Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

Che cos'è la difesa monetaria?

difesa monetaria

La difesa valutaria è una politica economica attuata da un governo per proteggere il valore della propria valuta dagli speculatori sul mercato dei cambi.

Una difesa valutaria può assumere molte forme diverse, ma in genere comporta l'intervento sul mercato dei cambi per acquistare o vendere valuta al fine di mantenerne il valore all'interno di un intervallo predeterminato.

Le difese valutarie possono assumere forme diverse, ma hanno tutte lo stesso obiettivo: stabilizzare il valore di una valuta e proteggere l'economia da qualsiasi influenza negativa derivante da attività commerciali speculative.

Che cos'è la speculazione valutaria?

La speculazione valutaria si verifica quando i trader acquistano e vendono valute per trarre profitto dalle variazioni dei tassi di cambio.

Sebbene la speculazione valutaria non sia necessariamente dannosa, può esercitare una pressione al ribasso sul valore di una valuta.

Le banche centrali possono cercare di impedire la speculazione sulle loro valute per controllare meglio le pressioni inflazionistiche che potrebbero in ultima analisi minare i loro obiettivi politici e danneggiare l'economia.

La difesa valutaria è un modo in cui un governo cerca di stabilizzare la propria valuta e di proteggerla dagli speculatori.

Acquistando o vendendo la valuta sul mercato aperto, il governo può contribuire a mantenerne il valore all'interno di un intervallo desiderato o a un livello specifico. Ciò consente di evitare l'inflazione e altri problemi economici che potrebbero essere causati da movimenti indesiderati della valuta.

Tuttavia, anche se è consuetudine prendersela con gli speculatori, i venditori allo scoperto e gli altri partecipanti al mercato che scommettono contro una valuta (o un'azione o un'altra attività finanziaria), essi stanno semplicemente deducendo ciò che è probabile che accada.

Ad esempio, George Soros è famoso per aver shortato la sterlina britannica nel 1992, guadagnando oltre 1 miliardo di dollari.

Ma le sue azioni si basavano su una profonda comprensione della situazione economica del Regno Unito in quel momento. In altre parole, non si trattava di un trader disonesto che si era tirato addosso tutto, ma aveva fatto i compiti a casa (con il suo assistente Stan Druckenmiller).

Sebbene la speculazione valutaria che porta a un'eccessiva volatilità e allontana una valuta dal suo valore fondamentale possa essere dannosa per un'economia, è importante ricordare che gli speculatori non sono quasi mai responsabili della perdita di valore di una valuta.

In molti casi, cercano semplicemente di ottenere un profitto prevedendo correttamente ciò che accadrà sul mercato e allocando il proprio capitale di conseguenza.

Come può un governo istituire una difesa valutaria?

Esistono diversi metodi che un governo può utilizzare per attuare una difesa monetaria. Un metodo comune è noto come intervento valutario.

Questo comporta che il governo acquisti o venda valuta sul mercato aperto per influenzare il tasso di cambio. Un altro metodo è quello di utilizzare i controlli sui capitali, che limitano il flusso di valuta in entrata e in uscita dal Paese.

L'intervento monetario e i controlli sui capitali possono essere efficaci nel breve periodo, ma possono anche avere effetti negativi sull'economia nel lungo periodo. Ad esempio, l'intervento monetario può portare alla manipolazione delle valute, che può creare condizioni di disparità nel commercio globale.

Quali sono alcuni esempi di difese monetarie?

Esistono molti esempi diversi di difese valutarie attuate dai governi di tutto il mondo. Un esempio è la difesa monetaria della Cina nei confronti del dollaro USA.

La Cina ha generalmente gestito la propria valuta in una fascia ristretta rispetto al dollaro USA.

(È comune che i Paesi emergenti aggancino la loro valuta a quella del loro principale partner di esportazione o a quella della principale valuta di riserva mondiale. In ogni caso, si tratta degli Stati Uniti per la Cina).

Per difendere la propria valuta all'interno di questo intervallo, la Cina acquista dollari quando lo yuan diventa troppo forte rispetto al biglietto verde e vende dollari per acquistare yuan quando lo yuan diventa troppo debole.

Nel corso del tempo, la Cina è diventata più disposta a fluttuare la propria valuta e la sua economia è diventata più forte e dinamica.

Un altro esempio è la Russia nel 2022, dopo l'invasione dell'Ucraina.

Questa invasione ha innescato sanzioni da parte dei Paesi di tutto il mondo, il che significa che esiste un rischio significativo di fuga di capitali dalla Russia.

Per arginare il potenziale flusso di capitali, la Russia ha imposto controlli sui capitali e ha anche aumentato i tassi di interesse dal 9,5% al 20% per attirare più risparmi nel rublo e difendere la propria valuta.

Molti dei rialzi dei tassi d'interesse si sono naturalmente riflessi nei contratti di cambio a termine.

Tasso di interesse russo

Svantaggi di una difesa valutaria

Le difese valutarie possono essere efficaci per stabilizzare il valore di una valuta, ma possono anche presentare alcuni svantaggi.

Un potenziale svantaggio è che l'intervento sulla valuta può richiedere una grande quantità di capitale per essere efficace.

Un altro problema potenziale è che le difese monetarie possono creare un rischio morale.

L'azzardo morale si verifica quando un Paese o un governo è protetto dalle conseguenze negative delle sue azioni. Questo può portare a imprudenza e ad altri problemi economici in seguito.

Nonostante questi potenziali svantaggi, le difese monetarie possono essere un modo efficace per un governo di stabilizzare il valore della propria valuta e proteggere la propria economia dagli attacchi speculativi.

Tipi di intervento monetario

Intervento sterilizzato

Per intervento sterilizzato si intende il processo con cui le banche centrali o le autorità monetarie influenzano il valore della loro valuta senza modificare la base monetaria.

Questo tipo di intervento valutario viene solitamente effettuato attraverso l'uso di riserve valutarie.

Ad esempio, se una banca centrale desidera svalutare la propria moneta, vende la propria valuta sul mercato aperto e utilizza il ricavato per acquistare valuta estera.

La banca centrale tratterrà quindi la valuta estera fino a quando il valore della propria valuta non raggiungerà il livello desiderato.

A questo punto, la banca centrale può invertire il processo vendendo la valuta estera e riacquistando la propria valuta.

Intervento non sterilizzato

L'intervento non sterilizzato si verifica quando una banca centrale o un'autorità monetaria modifica l'offerta di moneta per influenzare il valore della propria valuta.

Questo tipo di intervento sulla valuta viene solitamente effettuato attraverso operazioni di mercato aperto.

Ad esempio, se una banca centrale desidera svalutare la propria moneta, vende la propria valuta sul mercato aperto e utilizza il ricavato per acquistare valuta estera.

Questo processo aumenta l'offerta di moneta ed esercita una pressione al ribasso sul valore della valuta.

Alcune banche centrali, come la Banca Nazionale Svizzera (BNS), hanno creato moneta e acquistato azioni estere per svalutare la propria valuta e utilizzare le attività estere come fonte di finanziamento.

Intervento indiretto

Esistono altre forme di intervento indiretto.

Controlli sui capitali

I controlli sui capitali sono restrizioni che un governo impone al flusso di valuta in entrata e in uscita da un Paese.

I controlli sui capitali possono essere utilizzati per difendere una valuta rendendo più difficile per gli speculatori scommettere contro quella valuta.

Ad esempio, se un paese impone un controllo sui capitali, gli speculatori dovrebbero acquistare la valuta per scommettere contro di essa.

Ciò comporterebbe una pressione al rialzo sulla valuta e renderebbe più difficile per gli speculatori trarre profitto da un calo della valuta.

Aumento dei tassi di interesse

Un'altra forma di intervento indiretto è l'aumento dei tassi di interesse. Questo può essere fatto per attirare investimenti e capitali stranieri nel Paese.

Tassi di interesse più elevati incoraggiano gli investitori a investire nel Paese. Questo afflusso di capitali può contribuire a sostenere la valuta e a difenderla dagli attacchi speculativi.

Controlli di cambio

Un Paese può decidere di influenzare la propria valuta imponendo restrizioni commerciali in determinate valute.

Questo per evitare che gli speculatori scommettano contro la valuta o facciano trading su altre valute per influenzare il tasso di cambio.

Controllo dei prezzi e dei salari

Un governo può anche decidere di attuare controlli sui prezzi e sui salari per difendere la propria valuta.

Il controllo dei prezzi e dei salari viene talvolta utilizzato per evitare che l'inflazione eroda il valore della valuta.

Possono anche contribuire a tenere sotto controllo i salari, rendendo più competitive le esportazioni di un Paese.

Mascellamento

Il jawboning si riferisce all'uso di parole o indicazioni da parte dei politici per muovere un mercato in una direzione o in un'altra.

Nel contesto dell'intervento monetario, il jawboning si riferisce generalmente ai responsabili politici che dichiarano pubblicamente la loro intenzione di difendere una valuta a un certo livello.

Questo può essere un modo efficace per dissuadere gli speculatori dal puntare contro la valuta e può contribuire a stabilizzarne il valore.

Svantaggi dell'intervento valutario

Le manovre politiche incompatibili con i principi fondamentali sono destinate a fallire.

Misure come il controllo dei cambi e altre restrizioni possono semplicemente portare alla creazione di un mercato nero.

I controlli sui capitali sono di solito facili da aggirare, perché le persone cercheranno di far uscire il loro denaro in qualche modo. Le persone potrebbero provare valute alternative, come altre valute nazionali, oro, criptovalute o altri depositi di valore.

In effetti, la sola idea che le persone sappiano che potrebbero non essere in grado di ritirare i loro soldi li incoraggerà a farlo, un po' come una corsa in banca.

Molte politiche, come il controllo dei prezzi e dei salari, tendono a creare distorsioni piuttosto che alleviare i problemi.

Un altro potenziale svantaggio è che l'intervento monetario può richiedere una grande quantità di capitale per essere efficace.

Inoltre, le difese monetarie possono creare un rischio morale, ossia l'idea che le persone siano più disposte a correre rischi se sanno che esiste una rete di sicurezza.

Ad esempio, se un paese sa di poter contare sull'intervento monetario per sostenere la propria valuta, potrebbe essere meno incline a perseguire politiche economiche sane, in grado di adeguare le spese alle entrate e di garantire che le attività superino le passività.

L'intervento monetario non è privo di rischi e svantaggi, ma può essere un modo efficace per un paese di difendere la propria valuta.

I responsabili politici devono essere consapevoli delle potenziali insidie dell'intervento monetario, ma la difesa monetaria può essere uno strumento utile per stabilizzare il valore di una valuta.

Difesa monetaria - Domande frequenti

Come organizzano le banche centrali la difesa della loro moneta?

Ci sono diversi modi in cui le banche centrali difendono il valore della loro moneta, tra cui

  • operazioni di mercato aperto
  • intervento indiretto
  • controlli sui capitali
  • aumento dei tassi di interesse
  • controlli sui cambi
  • controllo dei prezzi e dei salari e
  • Il jawboning o la forward guidance.

Quali sono i benefici dell'intervento monetario?

L'intervento monetario può contribuire a stabilizzare il valore di una valuta e a impedire che l'inflazione eroda il potere d'acquisto della moneta.

Può anche contribuire a contenere i salari, rendendo più competitive le esportazioni di un Paese.

Quali sono gli svantaggi dell'intervento monetario?

È improbabile che le politiche che non sono in linea con i fondamentali abbiano successo.

Non è raro che i responsabili politici, di fronte alla necessità di svalutare, bluffino pubblicamente dicendo che difenderanno la valuta, per poi lasciarla cadere per creare un mercato a due vie.

I controlli sui cambi e altre restrizioni sui capitali possono semplicemente portare alla creazione di un mercato nero.

Infine, molte politiche, come il controllo dei prezzi e dei salari, tendono a creare distorsioni piuttosto che alleviare i problemi.

Che cos'è una crisi valutaria?

Una crisi valutaria è solitamente caratterizzata da un rapido e forte calo del valore di una valuta.

Una crisi valutaria può essere causata da una serie di fattori, tra cui

  • deficit commerciali insostenibili
  • alti livelli di indebitamento (troppe spese e/o troppo poche entrate)
  • instabilità politica e
  • intervento della banca centrale.

Quali sono alcuni esempi di crisi o crolli valutari?

Tra le crisi valutarie degne di nota ricordiamo la crisi del debito dell'America Latina negli anni '80, la crisi finanziaria dell'Asia orientale alla fine degli anni '90 e la crisi dei mutui subprime nel 2007-2008, che ha portato a problemi valutari in diversi Paesi.

Che cos'è una guerra valutaria?

Una guerra valutaria è un conflitto economico tra due o più Paesi in cui ciascuna parte cerca di svalutare la propria valuta per ottenere un vantaggio competitivo.

Le guerre valutarie possono portare a guerre commerciali, nonché a crisi e crolli valutari.

Che cos'è la manipolazione valutaria?

La manipolazione valutaria è l'intervento deliberato di una banca centrale o di un'altra autorità sul mercato dei cambi per raggiungere un obiettivo specifico, ad esempio sostenere il valore della valuta.

La manipolazione valutaria è talvolta chiamata anche "fluttuazione sporca".

Quali sono gli esempi di manipolatori di valuta?

Tra i principali manipolatori di valuta del passato figurano: Cina, Giappone e Corea del Sud.

Più recentemente, la Svizzera e il Vietnam sono stati identificati dal governo statunitense per le loro pratiche di gestione valutaria e finanziaria.

È possibile evitare le crisi valutarie?

Non esiste una risposta univoca a questa domanda, poiché le crisi valutarie possono essere causate da diversi fattori.

Detto questo, alcuni economisti ritengono che le crisi valutarie potrebbero essere evitate se i Paesi attuassero politiche economiche sane e mantenessero livelli sani di riserve estere.

In definitiva, le crisi valutarie si sviluppano di solito perché i paesi guadagnano più di quanto spendono e hanno un debito eccessivo rispetto alle loro attività.

Qual è il modo migliore per proteggersi dal rischio di cambio?

Esistono diversi modi per proteggersi dal rischio di cambio, tra cui: la copertura, la diversificazione del portafoglio e la detenzione di una certa quantità di attività non finanziarie come le materie prime.

La copertura è l'utilizzo di strumenti finanziari per compensare l'esposizione al rischio di cambio.

Anche la diversificazione del portafoglio tra diverse classi di attività può contribuire a mitigare il rischio valutario.

Per coloro che non hanno un ampio accesso alle valute, l'investimento in titoli garantiti da valute, come gli ETF valutari, può anche fornire una certa protezione contro il rischio valutario.

Come fa il governo a controllare la valuta?

Il governo può controllare la valuta attraverso vari metodi, tra cui la fissazione dei tassi di interesse, la stampa di moneta e l'intervento sul mercato dei cambi.

Il governo può influenzare la valuta anche attraverso la politica commerciale, come le tariffe e altre restrizioni.

Qual è la differenza tra denaro e moneta?

La moneta è un tipo di denaro utilizzato come mezzo di scambio nelle transazioni.

Tuttavia, non tutte le valute sono denaro.

Alcune valute, come le criptovalute, non sono sostenute da un governo e possono non essere accettate come moneta legale, a parte rare eccezioni (ad esempio, El Salvador).

Il denaro, invece, si riferisce a tutto ciò che viene accettato come pagamento di beni e servizi o come rimborso di debiti.

Questo include la valuta e altri beni come l'oro e l'argento.

Un Paese può cambiare la propria valuta?

Sì, un Paese può cambiare la propria valuta.

Tuttavia, si tratta di una decisione importante che di solito viene presa solo in tempi di crisi economica o per far parte di un'unione monetaria che, a seconda del Paese, presenta più vantaggi che svantaggi.

Tra gli esempi di paesi che hanno cambiato valuta ci sono lo Zimbabwe, che ha abbandonato la sua moneta nel 2009, e la Grecia, che ha introdotto l'euro nel 2002.

Cosa succede alla valuta di un paese quando si verifica un'iperinflazione?

La strada più comune è quella di eliminare gradualmente la vecchia valuta e adottarne una nuova con un sostegno molto forte.

Questo supporto può essere costituito da oro, argento, petrolio, terreni e altri beni che hanno una base tangibile.

Ciò garantisce la fiducia nella valuta.

Perché la Cina manipola la propria valuta?

La Cina è intervenuta sul mercato dei cambi per mantenere basso il valore della propria valuta.

Questo ha reso le esportazioni cinesi più competitive e ha contribuito alla crescita economica del Paese.

Ora che la Cina è diventata un'economia più orientata al consumo, è più disposta a lasciare fluttuare la propria valuta.

Quali sono le conseguenze della manipolazione valutaria?

La manipolazione valutaria può avere una serie di conseguenze volute e non volute.

Le conseguenze previste della manipolazione valutaria sono l'aumento delle esportazioni, l'accelerazione della crescita economica e la creazione di posti di lavoro.

Tuttavia, la manipolazione valutaria può anche avere conseguenze indesiderate, come inflazione, guerre valutarie e bolle speculative o economiche.

Qual è la differenza tra denaro e moneta?

La moneta è un tipo di denaro utilizzato come mezzo di scambio nelle transazioni.

Il cambio di valuta, invece, è il processo di scambio di una valuta con un'altra.

Ciò può avvenire per una serie di motivi, ad esempio: per commerciare a livello internazionale, per investire in attività estere o per pagare beni e servizi acquistati all'estero.

Quali sono le coppie di valute più popolari?

Alcune delle coppie di valute più popolari sono: EUR/USD, USD/JPY, GBP/USD, USD/CHF e AUD/USD.

Queste coppie di valute sono solitamente negoziate sul mercato dei cambi.

L'USD è la principale valuta di riserva del mondo ed è quindi spesso associato alle coppie di valute più popolari.

Quali fattori influenzano i tassi di cambio?

I tassi di cambio sono influenzati da vari fattori, tra cui gli indicatori economici, la politica della banca centrale, gli eventi mondiali e la speculazione del mercato.

Gli indicatori economici, come l'inflazione e il prodotto interno lordo (PIL), possono influenzare i tassi di cambio.

Anche le politiche delle banche centrali, come le variazioni dei tassi di interesse, possono influenzare il valore delle valute.

Anche gli eventi mondiali, come l'instabilità politica o le catastrofi naturali, possono causare la fluttuazione del valore delle valute.

Infine, la speculazione di mercato può giocare un ruolo nei movimenti del tasso di cambio.

Perché svalutare una moneta?

Una valuta può essere svalutata per diversi motivi, ad esempio per stimolare le esportazioni, combattere la deflazione o correggere una valuta sopravvalutata.

Una svalutazione monetaria può anche essere una misura competitiva in risposta alla svalutazione della moneta di un altro Paese.

In che modo una svalutazione monetaria stimola le esportazioni?

Una svalutazione della moneta non incide sui redditi interni.

Si tratta essenzialmente di uno sconto al resto del mondo.

Se un tasso di cambio passa da 2,00 a 1,00, significa che un paese estero che acquista con quella valuta estera può comprare il doppio.

Ciò contribuisce a stimolare la domanda di esportazioni.

Ciò significa anche che i detentori nazionali della valuta possono acquistare la metà delle importazioni.

In altre parole, se un Paese ha un forte deficit delle partite correnti, svalutare la sua moneta è un buon modo per riportarlo in equilibrio stimolando le esportazioni (entrate) e riducendo le importazioni (uscite).

Per questo motivo il livello del conto corrente è monitorato dai trader valutari.

Qual è la differenza tra denaro e beni?

Il denaro è un tipo di denaro che viene utilizzato come mezzo di scambio nelle transazioni.

Le materie prime, invece, sono risorse naturali utilizzate per produrre beni e servizi.

Esempi di materie prime sono petrolio, oro, argento, gas naturale, rame, grano e mais.

Qual è la differenza tra denaro e debito?

Il denaro è un tipo di denaro che viene utilizzato come mezzo di scambio nelle transazioni.

Il debito, invece, è un obbligo di restituzione di una somma di denaro.

Il debito può assumere la forma di obbligazioni, prestiti, note o altri strumenti di debito.

Che cos'è un ancoraggio valutario e perché un paese lo fa?

Un ancoraggio valutario è il caso in cui un Paese lega il valore della propria valuta a un'altra valuta, di solito il dollaro USA o un'altra valuta di riserva.

Un ancoraggio valutario può essere utilizzato come strumento per stabilizzare il valore di una valuta.

Sintesi - Difesa monetaria

La difesa monetaria si verifica quando un Paese o un governo interviene sul mercato dei cambi per stabilizzare il valore della propria valuta.

Le difese monetarie possono assumere forme diverse, ma tutte mirano a stabilizzare il valore di una valuta e a proteggere l'economia dall'influenza della speculazione.

Si possono utilizzare diverse tecniche, tra cui interventi sterilizzati, interventi non sterilizzati, controlli sui capitali, aumenti dei tassi d'interesse e controlli sui cambi.

Sebbene le difese valutarie presentino alcuni svantaggi, possono essere un modo efficace per un governo di difendere il proprio tasso di cambio.