Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

Fidelcrest  City Traders Imperium

Quale stile di investimento nel mercato azionario è il migliore per te?

stile di investimento nel mercato azionario

Come investitore, ci sono molte varianti e possibilità tra cui scegliere. Ecco i principali stili di investimento nel mercato azionario - qual è quello giusto per te?

Naturalmente, avete preso l'importante decisione di separarvi dal vostro denaro duramente guadagnato e investire. Prima di fare il grande passo, ci sono alcune domande cruciali a cui dovete rispondere prima di scegliere un approccio che si adatti alla vostra personalità, situazione e risorse. Naturalmente, deve anche adattarsi ai vostri obiettivi di investimento.

Ecco alcune delle cose che dovete affrontare:

  • Investirebbe in azioni individuali o preferirebbe investire in un fondo che le darebbe un investimento più diversificato?
  • Partecipa personalmente e attivamente al processo d'investimento o preferisce che siano gli esperti a farlo per lei?
  • Controllerebbe regolarmente l'andamento dei suoi investimenti o preferirebbe abbandonarli e non fare nulla finché non sono cresciuti?

Ci sono molte varianti e possibilità a vostra disposizione. Tu sei la persona migliore per decidere quale sia il migliore e questo articolo mira ad aiutarti a decidere attraverso i pro e i contro di ciascuno.

Vi diamo una panoramica degli approcci generali alla selezione delle azioni.

1. Investimento attivo

Sei a tuo agio con il rischio? Ti consideri attivo nel trading più volte al giorno ogni settimana? Se è così, uno stile di investimento attivo è quello giusto per te. L'investimento attivo è per gli investitori che non hanno un orizzonte a lungo termine, ma preferiscono concentrarsi sugli scenari attuali. Gli investitori attivi normalmente mirano a titoli specifici e approfittano del market timing per commerciare i loro titoli per ottenere profitti a breve termine. L'investimento attivo richiede all'investitore di monitorare costantemente il mercato per migliorare la propria posizione e ottenere i migliori risultati.

L'investimento attivo ha molti vantaggi, ma forse il più importante è la flessibilità che offre all'investitore. Quando un asset non raggiunge la parità, hai mano libera per cambiare la tua posizione e questo ti dà più controllo sul tuo portafoglio. Se hai bisogno di intraprendere azioni improvvise o drastiche, come la copertura attraverso vendite allo scoperto o l'impostazione di opzioni per evitare perdite, puoi farlo rapidamente e facilmente da solo.

Il rovescio della medaglia sarebbero le commissioni che devi pagare ogni volta che fai un'operazione, sia per comprare che per vendere le tue azioni. Mentre le commissioni di transazione variano da un mercato all'altro, possono rapidamente sommarsi ad un importo sostanziale. E mangeranno i vostri profitti.

Oh, abbiamo menzionato le commissioni dei gestori di fondi? A prima vista, non sembrano troppo onerosi, visto che stiamo parlando dell'1,5%. Tranne che quando si paga l'1,5% su un periodo di 30 anni, questo è piuttosto significativo. E l'1,5% è il tasso medio, il che significa che puoi trovare un gestore di fondi che si fa pagare di più. Dovresti anche prestare attenzione alle tasse di entrata e di uscita. Possono essere molto costosi.

Questi sono i maggiori inconvenienti, ma ce n'è uno che supera la folla. Dopo aver pagato tutte queste tasse e costi, non saprai ancora se farai meglio del mercato. Infatti, il 70-80% dei fondi di investimento attivi non riesce a battere il mercato. La linea di fondo è che se hai preso in considerazione tutti i costi e le tasse che hai pagato, potresti finire in rosso. Sarà troppo tardi quando vi renderete conto di aver perso dei soldi.

2. Investimento passivo

Se state considerando l'investimento passivo, significa che state investendo a lungo termine. Un investitore passivo limita la quantità di acquisti e vendite all'interno dei suoi portafogli al fine di minimizzare i suoi costi. Questa strategia richiede la volontà di comprare e tenere i titoli. È la disciplina che resiste alla tentazione di reagire o adattarsi ai movimenti perpetui del mercato azionario.

Probabilmente il miglior esempio di approccio passivo è l'acquisto di un fondo indicizzato. Ma assicurati che sia un fondo che segue uno dei principali indici come l'S&P 500 e il Dow Jones. L'idea è che tu diventi proprietario di piccoli frammenti di migliaia di azioni di società e guadagni la tua vita come partecipante quando i guadagni di quelle società aumentano nel tempo. Gli investitori passivi di successo tengono semplicemente gli occhi sul premio alla fine della giornata e non lasciano che gli intoppi a breve termine e persino i cali del mercato li disturbino.

I vantaggi: tempo e flessibilità

Forse il miglior beneficio per voi sarebbe il tempo che risparmiate. Il processo è semplice: investi i tuoi soldi e fai le altre cose che vuoi fare. Non devi analizzare le notizie economiche e finanziarie ogni giorno o tenere traccia dei tuoi titoli. Quello che vogliamo dire è che non ci vuole molto tempo e pensiero.

Ora che ci siamo tolti questo pensiero, parliamo delle tasse. O, ancora più importante, le commissioni che risparmiate quando comprate e vendete. Mentre le commissioni effettive dipendono da dove investite i vostri soldi, possono essere basse come lo 0,10% all'anno. L'estremo superiore della scala sarebbe circa lo 0,5% all'anno. Se lo metti accanto a quello che devi pagare per altri programmi di investimento attivi, è abbastanza per farti sorridere.

L'altro vantaggio che molti investitori non conoscono dell'investimento passivo è che permette anche un certo margine di manovra. Questo non significa che la decisione che prendete oggi rimarrà permanente per i prossimi quarant'anni o giù di lì. Avete la possibilità di rivedere la vostra strategia d'investimento dopo cinque anni o di rivalutarla ogni dieci anni. Puoi investire in opzioni ad alto rischio per dieci anni per ottenere rendimenti più alti, passare a un mix diverso per i prossimi venti anni, e poi passare a un portafoglio a basso rischio quando stai per andare in pensione.

Gli svantaggi dell'investimento passivo

Ma sai cosa non piace a molti investitori dell'investimento passivo? È quel lungo periodo di inattività perché è difficile aspettare. Questo è particolarmente vero quando scoprono che le loro azioni stanno sottoperformando e hanno l'obbligo di vendere immediatamente. La verità è che le battute d'arresto sono normali nell'investimento passivo, quindi gli investitori dovrebbero aspettarsele. Bisogna avere una prospettiva a lungo termine e avere fiducia che alla fine torneranno su. Se vi preoccupate ancora dopo questo, non possiamo biasimarvi - siamo tutti umani.

Un altro svantaggio dell'investimento in indici è la composizione degli indici. Qualsiasi azienda, che vada bene o no, può trovare la sua strada nell'indice. Quindi è possibile che ci siano dei perdenti nel mix e che tu ci metta ancora dei soldi. Naturalmente, se il tuo investimento sta andando bene nel complesso, si annullano le mele cattive nel paniere.

3. Investire nella crescita

L'investimento di crescita utilizza le azioni di crescita per guadagnare profitti a lungo termine. Fondamentalmente, i titoli di crescita sono quelli che l'investitore vede come aventi buone prospettive di rendimento futuro a causa del potenziale della società di generare entrate crescenti anno dopo anno. L'idea è che la crescita dei guadagni dell'azienda farà salire il prezzo delle azioni.

Come regola generale, l'investitore dovrebbe scegliere quelli che hanno la capacità di crescere più velocemente del mercato generale. Questo può essere determinato dal track record passato dell'azienda e da un'analisi intelligente dei suoi rendimenti futuri. La crescita potenziale dipende da fattori come il settore, la geografia, la classe di attività, la regolamentazione e, per le industrie cicliche, il punto del ciclo.

È essenzialmente una doppia scommessa. Come investitore, stai scommettendo su un'azione che ha una storia di crescita superiore alla media (che si tratti di guadagni, entrate o qualche altra metrica) e che credi continuerà a farlo, rendendolo un forte candidato per l'investimento. Si tratta di aziende che sono leader nei loro settori, hanno rapporti prezzo-utili superiori alla media e spesso pagano dividendi bassi (o nulli). Tuttavia, se si compra ad un prezzo alto, c'è sempre il rischio che un evento inaspettato faccia scendere i prezzi delle azioni.

4. Investimento di valore

Gli investitori value sono i cacciatori di tesori del settore finanziario. Cercano gemme nascoste nel mercato o azioni a basso prezzo ma molto promettenti. Le ragioni per cui questi titoli sono sottovalutati possono variare, come una crisi di relazioni pubbliche a breve termine o una situazione più permanente come uno stato di sofferenza nel suo settore.

Questi investitori cercano azioni sottovalutate all'interno di un settore specifico o nell'intero mercato, sperando che il prezzo rimbalzi quando altre azioni iniziano a salire. In genere, questi titoli hanno un basso rapporto prezzo-utili (che è un indicatore del valore di una società) e un alto rendimento da dividendi (la proporzione di dividendi che una società paga in relazione al suo prezzo delle azioni). Naturalmente, il prezzo delle azioni potrebbe non salire affatto - il che è un rischio reale.

Gli investitori devono evitare la trappola del valore - una società che sembra a buon mercato sulla carta, ma non sarà in grado di girarsi e rivalutare se stessa. Invece, dovrebbero investire in aziende la cui cattiva situazione è solo di breve durata e il cui potenziale di turnaround è reale.

5. Capitalizzazione di mercato

La domanda finale per gli investitori è se investire in aziende piccole o grandi. La dimensione di un'azienda dipende tecnicamente dal suo capitale, che gli investitori chiamano "capitalizzazione di mercato" o "cap".

Così, gli investitori che scelgono le azioni in base alle dimensioni dell'azienda usano uno stile di investimento basato sulla capitalizzazione di mercato. Il calcolo della capitalizzazione di mercato è il numero di azioni in circolazione moltiplicato per gli utili per azione. Le aziende small cap hanno una capitalizzazione di mercato da 300 milioni a 2 miliardi di euro, le aziende mid cap hanno una capitalizzazione di mercato da 2 a 10 miliardi di euro mentre le aziende large cap hanno una capitalizzazione di mercato di più di 10 miliardi di euro. In termini di rischio, le azioni small cap sono investimenti più rischiosi delle azioni large cap.

Tuttavia, si possono incontrare investitori che credono che le aziende a piccola capitalizzazione abbiano un maggiore potenziale di fornire rendimenti migliori, semplicemente perché hanno più spazio per le opportunità di crescita e possono reagire più rapidamente alle situazioni.

In realtà, il potenziale di rendimento delle small-cap è proporzionale alla quantità di rischio che si assume. Per prima cosa, le piccole aziende hanno meno risorse e spesso hanno operazioni meno diversificate. I loro prezzi delle azioni possono fluttuare molto più ampiamente e possono provocare guadagni o perdite significative. Pertanto, se siete questo tipo di investitore, dovreste essere a vostro agio con questo livello extra di rischio se volete sfruttare il potenziale per maggiori rendimenti.

Le aziende a grande capitalizzazione esistono da molto più tempo e sono generalmente più stabili. Molti investitori mantengono le azioni a grande capitalizzazione nei loro portafogli a causa dei loro dividendi e della loro stabilità.

Quale stile di investimento è giusto per te?

Il giusto stile di investimento nel mercato azionario per te inizia con una valutazione onesta della tua tolleranza al rischio. Ricordate, il principio di base dell'investimento, rischio e rendimento, è che più alto è il rischio, più alto è il rendimento; più basso è il rischio, più basso è il rendimento. Questo "rischio", in qualsiasi contesto di investimento, è semplicemente perdere denaro.

La vostra età, il reddito, l'esperienza e la personalità sono alcune delle caratteristiche più comuni che influenzano la vostra tolleranza al rischio. Gli investitori più giovani sono più aggressivi e tendono a scegliere investimenti più rischiosi, mentre gli investitori più anziani scelgono generalmente investimenti più sicuri. I nuovi investitori e quelli con un budget modesto tendono ad essere più conservatori di quelli con più reddito disponibile. Inoltre, alcune persone corrono dei rischi e altre preferiscono investire lentamente e in modo sicuro.

Confronto di agenti di borsa

Brokers
Commissioni di intermediazione Azioni Nessuna commissione per un volume massimo mensile di 100.000 euro e poi 0,20%.
Conto demo
La nostra opinioneTrading senza commissioni, ma con una scelta di titoli limitata a 3.289 azioni e 358 ETF.
  XTB
L'investimento comporta un rischio di perdita