Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

Fidelcrest  City Traders Imperium

Dividendi e riacquisti di azioni

Dividendi e riacquisti di azioni

Nei mercati azionari, le società utilizzano comunemente due metodi per restituire il capitale agli azionisti: i dividendi e i riacquisti di azioni.

Entrambi i metodi presentano vantaggi e svantaggi e la scelta tra di essi può essere una decisione cruciale sia per le società che per gli investitori.

Questo articolo esplora i vantaggi e gli svantaggi di ciascun metodo, esamina le implicazioni fiscali e considera i motivi per cui le aziende possono scegliere uno piuttosto che l'altro.

Principali insegnamenti - Dividendi e riacquisto di azioni proprie

I riacquisti di azioni possono migliorare l'utile per azione, offrire flessibilità ed essere più efficienti dal punto di vista fiscale per gli investitori, ma presentano anche potenziali svantaggi come il costo opportunità (perdita di altre opportunità di investimento), il breve termine e la mancanza di trasparenza.

I dividendi possono generare reddito, dare un segnale di stabilità, incoraggiare la disciplina manageriale e ridurre la volatilità, ma possono anche essere inefficienti dal punto di vista fiscale per gli investitori, offrire una minore flessibilità e presentare costi di opportunità.

La scelta tra dividendi e riacquisti di azioni dipende da una serie di fattori, tra cui la salute finanziaria, le preferenze degli investitori, le implicazioni fiscali e gli effetti di segnalazione, e le società possono scegliere di attuare entrambi i metodi contemporaneamente per bilanciare i vantaggi e gli svantaggi di ciascuno.

Vantaggi del riacquisto di azioni proprie

I riacquisti di azioni, noti anche come stock buyback, si verificano quando una società riacquista le proprie azioni sul mercato aperto, riducendo così il numero di azioni in circolazione.

Questa pratica presenta diversi vantaggi:

Miglioramento dell'utile per azione (EPS)

Con un numero inferiore di azioni in circolazione, gli utili per azione aumentano, il che può portare a un aumento del prezzo delle azioni.

Flessibilità

Le società possono scegliere quando riacquistare azioni, consentendo loro di adattare la propria strategia di allocazione del capitale in base alle necessità.

Effetto segnale

Il riacquisto di azioni può segnalare la fiducia del management nelle prospettive future dell'azienda, suggerendo che il titolo è sottovalutato.

Efficienza fiscale

Rispetto ai dividendi, i riacquisti di azioni possono essere più efficienti dal punto di vista fiscale per gli investitori, in particolare per quelli che rientrano nelle fasce d'imposta più alte.

I riacquisti aumentano il prezzo delle azioni, a parità di altre condizioni, dato il minor numero di azioni. Questo aumento avviene sotto forma di plusvalenza e non di reddito come i dividendi.

Svantaggi del riacquisto di azioni proprie

Nonostante i loro vantaggi, i riacquisti di azioni proprie presentano anche alcuni svantaggi:

Costo opportunità

I fondi utilizzati per il riacquisto di azioni proprie potrebbero essere impiegati per altri investimenti nell'azienda, come ricerca e sviluppo, acquisizioni o riduzione del debito.

Orientamento a breve termine

Alcuni critici sostengono che i riacquisti di azioni possono incoraggiare il management a pensare a breve termine, dando priorità al prezzo delle azioni rispetto alla creazione di valore a lungo termine.

Ridotta trasparenza

A differenza dei dividendi, che sono facilmente quantificabili, i buyback possono essere più difficili da valutare per gli investitori.

Questo potrebbe portare a una riduzione della domanda di azioni, in particolare tra gli investitori individuali che spesso tendono a privilegiare i titoli a dividendo per il reddito che offrono.

Potenziale di manipolazione

Le società possono utilizzare i buyback per manipolare gli utili per azione, creando un quadro fuorviante della performance finanziaria.

Vantaggi dei dividendi

I dividendi sono pagamenti in contanti effettuati dalle società agli azionisti, spesso su base trimestrale.

Questo metodo di restituzione del capitale presenta diversi vantaggi:

Generazione di reddito

I dividendi forniscono agli investitori un flusso costante di reddito, che può essere particolarmente interessante per i pensionati e altri investitori attenti al reddito.

Segni di stabilità

Le società con una politica di dividendi coerente sono spesso considerate stabili e affidabili, il che può attrarre gli investitori a lungo termine.

Disciplina per il management

L'impegno a pagare i dividendi può incoraggiare il management a concentrarsi sulla generazione di flussi di cassa sostenibili e su un'allocazione efficiente del capitale.

Volatilità ridotta

I titoli a dividendo tendono a essere meno volatili rispetto ai titoli non a dividendo, il che li rende un'opzione di investimento più conservativa.

Svantaggi dei dividendi

Tuttavia, i dividendi presentano anche alcuni svantaggi:

Inefficienza fiscale

I dividendi sono generalmente tassati a un'aliquota superiore rispetto alle plusvalenze, il che li rende meno efficienti dal punto di vista fiscale per gli investitori.

Flessibilità ridotta

Una volta che una società ha stabilito una politica dei dividendi, può essere difficile ridurli o eliminarli senza impattare negativamente sul prezzo delle azioni.

I dividendi indicano essenzialmente agli investitori che ritengono garantita una certa quantità di profitti.

Costo di opportunità

Come nel caso dei buyback, i fondi utilizzati per i dividendi potrebbero essere destinati ad altri investimenti orientati alla crescita.

Warren Buffett: riacquisti di azioni (e dividendi)

Dividendi o riacquisti di azioni - considerazioni fiscali

Dal punto di vista fiscale, i riacquisti di azioni possono essere più vantaggiosi per gli investitori, in quanto sono generalmente tassati a un'aliquota inferiore rispetto ai dividendi.

Questo perché i rimborsi danno luogo a plusvalenze, che spesso sono tassate a un'aliquota inferiore rispetto ai dividendi.

Tuttavia, le considerazioni fiscali dipendono dalla situazione fiscale e dalla giurisdizione di ciascun investitore.

Perché le società scelgono i dividendi in contanti rispetto ai riacquisti di azioni?

Le società possono scegliere i dividendi in contanti rispetto ai riacquisti di azioni per una serie di motivi, tra cui il mantenimento di una politica di dividendi stabile, l'attrazione di investitori orientati al reddito o la soddisfazione delle aspettative degli azionisti.

Inoltre, alcuni investitori considerano i dividendi come un metodo più trasparente e tangibile di restituzione del capitale rispetto ai riacquisti di azioni.

Inoltre, le società che pagano dividendi da molto tempo possono essere riluttanti a cambiare il loro approccio, in quanto ciò potrebbe avere un impatto negativo sul sentiment degli investitori e potenzialmente danneggiare il loro prezzo delle azioni.

Confronto di agenti di borsa

Brokers
Commissioni di intermediazione Azioni Nessuna commissione per un volume massimo mensile di 100.000 euro e poi 0,20%.
Conto demo
La nostra opinioneTrading senza commissioni, ma con una scelta di titoli limitata a 3.289 azioni e 358 ETF.
  XTB
L'investimento comporta un rischio di perdita

Domande frequenti

Il riacquisto di azioni proprie è meglio dei dividendi?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché la scelta tra riacquisto di azioni proprie e dividendi dipende da una serie di fattori, tra cui la situazione finanziaria della società, le preferenze degli investitori e le considerazioni fiscali.

Entrambi i metodi presentano vantaggi e svantaggi e l'opzione più appropriata varia a seconda delle circostanze specifiche.

Qual è un esempio di calcolo del riacquisto di azioni proprie?

Per illustrare il calcolo di un riacquisto di azioni, ipotizziamo che la società A abbia 1.000.000 di azioni in circolazione, scambiate a 20 dollari per azione, e decida di riacquistare 100.000 azioni.

Il costo totale del riacquisto sarebbe di 2.000.000 di dollari (100.000 azioni x 20 dollari per azione).

Dopo il riacquisto, ci sarebbero 900.000 azioni in circolazione (1.000.000 - 100.000).

Se l'utile netto della società rimane invariato, l'utile per azione (EPS) aumenterà perché ora ci sono meno azioni in circolazione.

Quali sono i fattori che le aziende devono considerare nella scelta tra dividendi e riacquisto di azioni?

Nella scelta tra dividendi e riacquisto di azioni, le aziende devono considerare i seguenti fattori:

  • Salute finanziaria: prima di attuare una delle due strategie, le società devono assicurarsi di disporre di sufficienti riserve di liquidità e di un bilancio solido.
  • Preferenze degli investitori: le società devono considerare le preferenze dei loro azionisti, in quanto alcuni investitori potrebbero preferire i dividendi come fonte di reddito, mentre altri potrebbero preferire l'apprezzamento del capitale attraverso il riacquisto di azioni.
  • Implicazioni fiscali: il trattamento fiscale dei dividendi e dei riacquisti di azioni varia e le società devono tenerne conto al momento della decisione.
  • Effetti di segnale: i dividendi e i riacquisti di azioni possono inviare messaggi diversi al mercato e le società devono considerare il potenziale impatto sul sentiment degli investitori.

Qual è l'impatto del riacquisto di azioni proprie sul prezzo delle azioni di una società?

I riacquisti di azioni possono avere un impatto positivo sul prezzo delle azioni di una società per diversi motivi.

In primo luogo, riducendo il numero di azioni in circolazione, i riacquisti aumentano gli utili per azione (EPS), il che può portare a un aumento del prezzo delle azioni.

In secondo luogo, i riacquisti di azioni possono segnalare al mercato che il management della società ritiene che le sue azioni siano sottovalutate, il che può aumentare la fiducia degli investitori ed esercitare una pressione al rialzo sul prezzo delle azioni.

Una società può attuare contemporaneamente dividendi e riacquisti di azioni?

Sì, una società può scegliere di distribuire dividendi e riacquistare azioni contemporaneamente.

Alcune società possono optare per un approccio ibrido, distribuendo parte degli utili sotto forma di dividendi e utilizzando il resto per il riacquisto di azioni.

Questa strategia consente alle società di rispondere alle diverse preferenze degli investitori - e può contribuire a diversificare la loro base di investitori - e di bilanciare i vantaggi e gli svantaggi di entrambi i metodi.

Ad esempio, una società può destinare i dividendi alla parte stabile dei suoi utili e utilizzare i programmi di riacquisto quando ha un forte flusso di cassa ciclico.

Conclusione

Sia i dividendi che i riacquisti di azioni proprie presentano vantaggi e svantaggi unici per le società e gli investitori.

La scelta tra i due metodi dipende in ultima analisi dalle circostanze specifiche, dagli obiettivi e dalle preferenze di entrambe le parti coinvolte.

Comprendendo i pro e i contro di ciascun approccio, gli investitori possono prendere decisioni più informate sulla loro strategia di investimento, mentre le aziende possono determinare il modo più efficace per restituire il capitale agli azionisti e favorire la creazione di valore a lungo termine.