Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

Portafogli a 3 e 4 asset - Qual è la migliore asset allocation strategica?

Portafogli a 3 e 4 asset

I portafogli a 3 e 4 asset possono essere utilizzati per semplificare il vostro approccio.

Esaminiamo diverse combinazioni per aiutarvi a farvi un'idea di come strutturare un portafoglio di questo tipo.

Il nostro obiettivo principale è il rendimento corretto per il rischio.

Mentre molti desiderano un portafoglio ricco di azioni per cercare di massimizzare i propri rendimenti, noi adottiamo un approccio più vicino al beta bilanciato o alla parità di rischio.

In genere, l'argomento principale contro la diversificazione è che può danneggiare i rendimenti.

Ma questo non è necessariamente vero quando si può progettare il portafoglio in base alle caratteristiche di rischio e rendimento desiderate. (Questo aspetto viene discusso alla fine dell'articolo).

Utilizzeremo quattro diversi asset:

  • Azioni (S&P 500)
  • Obbligazioni (obbligazioni nominali e obbligazioni indicizzate all'inflazione del governo statunitense)
  • Oro
  • Contanti

In tutti gli esempi, utilizziamo dati a partire dal 1972 (le performance passate non sono indicative di quelle future).

Lezioni chiave - Portafogli a 3 e 4 asset

  • Una diversificazione di qualità è ancora possibile con portafogli molto semplici.
  • Alla fine dell'articolo, esamineremo l'ingegneria finanziaria per spiegare come progettare al meglio un portafoglio in base alle caratteristiche di rischio e rendimento desiderate.
  • Diversificazione, ingegneria finanziaria e copertura sono i tre ingredienti fondamentali della costruzione di un portafoglio, ovvero dell'asset allocation strategica (in contrapposizione al trading tattico).

Confronto di agenti di borsa

Brokers
Commissioni di intermediazione Azioni Nessuna commissione per un volume massimo mensile di 100.000 euro e poi 0,20%.
Conto demo
La nostra opinioneTrading senza commissioni, ma con una scelta di titoli limitata a 3.289 azioni e 358 ETF.
  XTB
L'investimento comporta un rischio di perdita

Prima serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 35%
  • Oro : 15%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 35%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 5%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 40%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 0%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 765 656 $ 857 618 $ 896 559 $
 CAGR 8.74% 8.98% 9.08%
 Deviazione standard 7.86% 8.38% 8.57%
 Anno migliore 30.37% 36.17% 35.74%
 Anno peggiore -13.09% 35.74% -14.07%
 Massimo Drawdown -16.81% -17.33% -18.16%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.82 0.77 0.76

In ogni caso, le azioni rappresentavano il 40% dell'allocazione.

Le obbligazioni rappresentavano il 35-40%.

L'oro rappresentava il 15-20%.

La liquidità rappresenta lo 0-10%.

Tutti questi portafogli sono generalmente così simili che le misure corrette per il rischio (Sharpe, Sortino) sono tutte identiche.

Il portafoglio meno diversificato, il portafoglio 3, ha registrato il calo maggiore (a causa della mancanza di liquidità).

Seconda serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 40%
  • Oro : 15%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 40%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 5%
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 45%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 0%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 688 757 $ 771 094 $ 805 403 $
 CAGR 8.52% 8.76% 8.20%
 Deviazione standard 7.43% 7.99% 8.20%
 Anno migliore 29.25% 35.05% 34.62%
 Anno peggiore -12.87% -13.00% -13.85%
 Massimo Drawdown -16.35% -16.87% -17.69%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.77 0.72 0.70

In questo caso, fissiamo le azioni al 35% dell'allocazione e modifichiamo le allocazioni degli altri quattro asset.

Anche in questo caso non si notano grandi differenze rispetto ai portafogli precedenti.

Grazie all'allocazione leggermente superiore alle obbligazioni e inferiore alle azioni, le perdite sono leggermente inferiori, così come il tasso di crescita annuale composto (CAGR).

Anche le correlazioni di mercato sono più basse, per chi desidera una minore correlazione con il mercato.

Terza serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 30%
  • Obbligazioni : 45%
  • Oro : 15%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 30%
  • Obbligazioni : 45%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 5%
  • Azioni : 30%
  • Obbligazioni : 50%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 0%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 616 663 $ 690 052 $ 720 133 $
 CAGR 8.29% 8.53% 8.62%
 Deviazione standard 7.08% 7.66% 7.90%
 Anno migliore 28.13% 33.93% 33.50%
 Anno peggiore -12.65% -12.78% -13.63%
 Massimo Drawdown -15.89% -16.40% -17.23%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.82
 Correlazione con il mercato 0.70 0.65 0.64

Le azioni rappresentano ora il 30% delle allocazioni e abbiamo adeguato le altre.

A questo punto notiamo che i rapporti di Sharpe e Sortino iniziano a scendere.

Ciò significa essenzialmente che il portafoglio è leggermente sovrappesato nelle obbligazioni.

Ciò indica anche che un'allocazione più elevata alla liquidità è possibile e che lo 0-5% potrebbe non essere sufficiente.

Naturalmente, il fatto che la liquidità sia buona o cattiva dipende dal contesto (i tassi di interesse sono sufficientemente elevati rispetto all'inflazione e agli altri asset).

Ma lo scopo di questo esercizio è quello di dare un'idea della migliore asset allocation strategica, mantenendo relativamente basse le attività in portafoglio.

Quarta serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 45%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 15%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 45%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 5%
  • Azioni : 45%
  • Obbligazioni : 35%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 0%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 847 118 $ 949 365 $ 993 355 $
 CAGR 8.96% 9.20% 9.29%
 Deviazione standard 8.35% 8.84% 9.00%
 Anno migliore 31.49% 37.29% 36.86%
 Anno peggiore -13.31% -13.44% -14.29%
 Massimo Drawdown -17.73% -17.79% -18.62%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.81 0.82 0.83
 Correlazione con il mercato 0.86 0.82 0.81

Le azioni sono state portate al 45% dell'allocazione, poiché nell'ultima serie di portafogli le misure corrette per il rischio cominciavano a svanire.

Al 45%, possiamo notare che gli indici di Sharpe sono elevati, ma gli indici di Sortino sono un po' più bassi, in particolare quando sono più alti per le azioni che per le obbligazioni.

Abbiamo notato che i Sortino ratio tendono a essere particolarmente influenzati da un'allocazione inferiore al 30% alle obbligazioni, indipendentemente dalla composizione degli altri asset.

Quinta serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 25%
  • Oro : 25%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 15%
  • Contanti : 15%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 869 967 $ 819 480 $ 731 620 $
 CAGR 9.01% 8.89% 8.65%
 Deviazione standard 8.68% 8.21% 7.69%
 Anno migliore 42.84% 36.61% 30.80%
 Anno peggiore -11.65% -12.37% -12.24%
 Massimo Drawdown -17.06% -16.50% -15.99%
 Rapporto Sharpe 0.53 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.82 0.83 0.82
 Correlazione con il mercato 0.74 0.79 0.84

Riproviamo con le azioni al 40%.

Nel primo caso, testiamo il rapporto tra obbligazioni e oro a 1:1. Questo produce un rapporto Sortino leggermente inferiore, quindi non viene mantenuto. Questo produce un rapporto Sortino leggermente inferiore, quindi non viene mantenuto.

Ora testiamo il rapporto oro-argento nei portafogli 2 e 3.

Il portafoglio 2 va leggermente meglio, con una combinazione di 40/30/20/10 piuttosto che 40/30/15/15.

Preferisce quindi l'oro alla liquidità con un rapporto di 2:1 anziché di 1:1.

Sesta serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 42.5%
  • Obbligazioni : 27.5%
  • Oro : 17.5%
  • Contanti : 12.5%
  • Azioni : 42.5%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 17.5%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 815 411 $ 834 467 $ 819 480 $
 CAGR 8.88% 8.93% 8.89%
 Deviazione standard 8.18% 8.26% 8.21%
 Anno migliore 34.27% 34.05% 36.61%
 Anno peggiore -12.42% -12.84% -12.37%
 Massimo Drawdown -16.78% -16.89% -16.50%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.82 0.82 0.83
 Correlazione con il mercato 0.83 0.86 0.79

Abbiamo provato ad aumentare la quota di azioni al 42,5% nei portafogli 1 e 2, confrontandola con la combinazione 40/30/20/10 da lei preferita.

La combinazione 40/30/20/10 è sempre la più performante (anno migliore, anno peggiore, perdita massima migliore, Sortino ratio più alto e correlazione di mercato più bassa).

Nella prossima serie proviamo con il 37,5% di azioni.

Settima serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 37.5%
  • Obbligazioni : 32.5%
  • Oro : 17.5%
  • Contanti : 12.5%
  • Azioni : 37.5%
  • Obbligazioni : 32.5%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 735 718 $ 777 844 $ 819 480 $
 CAGR 8.66% 8.78% 8.89%
 Deviazione standard 7.71% 7.99% 8.21%
 Anno migliore 33.15% 36.05% 36.61%
 Anno peggiore -12.20% -12.26% -12.37%
 Massimo Drawdown -16.01% -16.27% -16.50%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.79 0.76 0.79

Sono tutti praticamente identici.

È come spaccare il capello in quattro.

Ottava serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 32.5%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 12.5%
  • Azioni : 37.5%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 22.5%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 720 894 $ 802 323 $ 819 480 $
 CAGR 8.62% 8.84% 8.89%
 Deviazione standard 7.70% 8.22% 8.21%
 Anno migliore 35.70% 39.16% 36.61%
 Anno peggiore -11.73% -11.90% -12.37%
 Massimo Drawdown -15.63% -16.12% -16.50%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.53 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.74 0.74 0.79

Non appena l'oro diventa un po' troppo abbondante (oltre il 20%), i suoi parametri corretti per il rischio iniziano a scendere.

Nona serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 15%
  • Azioni : 37.5%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 12.5%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 704 516 $ 760 211 $ 819 480 $
 CAGR 8.57% 8.73% 8.89%
 Deviazione standard 7.61% 7.91% 8.21%
 Anno migliore 35.92% 36.26% 36.61%
 Anno peggiore -11.30% -11.84% -12.37%
 Massimo Drawdown -15.21% -15.86% -16.50%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.75 0.77 0.79

In questo caso, manteniamo lo stesso importo per l'oro e le obbligazioni e regoliamo le azioni e i contanti.

I valori sono più o meno gli stessi.

I portafogli con più liquidità riducono l'ammortamento e la volatilità, ma diminuiscono i rendimenti.

Tuttavia, in termini di rendimento corretto per il rischio, sono più o meno uguali.

Decima serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 33%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 20%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 35%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 5%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 603 232 $ 857 618 $ 819 480 $
 CAGR 8.24% 8.98% 8.89%
 Deviazione standard 7.05% 8.38% 8.21%
 Anno migliore 35.23% 36.17% 36.61%
 Anno peggiore -10.23% -13.22% -12.37%
 Massimo Drawdown -13.93% -17.33% -16.50%
 Rapporto Sharpe 0.53 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.69 0.77 0.79

Morale della favola: non si può avere troppa liquidità (che in questo caso è il 20%).

Undicesima serie di portafogli

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Assegnazione
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 40%
  • Oro : 15%
  • Contanti : 10%
  • Azioni : 35%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 15%
  • Azioni : 40%
  • Obbligazioni : 30%
  • Oro : 20%
  • Contanti : 10%
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 688 757 $ 704 516 $ 819 480 $
 CAGR 8.52% 8.57% 8.89%
 Deviazione standard 7.43% 7.61% 8.21%
 Anno migliore 29.25% 35.92% 36.61%
 Anno peggiore -12.87% -11.30% -12.37%
 Massimo Drawdown -16.35% -15.21% -16.50%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Correlazione con il mercato 0.77 0.75 0.79

Siamo quindi al punto di diminuzione dei rendimenti.

Alcune allocazioni sono equivalenti in termini di rendimento corretto per il rischio.

La preferenza dell'investitore deve quindi essere definita in base a fattori quali :

  • Volatilità
  • CAGR
  • Drawdown
  • Correlazione con il mercato

Possiamo anche esaminare misure più approfondite:

Metrica Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Media aritmetica (mensile) 0.71% 0.71% 0.74%
 Media aritmetica (annualizzata) 8.82% 8.88% 9.25%
 Media geometrica (mensile) 0.68% 0.69% 0.71%
 Media geometrica (annualizzata) 8.52% 8.57% 8.89%
 Deviazione standard (mensile) 2.15% 2.20% 2.37%
 Deviazione standard (annualizzata) 7.43% 7.61% 8.21%
 Deviazione verso il basso (mensile) 1.18% 1.21% 1.34%
 Massimo drawdown -16.35% -15.21% -16.50%
 Correlazione con il mercato azionario 0.77 0.75 0.79
 Beta 0.36 0.36 0.41
 Alfa (annualizzato) 4.45% 4.53% 4.33%
 R2 58.96% 55.53% 61.67%
 Rapporto Sharpe 0.54 0.54 0.54
 Rapporto Sortino 0.83 0.83 0.83
 Rapporto Treynor (%) 11.14 11.36 10.83
 Rapporto Calmar 0.02 0.08 0.10
 Rendimento attivo -1.80% -1.75% -1.43%
 Errore di inseguimento 11.11% 11.27% 10.59%
 Rapporto di informazione -0.16 -0.16 -0.14
 Sbadataggine -0.09 -0.07 -0.15
 Eccesso di curtosi 1.33 1.72 1.71
 Valore a rischio storico (5%) 2.79% 2.64% 2.96%
 Valore a rischio analitico (5%) 2.82% 2.90% 3.16%
 Valore a rischio condizionato (5%) 3.92% 3.99% 4.37%
 Rapporto di cattura al rialzo (%) 44.18 44.13 48.62
 Rapporto di cattura al ribasso (%) 27.69 27.32 32.93
 Tasso di prelievo sicuro 4.92% 5.25% 5.39%
 Tasso di prelievo perpetuo 4.26% 4.30% 4.58%
 Periodi positivi 399 su 621 (64.25%) 400 su 621 (64.41%) 400 su (64.41%)
 Rapporto guadagno/perdita 1.30 1.28 1.24

Glossario dei termini tecnici

  • La media aritmetica (mensile) è calcolata sommando i rendimenti mensili e dividendoli per il numero di mesi.
  • La media aritmetica (annualizzata) si calcola estrapolando i rendimenti mensili su un anno.
  • La media geometrica (mensile) viene utilizzata per calcolare il tasso di rendimento composto.
  • La media geometrica (annualizzata) rappresenta il tasso di rendimento composto su un anno.
  • La deviazione standard dei rendimenti mensili di un portafoglio misura la volatilità dei rendimenti.
  • Il drawdown massimo misura la perdita massima cumulativa di un portafoglio rispetto al suo massimo storico.
  • La correlazione con il mercato azionario misura la relazione tra i movimenti di un portafoglio e quelli del mercato nel suo complesso.
  • Il beta misura la sensibilità di un portafoglio ai movimenti del mercato. Un beta pari a 1 indica che il portafoglio segue il mercato.
  • Alpha: misura l'eccesso di performance di un portafoglio rispetto all'indice di riferimento su base annua.
  • R2: Coefficiente di determinazione, che misura la percentuale della varianza dei rendimenti del portafoglio spiegata dal mercato.
  • Lo Sharpe Ratio misura il rendimento corretto per il rischio di un portafoglio dividendo il rendimento in eccesso per la deviazione standard dei rendimenti.
  • Il Sortino Ratio è una variante dello Sharpe Ratio che tiene conto solo dei rendimenti negativi nella valutazione del rischio.
  • Il Treynor Ratio (%) misura la performance corretta per il rischio utilizzando il beta come misura del rischio sistemico.
  • Il Calmar Ratio misura il rendimento corretto per il rischio dividendo il rendimento medio annuo per il drawdown massimo.
  • Il rendimento attivo è la differenza tra il rendimento del portafoglio e il rendimento del benchmark.
  • Il Tracking error misura la differenza tra i rendimenti del portafoglio e quelli dell'indice di riferimento.
  • L'Information Ratio misura l'eccesso di rendimento corretto per il rischio rispetto al benchmark.
  • Lo Skewness misura l'asimmetria della distribuzione dei rendimenti del portafoglio.
  • L'eccesso di curtosi misura la forma della distribuzione dei rendimenti rispetto a una distribuzione normale.
  • Il Value at Risk storico (5%) misura l'importo massimo della perdita attesa con una probabilità del 5% in un determinato periodo.
  • Il VaR analitico (5%) è una stima del VaR basata su modelli statistici.
  • Il VaR condizionato (5%) si basa su specifici fattori di mercato.
  • L'upside capture ratio (%) misura la capacità del portafoglio di beneficiare dei rialzi del mercato.
  • Il downside capture ratio (%) misura la capacità del portafoglio di resistere alle flessioni del mercato.
  • Il tasso di prelievo sicuro rappresenta il tasso di prelievo annuo massimo che consente al portafoglio di durare indefinitamente.
  • Il tasso di prelievo perpetuo è il tasso di prelievo annuale che consente al portafoglio di durare per sempre, senza esaurire il capitale iniziale.
  • I periodi positivi rappresentano il numero di periodi in cui il portafoglio ha generato rendimenti positivi.
  • Il rapporto guadagni/perdite è un confronto tra i guadagni e le perdite generati dal portafoglio in un determinato periodo.

Assegnazioni ottimali

Su questa base, possiamo affermare che le allocazioni ideali sono dell'ordine del

  • 35-40% di azioni
  • 30-40% di obbligazioni
  • 15-20% di oro
  • 5-15% di liquidità

E questo sulla base di test retrospettivi.

Vale quindi la pena di chiedersi se questa allocazione ha senso.

Per quanto riguarda le obbligazioni, quanto volete allocare tra obbligazioni nominali e obbligazioni indicizzate all'inflazione?

Quanto in oro o altre materie prime?

Quanta liquidità preferite?

Considerazioni di ingegneria finanziaria

Nella gestione del portafoglio, l'ingegneria finanziaria si riferisce alla progettazione e all'adattamento dei portafogli per raggiungere specifici obiettivi di rischio e rendimento.

Utilizzando una combinazione di strumenti, derivati e strategie, un portafoglio può essere progettato o ribilanciato per soddisfare il profilo di rischio-rendimento desiderato, assicurando che gli investimenti corrispondano agli obiettivi e alla tolleranza al rischio dell'investitore.

Ad esempio, le azioni possono essere detenute tramite contratti futures. Alcune obbligazioni possono essere detenute tramite contratti futures. Lo stesso vale per l'oro.

Con i contratti a termine, l'importo della garanzia è ridotto rispetto all'entità dell'esposizione.

Tuttavia, questo aspetto deve essere gestito con attenzione.

Vediamo i seguenti portafogli, concepiti con una leva finanziaria di 2:1:

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 34 893 610 $ 35 995 127 $ 46 268 458 $
 CAGR 14.86% 15.23% 16.43%
 Deviazione standard 7.43% 7.61% 8.21%
 Anno migliore 64.42% 81.25% 82.89%
 Anno peggiore -25.10% -22.25% -24.32%
 Massimo Drawdown -30.78% -28.79% -31.08%
 Rapporto Sharpe 0.84 0.83 0.81
 Rapporto Sortino 1.40 1.39 0.75
 Correlazione con il mercato 0.77 0.75 0.79

Possiamo notare che con il nostro semplice portafoglio bilanciato avremmo ottenuto una volatilità simile a quella delle azioni (circa il 14-16% annualizzato), ma rendimenti significativamente superiori.

I drawdown sono la cosa peggiore nel trading (una perdita del 30% richiede un guadagno del 43% per raggiungere il pareggio) ed è generalmente una buona idea limitarli a un certo livello.

Questo può essere fatto con una migliore diversificazione o utilizzando opzioni OTM per la copertura.

Queste misure costano e riducono il rendimento. Ma la difesa e la gestione del rischio sono gli elementi più importanti.

Se utilizzate una leva finanziaria di 3:1:

  Portafoglio 1 Portafoglio 2 Portafoglio 3
 Bilancio iniziale 10 000 $ 10 000 $ 10 000 $
 Saldo finale 1 308 048 927 $ 1 341 158 502 $ 1 807 860 832 $
 CAGR 25.57% 25.63% 26.35%
 Deviazione standard 22.30% 22.84% 24.64%
 Anno migliore 105.97% 137.45% 140.26%
 Anno peggiore -36.52% -32.70% -35.63%
 Massimo Drawdown -43.39% -40.79% -43.82%
 Rapporto Sharpe 0.94 0.93 0.90
 Rapporto Sortino 1.61 1.59 1.52
 Correlazione con il mercato 0.77 0.75 0.79

Il vostro CAGR è molto elevato (sulla base dei dati passati), ma il vostro drawdown massimo è superiore al 40%.

In genere è una buona idea limitarlo.

Se c'è una cosa che si può trarre da questa sezione, è che la diversificazione combinata con un'attenta ingegneria finanziaria e con la copertura (cioè la riduzione del rischio di coda) può essere una combinazione potente per ottenere un portafoglio con il tipo di rischio e di rendimento che si sta cercando.