Indice di forza relativa (RSI) - Relative Strength Index

RSI è un indicatore di potenza che varia tra 0 e 100. Consente di visualizzare graficamente le zone di ipervenduto (oversold) o ipercomprato (overbought) calcolando il rapporto tra le medie degli aumenti e le medie delle gocce in un periodo definito.

Pertanto, durante il periodo di calcolo, se la coppia di valute ha registrato solo aumenti, l'RSI tende a 100. D'altra parte, quando il mercato ha solo sperimentato scende il suo valore è vicino a 0. Quando le forze rialziste e ribassiste sono neutralizzate, il suo valore è intorno a 50.

Il periodo di osservazione più comune è di 14 giorni, un periodo più breve genererà un numero significativo di segnali falsi.

 

Usi di RSI

Identificare le aree di ipercomprato e ipervenduto

Se l'RSI è 70 o superiore, la coppia di valute è ipercomprata (segnale di vendita)

Se l'RSI è inferiore o uguale a 30, la coppia di valute è ipervenduta (segnale di acquisto)

Questi segnali possono essere affidabili in un mercato senza tendenza e in brevi periodi. Se il mercato ha un trend rialzista, è consigliabile utilizzare segnali di acquisto quando l'RSI è inferiore a 30 e il contrario in una tendenza al ribasso.

Se il periodo RSI è inferiore a 14, la zona di ipercomprato inizierà a 80 e la zona di ipervenduto inizierà a 20.

Se il periodo RSI è maggiore di 14, il livello di ipercomprato inizierà a 65 e il livello di ipervenduto sarà 35.

Indice di forza relativa (RSI)

 

Identificare le divergenze e le inversioni del mercato

L'RSI permette di cercare divergenze nelle zone di tensione, segnando un possibile rallentamento o un'inversione di tendenza.

RSI divergenze