Menu

Brokers

AvaTrade  Admiral Markets

XM  Skilling

XTB  FxOpen

Plus500  JFD Brokers  

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Borsa

DEGIRO

Investir comporta rischi di perdite

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

OKEx  Kraken

Skrill  PrimeXBT

Bitpanda

Alti livelli di testosterone mettono i giovani trader in una posizione di svantaggio

testosterone traders

Nota importante: Se sei un giovane adulto o un uomo di mezza età, dovresti prestare particolare attenzione alla lezione di oggi, perché ti fornirà informazioni che cambieranno il gioco e che potrebbero migliorare drasticamente i tuoi risultati di trading.

Siamo tutti abituati a restituire i profitti che abbiamo appena fatto su un trade vincente, ma perché lo facciamo? Quali sono le cause di fondo del perché così tanti trader tendono a restituire i loro profitti così rapidamente come li hanno ottenuti, e rimangono bloccati in un ciclo di "surriscaldamento" del mercato? Ancora più importante, una volta che hai capito la causa principale di questi problemi, come puoi sviluppare un piano d'azione per superarli e costruire finalmente un approccio di trading di successo costante?

E se ti dicessi che ci sono processi biologici al lavoro nel tuo cervello che ti impediscono di raggiungere il tuo pieno potenziale come trader? Come descritto nell'articolo "Better Trading Through Science", la ricerca in un nuovo campo chiamato neuroeconomia, una combinazione di economia e psicologia, sta cercando di spiegare come le persone gestiscono il rischio e perché spesso prendono decisioni irrazionali di trading e investimento.

Irrazionalità nel trading

Probabilmente puoi ricordare alcune decisioni irrazionali che hai preso durante il trading. Il problema è che queste decisioni irrazionali sembrano sempre dolorosamente ovvie e stupide a posteriori, ma quando sei nel "calore del momento", quando il tuo trade è in corso, sembri essere posseduto e incapace di vedere chiaramente il pieno impatto di ciò che stai facendo.

Come menzionato nell'articolo precedente, Kahneman e Tversky hanno scoperto che le persone soffrono di più quando perdono denaro che quando lo guadagnano. Tendono quindi a mantenere le azioni perdenti piuttosto che venderle e subire una perdita.

"L'irrazionalità può anche assumere la forma di attaccamento emotivo a un bene. R.J. Weiss, 26 anni, fondatore del blog Gen Y Wealth, ha scritto che si è fatto prendere da un comportamento. Quando suo nonno morì, ereditò delle azioni che venivano scambiate a 25 dollari. Quando le azioni scesero a 20, 10 e poi 5 dollari, Weiss non riuscì a separarsi dal regalo del nonno. Infine, in aprile, ha venduto a 3,04 dollari, subendo una perdita del 90%. "Durante il crollo delle azioni, sapevo che era la cosa sbagliata da fare. Ma non sono riuscito a venderlo", ha scritto Weiss".

Nel Forex trading, il processo decisionale irrazionale si manifesta quando i trader fanno cose come saltare di nuovo sul mercato dopo una perdita per cercare di "recuperare" i soldi che hanno appena perso. Il dolore di perdere soldi spesso induce le persone a fare esattamente il contrario di quello che dovrebbero fare dopo un trade perdente: allontanarsi per un po' / non fare trading.

La gente si affeziona troppo ai commerci e quindi prova troppo dolore quando perde... Questo può venire da molte fonti, come il trading con "soldi spaventati" o il sentirsi "disperati" per far funzionare i trade. Qualunque sia la fonte, il nostro cervello sembra essere cablato per voler sovracompensare la perdita di denaro sul mercato, e questo è chiaramente l'approccio sbagliato, in quanto non c'è nulla da "compensare", in quanto i trade perdenti fanno parte del trading e non si può evitare di perdere alcuni dei vostri trade. Comprendi che il tuo vantaggio di trading (strategia) ha una distribuzione casuale di trade vincenti e perdenti, il che significa che non dovresti davvero "aspettarti" che un particolare trade sia vincente o perdente, perché non sai mai con certezza quale sarà il risultato di un dato trade. Armandoti di questo tipo di logica e consapevolezza, puoi ignorare il dolore emotivo che senti dopo aver perso soldi nel mercato.

Come afferma l'articolo, le persone tendono a provare meno piacere nel fare soldi che dolore nel perderli. Questo significa che sarà meno probabile che tu ti astenga dall'overtrading dopo una grande vincita, poiché tendiamo a non essere mai pienamente soddisfatti dei nostri trade vincenti... o non abbiamo guadagnato quanto volevamo, o il mercato ha continuato a muoversi a nostro favore dopo la nostra uscita. Forse se cerchi di apprezzare di più i tuoi trade vincenti e i profitti che ne hai ricavato, non sarai così negligente con il tuo conto di trading. Dopo aver iniziato a fare profitti ogni mese, è utile prendere un po' di soldi dal tuo conto di trading ogni mese e tenere il denaro freddo e duro nelle tue mani per ricordarti quanto sia reale.

Così, siamo essenzialmente biologicamente preparati a prendere decisioni irrazionali quando facciamo trading sul mercato, di conseguenza, abbiamo bisogno di un modo per contrastare questo svantaggio biologico inerente al trading con cui sembriamo essere nati, e specialmente se sei un maschio giovane o di mezza età...

Come i tuoi ormoni stanno influenzando il tuo trading

Il punto principale dell'articolo menzionato all'inizio di questa lezione è che le persone tendono ad avere diversi livelli di avversione al rischio, e che i giovani tendono ad essere i meno avversi al rischio e quindi prendono le decisioni più irrazionali nel mercato. I loro alti livelli di testosterone e la chimica del cervello li mettono in svantaggio rispetto alle donne e agli uomini più anziani che tendono ad essere più avversi al rischio.

Gli uomini più giovani costituiscono la popolazione dei traders maschi, e tendono a "scatenarsi" a causa dei livelli ormonali più alti che hanno. Le donne e gli uomini più anziani tendono a prendere meno decisioni rischiose sul mercato, principalmente perché non hanno tanto testosterone che scorre nelle loro vene, o come dice John Coates nell'articolo citato sopra: "la molecola che spiega l'esuberanza irrazionale".

Come Coates ha appreso dal suo studio di 250 giovani uomini su un piano di trading: "Come hanno fatto operazioni vincenti, i loro livelli di testosterone sono aumentati ulteriormente, permettendo loro di fare profitti nel pomeriggio. I giovani cominciarono a sentirsi infallibili, impegnandosi in comportamenti sempre più rischiosi, come l'acquisto di azioni sopravvalutate. Ma alla fine, troppo testosterone, troppi errori di giudizio, hanno spinto i mercati a massimi insostenibili. Alla fine del ciclo, le azioni sopravvalutate sono crollate e i livelli di testosterone sono tornati alla normalità".

Una delle ragioni principali per cui continuiamo a vedere questi enormi crolli finanziari e le esplosioni degli hedge fund è che queste professioni sono dominate da giovani uomini pieni di testosterone che diventano sempre più sicuri man mano che vincono, fino a quando la loro eccessiva sicurezza porta a errori di giudizio e prendono troppi rischi... che inevitabilmente li porta a restituire tutte le loro vincite e di solito molto di più.

Prevenzione

Le implicazioni della ricerca discussa sopra è che noi giovani uomini dobbiamo ingoiare un po' il nostro ego e fare trading più come le donne e gli uomini più anziani, essere un po' più attenti e lavorare di più su questa parte più importante del trading. Sappiamo tutti che la maggior parte dei trader tende a fallire nel lungo termine, e i giovani uomini costituiscono la maggioranza dei trader... quindi non è sorprendente che questa fascia demografica di trader tenda ad avere un tasso di fallimento così alto, dato che la maggior parte di loro ha una chimica cerebrale che lavora contro di loro e non vogliono lasciare andare la loro arroganza per ammettere e lavorare su questo fatto, o non ne sono consapevoli. Dobbiamo sviluppare un piano d'azione per contrastare la nostra chimica cerebrale contro il trading.

  • Dobbiamo lavorare sui nostri ormoni (soprattutto se sei un giovane uomo) in modo da non operare su una falsa fiducia. Contrastiamo questi sentimenti seguendo una routine/piano di trading quotidiano che include un promemoria scritto della nostra tendenza a diventare troppo sicuri di sé e mantenendo una consapevolezza cosciente di questa realtà. Prova a monitorarti come se fossi una parte obiettiva che ti guarda mentre fai trading... prova a staccarti dalle emozioni e dalle "spinte" che potresti provare mentre fai trading, guardale in modo oggettivo e logico, poi lasciale passare senza agire su di esse, premiandoti in qualche modo ogni settimana che raggiungi questo obiettivo.
  • La gestione del rischio e l'attenersi alla propria strategia di trading facendo trading SOLO quando è presente un modello valido sono due ottimi modi per tenere sotto controllo i propri ormoni. Ma sarai sempre incline a sentirti troppo sicuro di te dopo un trade vincente, anche se fai tutto bene. La cosa migliore da fare allora è togliersi dalle schermate di trading, renderlo parte del tuo piano di trading e premiarti alla fine di ogni mese per esserti attenuto al tuo piano.

Una recente ricerca sull'irrazionalità nel trading mostra che gli uomini più giovani tendono ad essere meno avversi al rischio delle donne o degli uomini più anziani. Così, mentre possiamo avere più interesse e passione, in media, della maggior parte delle donne o degli uomini anziani per il trading... abbiamo bisogno di lavorare sull'altro aspetto più importante del trading, che è la gestione delle nostre emozioni e azioni sul mercato... forse molto più di altri gruppi demografici.

Il punto è che devi fare uno sforzo cosciente per controllare le tue emozioni, che possono provenire dagli ormoni e da altri processi biologici, perché se non lo fai, prenderanno il sopravvento e ti faranno perdere soldi prendendo decisioni irrazionali.

Ogni trader è unico

È chiaro che ogni trader è unico a causa della nostra diversa biologia e chimica del cervello. Tuttavia, alcuni gruppi di persone, soprattutto giovani adulti e uomini di mezza età, tendono ad avere più comportamenti a rischio di altri. Non vuoi essere troppo avverso al rischio o troppo avverso al rischio, vuoi trovare un buon equilibrio da qualche parte nel mezzo. Per alcuni trader questo sarà più difficile da raggiungere che per altri, ma con un po' di buon senso e di lungimiranza è possibile.

Dato che nessuno di noi sembra nascere con la chimica cerebrale "perfetta" per un trading di successo, è chiaro che dovremmo tutti sforzarci di contrastare queste imperfezioni pianificando ed essendo disciplinati, ma anche non complicando troppo la nostra strategia di trading. Il modo migliore per controllare la nostra tendenza a diventare troppo sicuri del mercato, a fare trading troppo frequentemente e a prendere troppi rischi, è ridurre ogni aspetto del nostro trading ai suoi ingredienti più elementari. Il fast food è malsano, tutti sono d'accordo, e questo principalmente perché contiene troppi ingredienti innaturali o troppo elaborati. Questa è una buona metafora per pensare al trading, perché se complichi il tuo trading aggiungendo troppi ingredienti innaturali, come indicatori, notizie economiche e altri "riempitivi" di cui non hai bisogno, amplificherai la tua intrinseca tendenza umana a perdere soldi quando fai trading. Quindi la tua predisposizione biologica a fare trading in modo inefficiente può essere superata semplificando il tuo approccio al trading, essendo consapevole di te stesso quando fai trading, essendo previdente e disciplinato.