Menu

Analisi tecnica con oscillatore stocastico

Inventato da George Lane, lo stocastico è un indicatore di momentum che mette a confronto il livello dei prezzi della chiusura con lo spread di prezzo in un determinato periodo. Come la RSI, consente di visualizzare graficamente le zone ipervenduto e ipercomprato.

Poiché questo indicatore è molto volatile, è consigliabile combinarlo con diversi oscillatori, come l'RSI o il M.A.C.D. Lo stocastico lento è il più utilizzato perché è meno volatile e quindi fornisce meno segnali falsi.

 

Usi di Stochastic (lento)

Lo stocastico è meglio utilizzato in un mercato senza tendenza. Se il mercato ha una tendenza al rialzo, è preferibile utilizzare i segnali di acquisto e, al contrario, se la tendenza è bassa.

- Identificare le aree di ipercomprato (overbought) e ipervenduto (oversold)

Se Stochastic è maggiore di 80, la coppia di valute è ipercomprata (segnale di vendita)

Se lo stocastico è inferiore a 30, la coppia di valute è in vendita (segnale di acquisto)

Stochastic (lento)

- Individuare aree di divergenza e inversioni di mercato

Quando lo stocastico si evolve nella direzione opposta, si dice che sia in divergenza. Questo segnale è il precursore di un'inversione imminente.

divergenza e inversioni di mercato