Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

Darwinex Zero  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

I concetti chiave di una buona strategia di trading

I concetti chiave di una buona strategia di trading

Le fondamenta

Un'attività di trading di successo si basa su solide fondamenta. Molti commettono l'errore di pensare che una strategia di trading complicata sia sinonimo di trading efficiente e di grandi profitti, ma spesso non è così. Nessun trader, a prescindere dal suo livello, avrà successo se non padroneggia le basi. Se non si padroneggiano i seguenti consigli, le giornate di trading finiranno prima ancora di cominciare.

  • Scegliete con cura i fondi - Prima di finanziare il vostro conto, dovete pensare a quanto capitale siete disposti a rischiare. I trader di successo raramente rischiano più del 2% dei loro fondi su una singola posizione - la maggior parte si accontenta dell'1%. Accantonate i fondi in base a questa regola empirica, anche se la vostra strategia di trading sembra molto efficace, e siate pronti a subire perdite, anche se i momenti migliori sono difficili.
  • Iniziare in piccolo - Non solo in termini di capitale, ma anche in termini di portata. È molto più facile concentrarsi su pochi titoli e capirli man mano che ci si orienta, piuttosto che cercare di seguire 20 opportunità di trading contemporaneamente. Per iniziare, scegliete ad esempio due o tre titoli che si adattano alla vostra strategia di trading e seguiteli finché non vi sentite a vostro agio.
  • Istruirsi - Ovviamente è importante avere una buona conoscenza delle strategie di trading e dei titoli che si utilizzano, ma i trader devono anche tenersi aggiornati sul settore nel suo complesso. Seguite le notizie di mercato e i comunicati economici rilevanti, come gli annunci di utili o le relazioni sulle prospettive economiche.
  • Tempismo - Oltre a temporizzare correttamente le operazioni nell'ambito della vostra strategia di trading, fate attenzione all'ora del giorno. Gli orari di apertura e chiusura sono spesso accompagnati da una volatilità difficile da cogliere senza esperienza e che può portare a forti perdite per i principianti. Iniziate aspettando una ventina di minuti fino a quando non sarete pronti.
  • Pratica - La maggior parte dei broker offre conti demo, che possono essere strumenti eccellenti per familiarizzare con le basi del trading e con le piattaforme specifiche. La loro utilità va ben oltre, poiché consentono di mettere in pratica nuove strategie di trading o di perfezionare quelle esistenti senza alcun rischio finanziario.
  • Prendetelo sul serio - È improbabile che possiate ottenere profitti significativi dedicando un'ora al giorno al vostro lavoro. Probabilmente avrete bisogno della maggior parte delle ore di una giornata lavorativa per individuare, identificare e cogliere le opportunità di mercato abbastanza rapidamente.
  • Prendere le distanze - Visti i rischi associati al trading, è essenziale non lasciare che le emozioni compromettano la vostra strategia. Scegliete la vostra strategia di investimento, pianificate le operazioni e attenetevi ad esse; non lasciate mai che l'avidità o la paura vi impediscano di ritirarvi da un'operazione fallita.

Concetti chiave

La scelta di un asset è importante quanto la scelta di una strategia di trading, con implicazioni significative se effettuata in modo errato. Tre concetti chiave influenzano il numero di opportunità disponibili, il loro potenziale di profitto e il loro rischio di perdita. Nessun trader può avere successo senza una solida comprensione della volatilità, della liquidità e del volume.

  • Volatilità - Un'arma a doppio taglio, ma redditizia. Una maggiore volatilità è caratterizzata da intervalli di prezzo più ampi in un determinato periodo e comporta movimenti di prezzo più ampi. Questo vi consentirà di ottenere maggiori profitti con le operazioni di successo, ma anche maggiori perdite con quelle non andate a buon fine.
  • Liquidità - Facilita maggiori profitti consentendo di entrare e uscire dalle azioni a prezzi interessanti. Un'elevata liquidità si traduce spesso in spread più bassi, per cui meno denaro viene sottratto ai mercati, e in un basso slippage, per cui il prezzo presentato è quello a cui viene abbinato l'ordine.
  • Volume - Una considerazione importante per tutti i trader e per tutte le strategie di trading. Il volume indica la quantità di scambi di un'attività, spesso sotto forma di volume medio di scambi giornalieri. Il volume di solito indica l'interesse per un'azione o una coppia di valute, ad esempio.

La nostra selezione di broker CFD

CFD Brokers Piattaforma Regolazione Aprire un conto demo
MetaTrader 4 e 5
AvaOptions
ASIC, CBFSAI, FRSA, BVI FSC, FSCA, JFSA, OCRCVM AvaTrade
MetaTrader 4 e 5
cTrader, TradingView
FCA, ASIC, CySEC, BaFin, DFSA, SCB, CMAPepperstone
xStation 5 FCA, KNF, CySEC, BIFSC, CNMV, DFSAXTB
MetaTrader 4 e 5 CySEC, FCA, ASIC, JSC, OCRCVM, FSCAAdmirals
MetaTrader 4 e 5
ActivTrader, TradingView
FCA, CSSF, SCB, BACEN & CVM, CMVMActivTrades
MetaTrader 4 y 5
ActivTrader, TradingView
FCA, BaFin, ASIC, FINMA, FSCA, MAS, FMA, DFSA, JFSA, CFTCIG
MetaTrader 4 e 5 CySEC,ASIC,BIFSC XM
ASIC: Australia, BaFin: Germania, BIFSC: Belize, BVI FSC: Isole Vergini britanniche, BACEN e CVM: Brasile, CySEC: Cipro, CNMV: Spagna, CMVM: Portogallo, CSSF: Lussemburgo, CFTC: USA, CBFSAI: Irlanda, CMA : Oman, DFSA: Dubai, FCA: Regno Unito, FINMA: Svizzera, FSPR - FMA: Nuova Zelanda, FRSA: Abu Dhabi, FSA: Seychelles, FSCA: Sud Africa, JFSA: Giappone, JSC: Giordania, KNF: Polonia , MAS: Singapore, IIROC: Canada, SCB: Bahamas, VFSC: Vanuatu
Il trading di CFD comporta un significativo rischio di perdita, quindi non è adatto a tutti gli investitori. Il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading di CFD.

6 strategie di trading popolari

1. Breakout

La strategia di trading breakout prevede l'analisi di particolari livelli tra i quali il prezzo rimbalza ripetutamente, formando un canale delimitato da un livello di supporto in basso e da un livello di resistenza in alto. Quando il prezzo esce da questo canale, la volatilità tende ad aumentare e il prezzo probabilmente continuerà a seguire la nuova direzione per qualche tempo.

I breakout sono spesso il punto di partenza di importanti movimenti di prezzo e tendenze, offrendo grandi opportunità di profitto. Più i livelli di supporto e resistenza sono stati raggiunti senza essere violati, più vengono convalidati e più è probabile che un breakout continui la prossima volta che vengono violati.

La scelta dell'asset giusto è importante per questa strategia di trading; provate a guardare la storia dello strumento per vedere quanto spesso si formano i canali e se i breakout tendono ad avere successo.

Una volta violato il canale, il trader dovrebbe aprire una posizione nell'asset. Se il prezzo chiude al di sopra del livello di resistenza, si deve aprire una posizione lunga. Allo stesso modo, se il prezzo chiude al di sotto di un livello di supporto, il trader dovrebbe prendere una posizione corta sull'asset.

Pianificazione dell'uscita

Con le strategie di breakout, i punti di entrata e di uscita devono essere pianificati con attenzione. I dati recenti sull'asset sono un'utile guida per le previsioni, in particolare l'ampiezza del canale o la dimensione media dell'oscillazione del prezzo. In altre parole, se i canali recenti sono stati larghi otto punti di prezzo, dovreste pianificare di prendere profitto sette o otto punti sopra il precedente livello di resistenza o sotto il precedente supporto.

Quando si verifica un breakout rialzista, il vecchio livello di resistenza diventa spesso il nuovo livello di supporto e viceversa per i breakout ribassisti. Tuttavia, i breakout possono fallire e il modo più semplice per accorgersene è vedere il prezzo chiudere all'interno del vecchio canale dopo aver iniziato un breakout.

Sfortunatamente, l'impostazione di uno stop al vecchio livello non è sufficiente a evitare le perdite derivanti da un breakout fallito. Infatti, un breakout spesso testerà il vecchio livello di resistenza e l'impostazione di uno stop direttamente a quel livello probabilmente comporterebbe un'uscita prematura e una perdita di profitti. Potreste avere maggiori possibilità di vincere un'operazione impostando uno stop più comodo all'interno del vecchio canale, anche se ciò comporterà perdite maggiori in caso di fallimento del breakout.

Si noti che queste strategie di trading richiedono un'attenta analisi tecnica.

2. Scalping

Lo scalping è una delle strategie di trading meno semplici, che consiste nel trarre vantaggio da piccoli movimenti di prezzo utilizzando volumi massicci. Gli scalper generalmente acquistano e vendono gli strumenti molto rapidamente, di solito non appena un'operazione diventa redditizia.

Lo scalping è l'esatto contrario della filosofia "il tempo sul mercato è meglio del timing sul mercato". Al contrario, si utilizza una rigorosa strategia di uscita per limitare le perdite e vendere su periodi molto brevi.

Lo scalping sulle opzioni può essere un modo entusiasmante di fare trading, anche se è una delle strategie di trading più rischiose che funzionano, poiché richiede alti livelli di concentrazione, resistenza e disciplina.

Gli scalper traggono il massimo profitto da attività altamente volatili e liquide, poiché gli spread e lo slippage annullano facilmente i piccoli guadagni per azione che ottengono.

3. Momentum

Il momentum trading è una strategia di investimento molto popolare, soprattutto tra i trader alle prime armi, perché il suo principio è semplice. Consiste nel saltare sul carro quando la popolarità di uno strumento aumenta, portando a un forte trend rialzista, per poi vendere al suo picco. I trader possono valutare la volatilità recente e il volume di trading di un asset in crescita per determinare quando il suo slancio sta rallentando.

Un approccio comune per individuare i principali trend rialzisti consiste nel seguire le notizie e le relazioni aziendali, utilizzarle per individuare le tendenze e aprire una posizione quando il momentum è forte. Esistono anche diversi strumenti che aiutano la strategia di momentum trading, tra cui l'RSI a due giorni e la divergenza della media mobile di convergenza (MACD).

Il rovescio della medaglia del momentum trading è il cosiddetto fading the price drop, che consiste nello shorting di uno strumento quando il suo trend rialzista inizia a vacillare. La posizione viene poi chiusa dopo il ribasso, quando il prezzo scende di nuovo.

4. Trading di notizie

Il trading di notizie economiche è una strategia popolare che non utilizza l'analisi tecnica per investire nelle notizie. Questa strategia fondamentale può essere utilizzata sia per il trading intraday che per gli investimenti a lungo termine. Il principio è semplice: i prezzi e i mercati si muovono in risposta agli annunci di notizie importanti.

Il FSTE, ad esempio, è composto da una serie di banche e istituzioni finanziarie. Pertanto, se prevedete un annuncio da parte dell'UE che afferma il controllo sulla liquidità in seguito alla Brexit, potreste essere in grado di prevedere in che modo si muoverà il valore delle azioni bancarie del Regno Unito.

5. Inversione di tendenza

La maggior parte delle strategie di trading rifugge dalle inversioni, in quanto causano il fallimento della tendenza e riducono i profitti. Tuttavia, alcuni trader le sfruttano a proprio vantaggio, prevedendo le inversioni e pianificando le proprie operazioni in base ad esse. Il trading sulle inversioni viene talvolta definito "mean reversion".

Le inversioni di tendenza sono estremamente difficili da prevedere, altrimenti la maggior parte dei trader abituali non si farebbe sorprendere. La tempistica dell'inversione non è l'unica cosa che deve essere accuratamente prevista, poiché la forza dell'inversione gioca un ruolo importante nella redditività di un'operazione. Un metodo per prevedere le inversioni è noto come tecnica del sushi roll, sviluppata da Mark Fisher. Esistono anche strumenti come le Bande di Bollinger, che possono essere combinate con il MACD per identificare le inversioni.

Il trading sulle inversioni è molto complesso e richiede una conoscenza approfondita del mercato e una grande esperienza. Si tratta quindi di una strategia di trading difficile e rischiosa per i principianti.

6. Punti di rotazione giornalieri

Questa strategia di trading è la più lunga tra quelle intraday e si concentra sulla volatilità netta della giornata. Il principio consiste nell'individuare il prezzo più basso della giornata e aprire una posizione lunga. Una volta che l'asset raggiunge il massimo del giorno, la posizione viene chiusa e la volatilità del giorno è stata utilizzata. La difficoltà sta nell'individuare questi massimi e minimi.

I punti di pivot sono uno strumento utile in questa strategia, in quanto forniscono un'indicazione della direzione generale del prezzo del giorno e aiutano a identificare i picchi e i minimi. I punti di pivot sono utili anche per altre strategie, come il breakout e il trend trading.

Gestione del rischio

Le perdite sono prevedibili; nessuna strategia di trading è efficace al 100%, altrimenti tutti la userebbero e i mercati crollerebbero. La chiave per un trading redditizio è vincere più operazioni di quante se ne perdano e fare in modo che i guadagni siano maggiori delle perdite.

Limitare le perdite è particolarmente importante per i trader a margine, le cui strategie si affidano ai broker per accedere a un maggior numero di mercati e a posizioni più ampie. Se il potenziale di profitto è maggiore, il rischio e l'entità delle perdite sono più significativi.

Stop Loss

Gli stop loss sono ordini di mercato che chiudono automaticamente le posizioni aperte a un orario prestabilito. Vengono utilizzati per bloccare perdite non necessarie e per controllare i livelli di esposizione al rischio per ogni transazione.

Nel caso di una posizione lunga, i trader possono piazzare uno stop-loss al di sotto di un minimo recente, per evitare che un breakout inverso porti a grandi perdite. Per le posizioni corte, lo stop-loss può essere posizionato al di sopra di un recente massimo. Inoltre, alcune strategie di trading NSE, ad esempio, collocano gli stop-loss in base ai livelli di volatilità.

Un approccio comune consiste nel posizionare due diversi stop-loss. Il primo è uno stop-loss fisico a un livello predeterminato, dettato dalla strategia di trading seguita. Il secondo stop-loss è di tipo mentale e si colloca in un punto che indica che i criteri di entrata sono stati violati da un'inversione inaspettata del prezzo.

Dimensione della posizione

La dimensione della posizione è un altro elemento importante delle strategie di trading. Se combinate stop-loss ben posizionati con un semplice calcolo, non perderete mai più di una parte prevedibile e gestibile del vostro capitale se la vostra strategia di trading fallisce.

Una tecnica comunemente applicata da molti trader di successo è il metodo dell'1%, così chiamato perché non si può perdere più dell'1% dei propri fondi in una determinata operazione. La posizione di stop-loss dovrebbe essere dettata dalla strategia di trading utilizzata e, una volta scelta, è possibile calcolare la dimensione della posizione.

  1. Trovare la differenza tra il prezzo di entrata (E) e il prezzo di stop-loss (L) per determinare il rischio per azione (r) r=E-L
  2. Dividete l'1% del vostro capitale (C) per il rischio per azione per determinare la dimensione massima della posizione (S) S= (C×1⁄100)/r=(C×1⁄100)/(E-L)

La relazione tra questo calcolo e la leva finanziaria nel trading a margine è spesso fonte di confusione. La dimensione della vostra posizione rimarrà sempre la stessa, la leva viene selezionata dopo questo calcolo per consentirvi di aprire la posizione se è più grande dell'ammontare del capitale nel vostro conto.

Per garantire che ogni guadagno sia il più grande possibile, verificate che in quel momento il mercato abbia un volume sufficiente per accettare la dimensione della vostra posizione. Se la posizione è troppo grande e il volume non è sufficiente, si verificherà uno slippage.

Strumenti di trading

Strategie di trading sul Forex

Il trading sul Forex tende a essere più rischioso e a breve termine, a causa degli alti livelli di volatilità che accompagnano il trading valutario. Con un'ampia gamma di coppie principali, minori ed esotiche disponibili, ci sono coppie per i trader che amano il rischio e che non hanno bisogno di un grande capitale. Tutte le strategie di trading sopra descritte possono essere applicate ai mercati forex.

Strategie di trading sulle criptovalute

Le criptovalute hanno rapidamente guadagnato popolarità e fama dalla loro nascita nel 2009. Fortunatamente, chiunque può trarre profitto dai mercati delle criptovalute, anche chi non conosce la blockchain, la complessa tecnologia alla base di criptovalute come il Bitcoin, e non ha alcuna speranza sulla loro redditività a lungo termine. Utilizzate le strategie di trading di cui sopra per cercare di trarre profitto dai movimenti del mercato.

Strategie di trading azionario

I mercati azionari sono estremamente popolari e vengono scambiati in volumi massicci sia da singoli investitori che da grandi aziende. Esistono molte altre strategie utili per gli investimenti in borsa, come i crossover delle medie mobili, che osservano le variazioni delle diverse medie mobili per generare punti di entrata e di uscita nel corso della giornata.

Strategie di indicizzazione

Gli indici del mercato azionario sono un paniere di titoli, come azioni o materie prime, che vengono raggruppati e su cui si specula. Gli indici più noti sono il FTSE 100 e l'S&P 500, che misurano rispettivamente la performance delle prime 100 società del Regno Unito e delle prime 500 società statunitensi. Gli indici sono spesso abbastanza stabili e tendono a salire costantemente nel lungo periodo. Sebbene siano generalmente appannaggio dei trader di lungo periodo, una strategia di trading a breve termine può essere adatta anche agli indici.

Strategie di trading con i CFD

I CFD sono uno strumento popolare e molto semplice. I trader scommettono essenzialmente sulla direzione del movimento dei prezzi in un determinato periodo, scambiando alla fine la differenza di prezzo con il broker. Il suo concetto semplice e il fatto che non sia necessario possedere alcun asset sono interessanti per alcuni. Anche in questo caso, i CFD sono disponibili sulla maggior parte dei principali mercati finanziari.

Strategie di trading automatico

Sebbene non sia tecnicamente una strategia di trading in sé, il trading automatizzato è ampiamente utilizzato dagli investitori. L'automazione presenta diversi vantaggi, tra cui reazioni più rapide, protocolli rigorosi e assenza di emozioni. Inoltre, una volta scritti, i robot sono così facili da usare che chiunque può utilizzarli. I robot di trading automatizzati possono essere reperiti online o scritti in proprio; molti broker offrono oggi API e strumenti di scripting per implementare i propri robot di trading.

Strategie di copy trading

I servizi di copy trading sono cresciuti di popolarità negli ultimi anni. Questi semplici strumenti consentono ai principianti di replicare le posizioni e le strategie dei trader di successo sui propri conti. Il copy trading è disponibile per il forex, le azioni, le criptovalute e molto altro. Sono disponibili soluzioni sia gratuite che a pagamento. La maggior parte dei principali broker elenca anche i migliori fornitori di copy trading, per cui è facile trovare un master trader che corrisponda al vostro stile e ai vostri obiettivi.

Materiale didattico

I video

I video sono un interessante strumento di apprendimento, che utilizza una combinazione di spiegazioni audio e visive per aiutare a spiegare le strategie e gli strumenti di trading. Molti broker offrono oggi una propria selezione di video utili, che di solito si trovano sul loro sito web e su YouTube.

Blog

Ad alcuni piace imparare dall'esperienza di altri, e qui i blog sono molto utili. Ne esistono moltissimi, dai piccoli investitori ai trader più famosi ed esperti. I blog sono solitamente gratuiti e spesso forniscono pepite d'oro o modifiche intelligenti alle strategie di trading più comuni.

I forum

Come i blog, anche i forum sono utilizzati da molti trader per condividere le proprie esperienze e conoscenze. Tuttavia, i forum sono più che altro dei forum di discussione, che permettono ai lettori di porre domande e rispondere. Sebbene utili, i forum hanno spesso uno spazio limitato, il che significa compromettere la complessità della strategia o il dettaglio della spiegazione.

PDF

Ideali per elenchi dettagliati come "20 migliori strategie di day trading per le commodity del Regno Unito", i PDF sono spesso facili da seguire e da trovare, e molti appaiono dopo una rapida ricerca su Google. È possibile trovare PDF per trader principianti e avanzati, PDF su strategie estreme, soluzioni per diversi sistemi e metodi, per l'utilizzo di modelli di price action e molto altro ancora. Il download di un PDF è solitamente gratuito e utile per tracciare i propri grafici a candele e indicatori.

I libri

I libri di trading possono colmare le lacune di PDF, blog e forum, combinando l'accessibilità e la portata con un incredibile livello di dettaglio e spiegazioni ben scritte. Se non volete una copia fisica, la maggior parte dei libri è accompagnata da un ebook. I libri spaziano da concetti generali e filosofie di trading a informazioni specifiche e dettagliate sulla costruzione di una strategia di trading per il greggio o per gli ETF a leva, ad esempio.

Corsi online

Per chi preferisce un apprendimento strutturato accompagnato da grafici e animazioni utili, i corsi di formazione online possono fare al caso vostro. Molti siti web offrono corsi sulle strategie di trading, sugli strumenti e sui tool. Alcuni sono gratuiti, altri possono essere costosi. Vale la pena notare, tuttavia, che alcuni broker hanno iniziato a offrire ai propri clienti i propri corsi di formazione. È possibile trovare corsi su quasi tutte le strategie, da quelle di incrocio delle medie mobili a quelle di pareggio.

Un'ultima parola sulle strategie di trading

Esistono molti tipi di strategie di trading e in questo articolo abbiamo presentato alcune delle più popolari e più facili da attuare. In rete si trovano anche numerose informazioni per trovare nuove strategie, dare consigli utili e aiutare nella gestione del denaro. Anche se molti si arrogano questo titolo, non esiste un'unica strategia migliore: ognuna è adatta a trader, asset e mercati diversi.

Domande frequenti

È possibile vivere di trading?

È possibile guadagnarsi da vivere utilizzando strategie di trading. In rete è disponibile un lungo elenco di esempi di sistemi manuali e automatizzati. Sono disponibili numerosi consigli e strategie sotto forma di video e file PDF, che vanno dal day trading sugli indici all'investimento a lungo termine nell'oro.

Tutte le strategie di trading sono quantitative?

No, le strategie di trading possono concentrarsi su molti aspetti diversi e molte di esse si basano su strumenti grafici. Ad esempio, una strategia può utilizzare gli incroci di tre diverse medie mobili semplici fino a 20 giorni per informare le proprie operazioni. Molte strategie di trading si basano su eventi mondiali, notizie e comunicati economici.

Quali strumenti possono essere utilizzati per il trading?

Il trading può essere utilizzato su qualsiasi strumento finanziario negoziato durante il giorno. Si tratta di azioni, futures, criptovalute ed ETF, solo per citarne alcuni. Tuttavia, ogni tipo di strumento ha caratteristiche diverse e alcuni sono più adatti al trading di altri.

Qual è la migliore strategia di trading?

Nonostante i PDF e i siti web che affermano di aver rivelato le migliori strategie di trading, non esiste una cosa del genere. Tutte le strategie presentano vantaggi e svantaggi diversi e sono adatte a trader diversi. La fattibilità e la redditività di una strategia possono dipendere dalla tecnologia disponibile, dalla propensione al rischio, dalla base di capitale, dalle conoscenze di codifica e dai mercati disponibili.

Quali altre strategie di trading esistono?

Esiste un numero infinito di strategie di trading. Oltre alle cinque strategie descritte sopra, esistono strategie di copertura e di spread. Una semplice strategia di trading che utilizza le Bande di Bollinger e il MACD, ad esempio, funzionerà bene per alcuni, mentre altri utilizzeranno complessi algoritmi statistici basati su dati di sette giorni fa. Le strategie possono essere combinate e perfezionate a piacere.