Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

Cos'è un portafoglio d'investimento 60/40?

portafoglio d'investimento 60/40

Costruire un portafoglio d'investimento significa determinare il giusto mix di attività per aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi a breve e lungo termine. Uno degli approcci più convenzionali che i consulenti e gli esperti finanziari suggeriscono è il portafoglio 60/40. Questo metodo può semplificare la costruzione del portafoglio, ma non è adatto a tutti.

La strategia 60/40 prevede la costruzione di portafogli che sono per il 60% allocati alle azioni e per il 40% alle obbligazioni. Ad esempio, l'attuazione più semplice di questa strategia sarebbe quella di acquistare l'S&P 500 e i titoli del Tesoro statunitense.

Se doveste seguire questa strada, il vostro portafoglio conterrebbe principalmente investimenti statunitensi. Si potrebbe anche costruire un portafoglio diversificato a livello globale (60/40) includendo anche azioni e obbligazioni internazionali.

In teoria, un mix 60/40 permette di mantenere un portafoglio bilanciato quando il mercato è alto e quando è basso. È progettato per minimizzare il rischio, generando un tasso di rendimento costante nel tempo, anche in periodi di volatilità.

Il principale vantaggio di un portafoglio 60/40 è che l'allocazione obbligazionaria modera il rischio del portafoglio. Cioè, permette agli investitori di dormire la notte.

Come costruire un portafoglio 60/40

Il modo in cui aggiungete investimenti al vostro portafoglio con una suddivisione 60/40 dipende dal vostro stile d'investimento.

Ad esempio, gli investitori che si sentono a proprio agio con un approccio auto-diretto possono costruire un portafoglio utilizzando ETF (Exchange Traded Funds) a basso costo. Gli ETF sono fondi comuni d'investimento che trattano come le azioni, quindi si beneficia di una diversificazione semplificata approfittando al contempo dei movimenti del mercato. Sono inoltre più efficienti dal punto di vista fiscale rispetto ai fondi comuni d'investimento tradizionali, poiché gli investimenti in ETF non vengono rinnovati con la stessa frequenza.

Ci sono altre opzioni di investimento da considerare. Un investitore che ha bisogno di un reddito regolare può beneficiare di azioni e fondi d'investimento immobiliari con pagamento di dividendi per la sua allocazione azionaria. Per il reddito fisso, gli investitori possono prendere in considerazione l'utilizzo di obbligazioni municipali per ottenere interessi esenti da imposte. Un'altra opzione è rappresentata dalle obbligazioni ad alto rendimento, che possono offrire rendimenti migliori ma sono più rischiose.

È possibile scegliere le singole azioni. Tuttavia, anche i titoli storicamente di successo possono avere giorni difficili. E se si mettono tutte le uova in un unico paniere di azioni, si possono accumulare grandi perdite se le azioni diminuiscono.

Se investite in fondi comuni d'investimento o ETF per la parte azionaria del vostro portafoglio, fate attenzione alle commissioni. In particolare, perfezionare il rapporto costi/benefici. Questo rapporto indica quale percentuale del patrimonio di un fondo viene utilizzata ogni anno per coprire le spese di gestione. Quanto più elevate sono le spese, tanto maggiore è il reddito da investimento che si riverserà nel fondo.

Svantaggi del portafoglio 60/40

Mentre una strategia 60/40 è un modo semplice per investire, ci sono alcuni svantaggi da considerare.

Lo svantaggio maggiore è che, a lungo termine, un portafoglio 60/40 avrà un rendimento inferiore rispetto a un portafoglio interamente azionario. E per periodi di tempo molto lunghi, le sue prestazioni saranno notevolmente inferiori a causa dell'influenza dell'interesse composto.

In altre parole, si può giocare sul sicuro con un'asset allocation 60/40, ma si possono perdere i rendimenti. Tra il 1926 e il 2017, le azioni a grande capitalizzazione come l'S&P 500 avevano un rendimento annuo composto del 10,20%, secondo Morningstar. Nello stesso periodo, le obbligazioni societarie a lungo termine hanno reso il 6,10% e i titoli di Stato a lungo termine hanno reso il 5,50% all'anno.

Un investitore che si atterrà a un mix 60/40 potrebbe vedere i rendimenti su entrambi i lati. Tuttavia, potrebbe potenzialmente ridurre la crescita del portafoglio non detenendo una percentuale maggiore di azioni.

Per chi è l'approccio 60/40?

L'investitore che beneficerà maggiormente di un portafoglio 60/40 può essere quello la cui tolleranza al rischio non gli consente di cercare un'allocazione azionaria al 100%.

Ad esempio, una persona di 35 anni che investe per la pensione può essere in grado di sostenere il rischio perché ha un orizzonte temporale più lungo, ma potrebbe non essere disposta a farlo. In altre parole, psicologicamente, non può sopportare la volatilità del mercato azionario.

Il vantaggio di un portafoglio 60/40 è che si basa su regole. Le assegnazioni sono fisse e non è necessario prendere decisioni di assegnazione in tempi di instabilità del mercato.

Questo tipo di portafoglio è probabilmente il più adatto per chi è nel bel mezzo della propria carriera d'investimento. Una persona di 20 o 30 anni, ad esempio, che ha diversi decenni davanti a sé prima di andare in pensione, può assumersi più rischi e destinare una parte più ampia del proprio portafoglio alle azioni semplicemente perché ha più tempo per riprendersi da un potenziale rallentamento del mercato. D'altro canto, chi è più vicino al pensionamento vorrà in genere ridurre la propria esposizione alle azioni e aumentare le proprie partecipazioni obbligazionarie o a reddito fisso, che producono rendimenti più stabili.

Se non siete sicuri che questo abbia senso per voi, è utile stabilire alcune regole di base per il modo in cui volete investire. Queste regole dovrebbero riguardare non solo il vostro orizzonte temporale, gli obiettivi e la tolleranza al rischio, ma anche cose come la liquidità e l'efficienza fiscale.

Da qui potete definire un'allocazione mirata del patrimonio che volete conservare e un piano di riequilibrio del vostro portafoglio all'avvicinarsi del pensionamento. Questo fa due cose: ti dà un piano chiaro da seguire e può aiutarti ad evitare di prendere decisioni emotive quando il mercato va a zigzag.

Lo scopo di questo piano d'investimento è quello di guidarvi attraverso condizioni di volatilità. Il vostro piano non dovrebbe cambiare a causa delle fluttuazioni del mercato.

Alternative al portafoglio 60/40

Un portafoglio 60/40 può dare un senso di stabilità rispetto ai rendimenti. D'altra parte, potrebbe non funzionare così bene come altre strategie. Nel definire la vostra asset allocation, è utile ampliare il campo di applicazione e quindi approfondire l'approccio che meglio si adatta ai vostri obiettivi.

Ad esempio, un'altra regola empirica che potreste considerare è quella di utilizzare la vostra età per guidare la vostra asset allocation. Sottraete la vostra età da 110 anni per determinare l'importo da assegnare alle azioni e alle obbligazioni. Ad esempio, se avete 40 anni, vorrete destinare il 70% del vostro patrimonio alle azioni e il restante 30% alle obbligazioni. Se siete disposti a correre più rischi, potreste voler passare a 120.

Potete anche parlare con un professionista se avete bisogno di consigli sul vostro portafoglio.

Conclusione

In un portafoglio 60/40, investite il 60% del vostro patrimonio in azioni e il restante 40% in obbligazioni. L'obiettivo dell'allocazione 60/40 è quello di minimizzare il rischio generando al contempo rendimenti, anche in periodi di volatilità dei mercati. Il potenziale svantaggio è che è improbabile che produca rendimenti così elevati come un portafoglio composto interamente da azioni. Ma per gli investitori che non hanno un'elevata tolleranza al rischio, ma che vogliono comunque il potenziale di crescita, è una buona opzione. Tuttavia, è importante che ogni investitore esamini la propria situazione e i propri obiettivi per determinare la migliore asset allocation possibile.

Confronto di agenti di borsa

Brokers
Commissioni di intermediazione Azioni Nessuna commissione per un volume massimo mensile di 100.000 euro e poi 0,20%.
Conto demo
La nostra opinioneTrading senza commissioni, ma con una scelta di titoli limitata a 3.289 azioni e 358 ETF.
  XTB
L'investimento comporta un rischio di perdita