza artificiale e il mercato azionario sta già sfruttando gli strumenti di apprendimento automatico, che aiutano gli utenti ad analizzare enormi quantità di dati per individuare le tendenze, eseguire simulazioni del mercato azionario e prevedere i movimenti dei prezzi.

Suggerimenti e trucchi per il trading azionario

  • Iniziate con un conto demo. Si tratta di un simulatore di trading azionario che consente di esercitarsi e affinare le proprie capacità attraverso transazioni virtuali, tramite un browser web o un'applicazione mobile. I conti demo non richiedono alcun deposito e sono esenti da commissioni.
  • Potreste dover trascorrere ore a pianificare ed eseguire le operazioni. Assicuratevi quindi che la vostra postazione di trading sia dotata di uno o più schermi sufficientemente grandi per visualizzare i grafici, di una buona tastiera, di un computer portatile reattivo, di una connessione internet veloce e di qualsiasi altra attrezzatura che vi permetta di operare comodamente.
  • Anche se dovrete sempre pagare una commissione per fare trading, c'è molta concorrenza tra le piattaforme di trading azionario. Cercate aziende con commissioni nulle o basse per assicurarvi di mantenere i vostri profitti. XTB e Avatrade sono tra le migliori app di trading azionario senza commissioni.
  • Quando si inizia a fare trading di azioni, c'è molta terminologia da imparare e può essere difficile dare un senso alla marea di nuovi termini e frasi. Vale la pena di annotare il nuovo vocabolario appreso per non perdere il filo del discorso.
  • Il momento della giornata in cui si negoziano le azioni è importante, quindi è bene conoscere il mercato e il momento migliore per negoziare. Tenete presente la regola delle 10 ore per il trading azionario, secondo la quale il momento peggiore per fare trading è intorno alle 10 del mattino.
  • Tenete un diario di trading per registrare le operazioni buone e cattive che avete fatto e le ragioni del loro successo o fallimento. Questo sarà utile anche al momento di pagare le tasse, perché vi permetterà di calcolare il vostro profitto o la vostra perdita netta senza dover consultare i vecchi dati. Molti trader tengono un diario utilizzando un modello in Excel o in Google Sheets, ma esistono anche eccellenti software e applicazioni per il diario, tra cui EdgeWonk e TraderSync.
  • Studiate le strategie che corrispondono al vostro stile di trading azionario e al mercato a cui vi rivolgete. Potete trovare una grande quantità di informazioni e formazione sul mercato azionario in libri, video e online.
  • Unitevi a una comunità di trading online e scambiate idee e informazioni sui forum di formazione o sui siti di discussione online. È un ottimo modo per ricevere consigli e newsletter sul trading, discutere le proprie idee con persone competenti e persino trovare un mentore che vi aiuti ad affinare le vostre capacità. È anche il modo migliore per tenersi aggiornati sui meme del mercato azionario, che a volte possono prevedere nuove tendenze redditizie.
  • Se sentite di aver raggiunto un punto morto, provate a iscrivervi a corsi di borsa professionali gratuiti online o a frequentarne uno di persona, se c'è un istituto adatto vicino a voi.
  • Molti video e blog gratuiti sul mercato azionario sono disponibili online, ma potete imparare il mercato azionario anche in viaggio, ascoltando i podcast.
  • Assicuratevi di utilizzare un metodo di pagamento efficiente per i depositi e i prelievi. Le commissioni di conversione della valuta e di transazione possono ridurre rapidamente i vostri profitti, soprattutto se negoziate azioni con una società di intermediazione con sede al di fuori dell'Europa.

Vantaggi del trading azionario

Una delle classi di attività più disponibili presso i migliori broker e piattaforme di scambio.

  • Speculare su società di fama mondiale come Shell, Tesla e Microsoft.
  • Operare su borse e mercati di tutto il mondo, compresi Regno Unito, Stati Uniti ed Europa.
  • Scelta di un'ampia gamma di derivati e altri strumenti di trading, compresi i CFD.
  • Un'ampia gamma di piattaforme di trading azionario e di società finanziarie affidabili e regolamentate in Europa con cui operare.

Svantaggi del trading azionario

  • La concorrenza tra privati e istituzioni può rendere difficile il trading azionario online.
  • I mercati azionari spesso registrano nuove informazioni più velocemente di quanto i singoli investitori possano reagire.
  • I mercati azionari non sono aperti 24 ore su 24, a differenza del forex, delle criptovalute e di alcune altre classi di attività.

Norme e regolamenti

Il trading e gli investimenti in azioni sono legali in Europa e migliaia di non professionisti vi si dedicano ogni giorno. Tuttavia, alcune pratiche illegali del mercato azionario, come l'insider trading e la manipolazione del mercato, comportano sanzioni severe.

In genere si è tenuti a pagare le tasse sui profitti ottenuti dalle transazioni in borsa e da altri investimenti, a seconda del conto in cui si opera e del tipo di investimento.

Quando si acquista un'azione o un titolo, di solito ci vogliono T+1 giorni perché l'ordine venga eseguito. Ciò significa che si deve attendere un giorno lavorativo dopo la data di negoziazione. I trader possono evitare questo ritardo negoziando strumenti derivati come i CFD, che consentono di speculare sull'aumento o la diminuzione del prezzo delle azioni senza possedere il titolo sottostante.

Le diverse giurisdizioni impongono le proprie regole di trading azionario e le restrizioni sulle modalità con cui i trader sono autorizzati a effettuare acquisti di azioni in contanti, come ad esempio il freeriding e le violazioni della buona fede negli Stati Uniti. Assicuratevi di conoscere le regole di tutti i mercati in cui operate.

Le autorità di regolamentazione hanno regole e standard diversi per i prodotti finanziari offerti e i trader potrebbero essere in grado di investire in azioni con strumenti di trading diversi o con una leva finanziaria maggiore attraverso società offshore.

Tasse in Italia e in Europa

I residenti in Italia e in Europa che investono in azioni possono dover pagare le imposte al momento dell'investimento e sui profitti che superano un certo importo.

In Italia esiste un'imposta sulle transazioni finanziarie che si applica agli acquisti di azioni di società italiane quotate con una capitalizzazione di mercato superiore a 500 milioni di euro. L'aliquota di questa imposta è dello 0,2% per le operazioni sui mercati regolamentati e dello 0,1% per le operazioni fuori borsa. L'imposta viene automaticamente dedotta al momento dell'acquisto delle azioni.

Questa imposta si applica generalmente alle azioni italiane e non si applica alle azioni di società estere - anche se per queste ultime si può essere soggetti a un'imposta separata, a seconda della legislazione del Paese di origine.

Gli utili derivanti da investimenti azionari sono soggetti all'imposta sulle plusvalenze in Italia. Le plusvalenze realizzate con la vendita di azioni sono soggette a un'imposta forfettaria del 26%.

In Europa, le aliquote e le detrazioni possono variare da Paese a Paese, ma il principio dell'imposta sulle plusvalenze è comune.

Un modo per i residenti in Italia di ottimizzare la tassazione dei loro investimenti azionari è quello di utilizzare il "Piano Individuale di Risparmio" (PIR), che consente l'esenzione dall'imposta sulle plusvalenze dopo un certo periodo di detenzione, a determinate condizioni.

Il trading azionario può anche distribuire dividendi agli investitori che mantengono il loro patrimonio, e anche questi sono soggetti a tassazione. In Italia, i dividendi sono tassati con un'aliquota fissa del 26%.

In Europa, le aliquote fiscali sui dividendi variano da Paese a Paese, ma la maggior parte degli Stati membri tassano i redditi da dividendi con aliquote e detrazioni specifiche.

Orari di apertura della borsa

  • Borsa di Londra (XLON): 08:00-16:30 GMT
  • Borsa di New York (XNYS): 09:30-16:00 GMT-5
  • Nasdaq (XNAS): 09:30-16:00 GMT-5
  • Euronext (ENX): 09:00-17:30 GMT+1
  • Borsa di Shanghai (SHG): 09:30-15:00 GMT+8
  • Borsa del Giappone (JPX): 09:15-15:00 GMT+5.30
  • Borsa australiana (XASX): 10:00-16:00 GMT+10

Trading prima e dopo l'orario di lavoro

Molti titoli possono essere negoziati nelle ore precedenti (premarket) e successive (after-hours) alla chiusura del normale giorno di negoziazione.

Questi orari sono solitamente stabiliti dalla borsa valori, ma la società e il broker con cui si opera possono stabilire i propri orari di premercato e postmercato per il trading online di azioni.

Alternative al trading azionario

  • Il forex è, insieme alle azioni, la classe di attività più popolare al mondo. Gli aspiranti trader hanno a disposizione un'ampia gamma di strumenti e società di trading.
  • Le materie prime come l'oro, il ferro, il mais e persino il bestiame vengono scambiate ogni giorno in tutto il mondo. Le materie prime sono un ottimo modo per diversificare il proprio portafoglio, poiché molte di esse sono in controtendenza rispetto alle tendenze dominanti del mercato.
  • Le criptovalute sono la classe di attivi più recente. Le criptovalute hanno registrato i maggiori aumenti di valore di qualsiasi altro asset negli ultimi decenni, ma sono ancora in gran parte non regolamentate, altamente volatili ed estremamente rischiose.
  • Le obbligazioni sono tra gli strumenti meno rischiosi in cui investire, soprattutto se si opta per le obbligazioni emesse dal governo britannico, note come gilts.
  • L'immobiliare rimane un'ottima scelta d'investimento a lungo termine, con gli immobili in buy-to-let che offrono agli investitori un reddito stabile abbinato a guadagni in conto capitale.

Conclusioni sul trading azionario

Il mercato azionario online è uno dei modi più popolari per gli investitori di accrescere il proprio denaro, in quanto consente di partecipare ai profitti delle società pubbliche e di guadagnare speculando sulla loro performance. I trader azionari hanno a disposizione una varietà di opzioni che si adattano a quasi tutti gli stili di trading, e con un'offerta così ampia di piattaforme, troverete prezzi competitivi e funzionalità di alto livello.

Date un'occhiata alla nostra lista dei migliori broker azionari per iniziare.

Domande frequenti

Le operazioni di borsa sono halal o haram?

La risposta è semplice: i musulmani possono acquistare e vendere azioni e i Paesi i cui ordinamenti giuridici sono basati sulla legge islamica, come l'Arabia Saudita e l'Iran, hanno le loro borse valori.

Tuttavia, non tutti gli strumenti di trading sono conformi alla Sharia. I derivati che prevedono il pagamento di interessi, ad esempio, possono essere considerati haram, anche se i broker offrono sempre più spesso conti halal.

Anche la natura delle società di cui si negoziano le azioni può giocare un ruolo importante. Ad esempio, investire in società quotate in borsa che vendono alcolici o tabacco può essere considerato haram.

Se siete musulmani e state pensando di iniziare a negoziare azioni, potreste consultare uno studioso di religione prima di iniziare a investire online.

Come funziona il trading di azioni?

In termini semplici, la definizione di trading azionario è l'acquisto e la vendita di titoli e azioni di società quotate in borsa. Ci sono molti modi per farlo e, per i privati, la maggior parte di essi prevede l'utilizzo di broker online.

Quali sono i diversi tipi di transazioni di borsa?

I diversi tipi di transazioni borsistiche si distinguono spesso per il periodo di tempo in cui rimangono aperte. Ad esempio, il day trading prevede l'apertura e la chiusura delle transazioni nel corso di una giornata di trading. Esistono diversi stili di day trading, tra cui lo scalping ad alto volume. I trader a lungo termine tendono a utilizzare strategie come il position trading.

Quali sono le differenze tra il forex trading e il trading azionario?

Il trading azionario prevede l'acquisto e la vendita di azioni di società, mentre il forex trading specula sui movimenti di prezzo delle coppie di valute. Una delle principali differenze tra i due tipi di trading è che le azioni sono generalmente negoziate in orari specifici che di solito coincidono con un normale giorno lavorativo, mentre il forex trading si svolge 24 ore su 24, 6 giorni su 7. Solo le criptovalute sono negoziate 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Come posso avviare un'attività di investimento in borsa da casa?

Tutto ciò che serve per iniziare a guadagnare con il trading azionario è un buon computer portatile o desktop, una connessione a Internet, una ricerca approfondita, un piccolo capitale iniziale e del tempo. Poiché la maggior parte delle operazioni di trading può essere svolta online e 24 ore su 24, potete facilmente iniziare a negoziare azioni sulle migliori piattaforme da casa.

Tenete presente che se volete negoziare azioni come attività commerciale, potreste doverlo dichiarare all'ufficio delle imposte e che il vostro regime fiscale potrebbe cambiare e potreste essere soggetti al pagamento dell'imposta sul reddito: assicuratevi di fare ricerche approfondite e di chiedere una consulenza professionale prima di registrare la vostra attività.

Qual è la migliore piattaforma di trading?

Non esiste un'unica piattaforma di trading migliore: le preferenze di ogni trader dipendono dalle circostanze e dalle esigenze. Detto questo, la MT4 è popolare tra i trader di tutti i tipi, mentre la MT5 è più adatta al trading online.

Qual è la migliore applicazione di borsa per i principianti?

Non esiste una migliore applicazione di borsa per i principianti, ma se siete agli inizi, probabilmente vorrete utilizzare un'applicazione con un'interfaccia utente intuitiva e un design semplice. Mentre state imparando le basi, non è necessario optare per un'app con funzioni avanzate. Sceglietene una che sia facile da usare e sufficientemente flessibile da permettervi di provare diversi approcci. Alcune delle migliori applicazioni per il trading azionario sono progettate per includere funzioni potenti pur rimanendo facili da usare, con gli strumenti più avanzati accessibili tramite menu discreti.

I principianti possono anche optare per un'applicazione di trading azionario che permetta loro di effettuare transazioni virtuali. I conti demo sono spesso collegati a conti di trading reali e sono uno dei modi migliori per imparare a negoziare azioni sui mercati virtuali, senza rischiare denaro reale.

Il mercato azionario è un gioco d'azzardo?

Per quanto si pianifichino con cura le operazioni, il trading azionario online implica spesso un certo grado di fortuna e di casualità, che porta molte persone a equipararlo al gioco d'azzardo. Tuttavia, se seguite una strategia coerente e vi attenete scrupolosamente ai criteri di selezione dei titoli, potete eliminare gran parte del rischio dal trading e prendere in mano la vostra fortuna.

Cosa significa quando un'azione viene delistata?

Ci sono diversi motivi per cui un'azione può cessare di essere negoziata. Uno di questi è che la società diventa privata dopo un'acquisizione, il che significa che le sue azioni non saranno più quotate in borsa.

In alcuni casi, la negoziazione di azioni e altri asset può essere temporaneamente interrotta per motivi normativi, in vista di un annuncio importante o in presenza di un numero eccessivo di ordini di acquisto e vendita sull'azione in questione.

Che cos'è una posizione "corta" sul mercato azionario?

Se pensate che il valore di borsa di una società aumenterà in futuro, potete acquistare un'azione oggi con l'obiettivo di venderla in seguito e intascare il profitto. Si tratta di una posizione "lunga" nel trading azionario. Se invece pensate che il prezzo delle azioni sia destinato a scendere, potete fare il contrario, ossia optare per una posizione "corta". Si tratta di vendere l'azione oggi e di riacquistarla in seguito a un prezzo inferiore. Per farlo, dovete essenzialmente prendere in prestito le azioni che vendete e sostituirle in seguito.

Cosa sono le opzioni sul mercato azionario?

Le opzioni sono strumenti derivati che conferiscono all'acquirente del contratto il diritto, ma non l'obbligo, di acquistare un'azione o un'altra attività a un prezzo specifico alla data di scadenza del contratto.

Che cos'è il Penny Stock trading?

Il Penny Stock Trading consiste nell'acquistare e vendere azioni di piccole società a meno di 5 dollari per azione. Questi titoli sono altamente volatili a causa del loro basso volume sul mercato. I trader devono quindi essere consapevoli dei rischi connessi al trading di questi prodotti altamente speculativi.

Il mercato azionario vale la pena?

Milioni di persone in tutto il mondo guadagnano con il trading di azioni. La redditività di questa attività dipende dalla quantità di tempo che si può dedicare ad essa, perché, come ogni abilità, richiede pratica e pazienza.

Che cos'è un ordine limite sul mercato azionario?

Un ordine limite è un ordine di acquisto o vendita di un'azione a un prezzo specifico. Quando si inserisce un ordine limite, questo rimane aperto finché un partecipante al mercato non lo esegue, accettando così di acquistare o vendere l'azione al prezzo specificato. L'alternativa è un ordine di mercato, che verrà eseguito automaticamente al prezzo di mercato al momento dell'inserimento.