Menu

Trading e broker di forex in Svizzera

forex in Svizzera

Grazie ai suoi settori dei servizi e della finanza altamente sviluppati, la Svizzera dispone di un'economia tra le più stabili e competitive al mondo. Conosciuto per le sue potenti banche, il paese ha anche una forte industria ed è tra le nazioni leader nel trading e nell'innovazione tecnologica. Il mercato svizzero dei cambi è fiorente, mentre la moneta nazionale, il franco, è una delle valute più scambiate al mondo.

La Svizzera, ufficialmente la Confederazione Svizzera, è un Paese relativamente piccolo situato principalmente nelle Alpi con una popolazione di oltre 8,5 milioni di abitanti. Nel 2016, lo Stato federale ha dichiarato la più alta ricchezza media per adulto a 561.900 USD. Ma il cioccolato svizzero, la famosa neutralità svizzera, le banche sicure e l'elevato tenore di vita non sono le cose più interessanti di questo Paese. Ufficialmente la Svizzera non ha una capitale, ma ospita quattro regioni linguistiche (tedesco, italiano, francese e romancio). La Svizzera è anche il più grande esportatore mondiale di orologi. Curiosamente, esporta più caffè che cioccolato.

Nonostante l'enorme settore finanziario, le rinomate borse valori e il buon clima d'investimento, non ci sono molti broker forex con sede in Svizzera. La ragione di questo è un po' complicata e sarà spiegata di seguito.

Regolamentazione del mercato forex in Svizzera

Per comprendere meglio il mercato dei cambi in Svizzera - almeno dal punto di vista legislativo e regolamentare - dobbiamo considerare alcuni fatti curiosi su questa nazione. Non fa parte dell'Unione Europea, dello Spazio Economico Europeo o dell'Eurozona (piuttosto è membro dell'Associazione Europea di Libero Scambio), ma partecipa all'area Schengen e al mercato unico europeo. Ciò significa che non rientra nelle competenze dell'Autorità europea degli strumenti finanziari e dei mercati (ESMA), la principale agenzia di regolamentazione finanziaria dell'UE.

Nel 2018, l'ESMA ha introdotto misure drastiche per migliorare la protezione dei trader al dettaglio: leva graduale per diversi strumenti (massimo 30:1 solo per i CFD sulle principali coppie di valute), divieto di bonus offerti dai broker per il trading di CFD e divieto di trading di opzioni binarie.

I broker svizzeri non sono soggetti a queste severe restrizioni e il Paese dovrebbe quindi beneficiare delle nuove norme europee. Molti broker hanno deciso di chiudere i loro uffici con sede nell'UE e di trasferirsi in altre giurisdizioni. Tuttavia, la Svizzera non è stata una scelta preferenziale per loro, soprattutto a causa degli attuali requisiti per il commercio di divise o di CFD nel Paese.

I principali atti legislativi che controllano e regolano i mercati finanziari del paese sono la legge sulle banche, la legge sulle istituzioni finanziarie e la legge federale sulle infrastrutture dei mercati finanziari e la condotta sui mercati dei titoli e dei derivati. Per poter offrire servizi di trading in Svizzera, i broker devono ottenere una licenza bancaria. Tuttavia, questo status è associato al rispetto del più rigoroso regime normativo del settore finanziario.

In Svizzera, come nel resto del mondo, le banche devono soddisfare i più elevati standard in termini di sicurezza, solidità finanziaria, politiche antiriciclaggio, ecc. Per ottenere una licenza bancaria nel paese, le aziende devono dimostrare di essere organizzazioni affidabili, solvibili e serie. Devono avere un capitale minimo di 20 milioni di franchi. In confronto, il requisito per le società di brokeraggio nella maggior parte delle giurisdizioni europee è di soli 100.000 euro. Secondo la normativa locale, i commercianti svizzeri sono protetti fino a CHF 100'000.-.

I broker devono fornire un accesso diretto al mercato ai loro clienti - la manipolazione dei prezzi, la manomissione della piattaforma e altre tattiche fraudolente sono severamente vietate. Le società sono considerate fornitori di liquidità in quanto sono in grado di assorbire la maggior parte dei volumi scambiati. Tutto questo è, ovviamente, estremamente impegnativo, motivo per cui sul mercato operano solo poche aziende.

Regolatori finanziari svizzeri

La principale autorità di vigilanza finanziaria in Svizzera è l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), un'agenzia governativa indipendente dal Dipartimento federale delle finanze dal punto di vista istituzionale, funzionale e finanziario. Con sede a Berna, la capitale de facto del Paese, dipende direttamente dal Parlamento svizzero.

La FINMA è stata creata nel 2007 in seguito all'adozione della legge federale sull'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari, che ha riunito diverse istituzioni in un'unica agenzia: l'Ufficio federale delle assicurazioni private (UFAP), la Commissione federale delle banche e l'Autorità di controllo per la lotta contro il riciclaggio di denaro. La FINMA è l'autorità di vigilanza per le banche, le assicurazioni, le borse e le altre infrastrutture dei mercati finanziari, le società di gestione dei fondi, gli investimenti collettivi di capitale, le banche emittenti di ipoteche, gli intermediari finanziari e le case mobiliari (ex commercianti di valori mobiliari).

Rilascia tutti e tre i tipi di licenze - licenze bancarie, licenze fintech e licenze per società di intermediazione mobiliare. Inoltre, avvia le indagini e ha il potere di sospendere e revocare le licenze. La FINMA non può tuttavia imporre sanzioni in caso di sospetta cattiva condotta - il Parlamento svizzero ha il diritto di farlo. Nel complesso, l'agenzia è responsabile della concessione di licenze, della supervisione, della regolamentazione e dell'applicazione parziale. Il suo obiettivo primario è quello di proteggere gli interessi degli investitori e dei creditori, garantendo al contempo il buon funzionamento dei mercati finanziari.

Modalità di pagamento per il trading di valuta in Svizzera

Sebbene la Svizzera sia economicamente e tecnologicamente molto avanzata, il denaro contante è ancora il re dei pagamenti giornalieri. Ma poiché oggi le persone fanno più cose online che mai, i pagamenti online sono diventati molto popolari - le carte di credito e di debito sono le preferite dai cittadini svizzeri, seguite dai portafogli digitali (sui desktop e sui cellulari). La maggior parte delle persone nel paese ha un conto in almeno una banca.

Non sorprende quindi che la maggior parte dei broker forex offra queste diverse opzioni di pagamento ai trader in Svizzera. I clienti possono depositare denaro istantaneamente sul loro conto trading utilizzando una carta di credito o di debito - le carte Visa, Visa Electron, Mastercard e Maestro sono solitamente offerte. In generale, queste carte hanno dei limiti convenienti (limiti minimi bassi e massimi alti), anche se questo varia a seconda dell'emittente della carta. I prelievi di contanti richiedono da 1 a 3 giorni lavorativi e le commissioni sono spesso coperte dai broker.

I bonifici bancari sono un altro mezzo di pagamento utilizzato da quasi tutti i broker svizzeri. La maggior parte delle aziende consente ai propri clienti di depositare o prelevare fondi tramite trasferimenti SWIFT e SEPA. Sono considerati un modo sicuro e affidabile per trasferire denaro, ma sono anche più lenti delle carte di credito e hanno commissioni più elevate.

Tuttavia, uno dei mezzi di pagamento più popolari tra i trader svizzeri è l'utilizzo di portafogli digitali. Molti portafogli elettronici sono supportati nel paese e da broker online come Skrill, Neteller e PayPal. Alcune società di brokeraggio sostengono anche i pagamenti in valute criptate come Bitcoin o Litecoin, anche se non sono molto popolari in Svizzera.

Piattaforme di trading popolari in Svizzera

I traders svizzeri utilizzano gli stessi tipi di software per accedere al mercato delle divise dei loro omologhi in tutto il mondo. La scelta della piattaforma di trading è fondamentale, in quanto ogni piattaforma è progettata per un particolare tipo di trading e di strumenti finanziari - alcune sono perfette per il trading di coppie di valute, mentre altre sono utilizzate principalmente per l'acquisto e la vendita di azioni. Naturalmente, ogni tipo di software ha anche funzioni, caratteristiche e opzioni di personalizzazione diverse. Alcune piattaforme offrono caratteristiche più complesse che vengono utilizzate principalmente dai trader professionisti.

Ci sono molti altri aspetti da considerare quando si sceglie un broker e un sistema di trading. La stragrande maggioranza dei broker forex online offre ai propri clienti l'accesso allo stesso software di scambio. Ci sono una manciata di programmi software che sono estremamente popolari e facili da usare. Ad esempio, MetaTrader 4, una piattaforma ampiamente utilizzata per il trading sul forex, è adatta a quasi tutti coloro che sono interessati al mercato dei cambi.

Infatti, quasi tutti coloro che operano nel mercato Forex utilizzano MT4 o MT5, sia individualmente che in combinazione con altri tipi di software per l'analisi e il backtesting. Tuttavia, entrambi i tipi di piattaforme sono disponibili per desktop e laptop, così come per i dispositivi iOS e Android .

Un'altra piattaforma di trading, cTrader, sviluppata dalla società cipriota Spotware Systems, offre l'accesso a più strumenti finanziari, funzioni di trading più avanzate e prestazioni leggermente migliorate. La piattaforma ha un design pulito e un'interfaccia utente e una vasta gamma di indicatori tecnici, oltre a molteplici funzioni per il trading professionale. Offre esecuzione veloce, trading algoritmico, numerosi strumenti di disegno, copy trading e molto altro ancora.

Trading mobile in Svizzera

L'esplosione della tecnologia mobile negli ultimi anni ha permesso ai trader di accedere ai loro conti direttamente dai loro telefoni e tablet. I dispositivi e i pacchetti di abbonamento sono diventati più convenienti che mai, mentre le applicazioni native dei broker sono state trasformate in applicazioni comode, intuitive e potenti che sono altrettanto funzionali delle piattaforme di trading desktop.

Come nel resto d'Europa, i traders di valuta svizzeri preferiscono ora aprire i loro conti in movimento. Qualche anno fa, utilizzavano le applicazioni mobili per tenersi semplicemente aggiornati sulle novità economiche e sulle tendenze del mercato, ma ora usano i loro telefoni per comprare e vendere sui mercati finanziari. Non hanno nemmeno bisogno di avere un conto presso un broker per scaricare la loro applicazione di trading.

Una volta che l'applicazione è installata sull'App Store o su Google Play, possono iscriversi per un account demo o un account reale. Naturalmente è consigliabile per i novizi del mercato dei cambi iniziare sempre con un conto demo, ma per poter operare con denaro reale, dovranno registrare un conto reale e verificarlo. Una volta fatto questo, saranno in grado di sfruttare tutte le caratteristiche e le funzionalità della piattaforma di trading direttamente dal loro dispositivo iOS o Android.

F.A.Q.

1. Il trading di valuta è legale in Svizzera?
Sì, l'acquisto o la vendita di coppie di valute è completamente legale e regolamentata nel paese. I trader possono scegliere tra diversi broker forex e una vasta gamma di coppie di valute maggiori e minori.

2. Posso scambiare franchi svizzeri?
Sì, il franco svizzero (CHF) è una delle valute più scambiate sul mercato forex. Naturalmente i trader svizzeri hanno accesso a tutte le coppie CHF: USD/CHF, GBP/CHF, EUR/CHF, CHF/DKK, CHF/JPY e molte altre.

3. Esiste una garanzia sui depositi dei clienti in Svizzera?
Tutte le banche e i commercianti di valori mobiliari in Svizzera sono tenuti a rispettare le disposizioni vigenti, che prevedono che tutti i depositi siano assicurati fino a CHF 100'000.- per cliente e per banca.

4. Quale agenzia è responsabile della regolamentazione dei broker di forex in Svizzera?
L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) è responsabile della vigilanza e della regolamentazione dei mercati finanziari in Svizzera. Regola tutti gli operatori del mercato e rilascia tutte le licenze bancarie per i broker di forex.

5. In Svizzera sono ammesse le opzioni binarie?
Sì, a differenza della maggior parte dei paesi europei, la Svizzera non vieta il trading di opzioni binarie, un'opzione finanziaria a rendimento fisso altamente speculativa. Questi prodotti finanziari sono considerati rischiosi e sono adatti soprattutto ai trader più esperti.

Brokers Regolazione Piattaforma Depostio minimo
XM CySEC, ASIC, BIFSC  MetaTrader 4 e 5 5 €/$
HF Markets CySEC, FCA, DFSA, FSCA, FSA MetaTrader 450 €/$
Admiral MarketsFCA, ASIC, CySEC MetaTrader 4 e 5 200 €/$
Pepperstone FCA, ASIC, DFSA  MetaTrader 4 e 5
 cTrader
150 €/$
FCA: Regno Unito, CySEC: Cipro, BIFSC: Belize, ASIC: Australia, DFSA: Dubai, FSCA: Sudafrica, FSA: Seychelles
Il trading di CFD si basa sulla speculazione e comporta un rischio significativo di perdita, quindi non è adatto a tutti gli investitori (dal 74 all'89% dei conti di investitori privati perdono denaro).