Menu

Brokers

AvaTrade  Admiral Markets

XM  Skilling

XTB  FxOpen

Plus500  JFD Brokers  

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Borsa

DEGIRO

Investir comporta rischi di perdite

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

OKEx  Kraken

Skrill  PrimeXBT

Bitpanda

La verità proibita sulla psicologia del trading

psicología del trading

Pensare al modo giusto di fare trading nel mercato dei cambi è essenziale, ma non se ne parla abbastanza. Perché imparare le cose nel modo più difficile quando si può iniziare con la consapevolezza delle questioni chiave?

Entrare nella giusta mentalità per il trading è un argomento piuttosto noioso rispetto alle cose davvero eccitanti come entrare nei tuoi grafici, premere effettivamente il grilletto di trading, regolare il tuo stop loss e take profit. Ma è altrettanto importante entrare nel giusto stato d'animo.

Ci sono un sacco di trader esperti che vorrebbero avere qualcuno che li faccia sedere all'inizio della loro carriera di trading e spieghi loro alcuni dei fondamenti che ora hanno imparato nel modo più duro - attraverso un'amara esperienza - ma che avrebbero potuto iniziare a conoscere. La maggior parte delle lezioni che questo immaginario guru del trading avrebbe insegnato loro riguardano la mentalità che si sviluppa quando si inizia a fare trading.

La giusta mentalità

Questa è una delle cose che la gente trova più difficile da capire ad un livello che abbia un impatto reale sui loro investimenti.

Ricordate la prima volta che avete incontrato il trading. Non la prima volta che hai pensato di entrare nel trading, ma la prima volta che hai scoperto il concetto e l'uso del tuo denaro per fare più soldi. Se sei come la maggior parte dei commercianti, questo probabilmente ti è successo quando eri un bambino e hai sentito parlare per la prima volta di quelle persone che piazzano ordini di acquisto e vendita per telefono o in altro modo e seguono il prezzo di un'azione o altri grafici online con alti e bassi pazzeschi. È probabile che l'abbiate visto al cinema o in televisione, e la serie o il film in cui l'avete visto per la prima volta dipende un po' dalla vostra età e dalla generazione a cui appartenete. Per una certa (leggi: più vecchia) coorte di trader, erano i film degli anni '80 e '90 sugli agenti di cambio, come Wall Street o Other People's Money. Il fatto è che quest'era di spettacoli televisivi e film ha davvero ispirato un'intera generazione di commercianti a pensare di poter entrare nel mercato azionario e fare un sacco di soldi durante la notte. Quella generazione ha dovuto imparare a sue spese che il successo notturno richiede anni per materializzarsi.

In altre parole, hanno dovuto imparare e capire che il trading (che sia di materie prime, azioni, valute o altro) è più di una semplice carriera professionale. Una carriera che richiede duro lavoro, esperienza, apprendimento e un impegno da maestro. Naturalmente, ci sono alcuni casi speciali qua e là che sono stati fortunati e hanno vinto grandi quantità di denaro senza troppo sforzo fin dall'inizio. Ma bisogna ricordare che all'altra estremità della curva a campana, c'è tutta una serie di altre persone aberranti che sono state immediatamente eliminate. Per tutti quelli che si trovano nel mezzo di quella curva, non c'è altra alternativa che imparare i pro e i contro del mestiere - allo stesso modo in cui si imparerebbe qualsiasi altro mestiere o professione.

Conoscere la differenza tra buoni e cattivi scambi

È importante concentrarsi sul fare buoni scambi. Ma, alla fine della giornata, cos'è un buon commercio? Molti traders avranno la propria definizione, ma ci sono alcuni elementi che sono innegabili. Uno di questi è che un buon commercio a volte può essere un commercio che ti fa perdere soldi. Cos'è un buon commercio? Dillo di nuovo! Sì, è vero, un buon commercio non è sempre un commercio vincente.

Un buon commercio è quello che hai fatto dopo aver fatto tutti i tuoi compiti. Hai sviluppato un sistema di indicatori tecnici e criteri; hai determinato come gestire la tua scommessa in una data coppia di valute in base a fattori come la volatilità e il rischio; hai calcolato stop ragionevoli per ritirarti dal commercio nel caso in cui le cose vadano male; sei rimasto nel commercio seguendo il piano e il sistema che hai progettato per massimizzare i tuoi guadagni. In breve, un buon commercio è fatto secondo un sistema completo e rigoroso di vostra progettazione, che è stato testato e regolato per massimizzare i guadagni e minimizzare le perdite.

A volte non fare trading è una parte importante per fare un buon trading. Non c'è una regola che dice che devi fare trading e stare fuori da un trade che ti farebbe perdere soldi è uno dei modi migliori per evitare perdite. Se ti astieni consapevolmente e coscientemente dal fare trading perché gli strumenti e gli indicatori che hai costruito nel tuo sistema ti dicono di non farlo, stai mostrando il tipo di pazienza che è importante per fare buoni scambi. Un trader dilettante o novizio sarà tentato di fare scambi per noia o perché ha paura di non aver fatto trading per un po'. Non aspetta pazientemente che tutte le condizioni siano soddisfatte e che tutti i suoi criteri siano rispettati.

Pertanto, un buon commercio che perde denaro vi farà anche uscire dalla posizione in modo tempestivo, il che minimizzerà la perdita. Un cattivo commercio che perde denaro vi farà perdere più di quanto vi aspettavate o più di quanto avevate pianificato in anticipo. Tutti i commercianti entrano in ogni commercio pensando che ne usciranno vincitori. Infatti, la maggior parte dei trader dilettanti hanno più operazioni vincenti che perdenti, ma alla lunga perdono ancora soldi. Non sono in grado di tagliare rapidamente le perdite e lasciare che i guadagni durino più a lungo. In altre parole, prendono rischi su perdite non realizzate più facilmente che su guadagni non realizzati. Dal momento che non c'è modo di sapere in anticipo quali dei tuoi trade saranno vincenti, devi inserirli con la stessa serie di piani di contingenza in atto per ridurre le tue perdite se le cose vanno male e mantenere la posizione al punto appropriato che massimizzerà i tuoi profitti. Questo è il concetto di base della gestione del rischio. Il modo in cui fai trading dovrebbe essere organizzato in anticipo per prendere in considerazione un cambiamento inaspettato nel mercato.

Essere preparati a tagliare le perdite quando le cose non vanno come vuoi tu è un approccio ben pianificato che permette ai trade vincenti di crescere per trarre il massimo vantaggio dai guadagni disponibili. Per capire questo, è necessario rendersi conto che alla fine, non importa come si entra in un commercio. I criteri che ti portano ad entrare in un trade non sono la chiave per fare soldi con il trading. Ciò che ti fa fare soldi è la gestione del rischio, cioè rimanere in un commercio abbastanza a lungo per raccogliere i frutti e uscire rapidamente se non funziona bene. Se puoi progettare e sviluppare un sistema che ti permette di fare questo in modo affidabile, sarai in grado di fare soldi anche se il tuo rapporto profitti/perdite è 50-50 o meno.

Concentrarsi sui pip

I pip sono per i traders di forex ciò che i dollari e i centesimi sono per i traders di azioni. Quando si tratta di azioni e materie prime, si cerca di trarre profitto dal trading in dollari e centesimi - se si compra un'azione quando vale 4,30 dollari e la si vende quando vale 4,70 dollari, si guadagnano quaranta centesimi. Nel trading di valuta estera, si cerca di fare pip. I pip sono la più piccola quantità di una valuta che può essere scambiata. Un pips è un centesimo di un per cento - la più piccola quantità di cui la differenza di valore tra due valute può cambiare.

Concentrarsi sui pip è un modo per non concentrarsi sul denaro che si sta vincendo (o perdendo) su una data transazione. Ma perché dovresti farlo? Beh, parte della risposta è che ti aiuta a concentrarti sul fare buoni scambi. Se ti concentri troppo sul denaro, rischi di ostacolare i tuoi trade. Prima di tutto, ti impedisce di giudicare quali sono gli ordini giusti. Inoltre, concentrandoti troppo sul denaro, introduci un elemento emotivo totalmente inutile nei tuoi trade. Senza volerlo coscientemente, comincerete a pensare a cosa significa quel denaro nel mondo reale - se sono bollette che potete pagare o cose che potete comprare - e improvvisamente, ma impercettibilmente, sentirete una reazione emotiva alla transazione che state progettando. Se tu potessi rimuovere completamente il denaro dall'equazione e concentrarti invece sul successo di ogni trade a livello astratto, il tuo trading migliorerebbe automaticamente. Ecco perché concentrarsi sui pip ti permette di non pensare al denaro che hai investito.

Evitare i cattivi scambi

Così come un buon commercio può perdere soldi, un cattivo commercio può fare soldi... Di solito per caso. Un cattivo commercio è quello in cui sei entrato sulla base di una sensazione, con la sensazione che sarebbe andato come speravi. In generale, se fai un cattivo commercio, non hai nemmeno un sistema ben progettato per gestire il tuo trading o, se lo fai, non ti attacchi ad esso a causa di una reazione emotiva che senti. Ci sono una moltitudine di fattori che rendono un trade cattivo, ma includono l'ignorare il rischio, il giudicare male come pensi che andrà il trade, piazzare ordini di stop o ordini di take profit basati sulla paura o l'adrenalina, o anche non piazzare affatto un ordine di stop perché hai il presentimento che il massimo drawdown non sarà raggiunto.

In effetti, è molto semplice. I trader che perdono soldi nel lungo periodo sono quelli che non hanno un sistema per gestire i loro scambi o che non si attengono al loro sistema se ne hanno uno. Perché sai cosa succederà di tanto in tanto? Soffrirai una serie di perdite, ed è allora che rischi davvero di reagire emotivamente e di scavalcare il sistema che hai messo in atto per impedirti di farlo. Per esempio, supponiamo che tu abbia perso cinque volte di seguito. È allora che si comincia a mettere in discussione tutto. Il tuo sistema sta fallendo? Ti stai attaccando troppo strettamente? Ecco una reazione comune.

Molti trader guardano il loro sesto trade dopo una serie di cinque perdenti e iniziano a ripensare alla dimensione della loro posizione. Alcuni perdono fiducia e riducono la dimensione della loro posizione perché hanno paura di incorrere in un'altra perdita. Altri cercheranno di usare questo sesto trade per recuperare le loro perdite e aumentare la dimensione della loro posizione per compensare. Entrambe queste reazioni sono errori. State lasciando che le vostre emozioni abbiano la meglio su quello che altrimenti - se lo avete fatto correttamente - è un sistema affidabile e robusto che è stato testato guardando i movimenti storici del mercato e che è passato attraverso un conto demo.

Un'altra reazione emotiva comune è quando si è in una transazione e si vede il prezzo andare nella direzione opposta. Guardi il movimento del prezzo e lo vedi avvicinarsi al tuo stop-loss. Molti trader inesperti - specialmente quelli che entrano nel mercato dopo una serie di perdite in cui il prezzo ha colpito lo stop-loss prima di riprendersi - saranno tentati di farsi prendere dal panico e cancellare il loro ordine di stop nella speranza di rimanere nel mercato fino a quando non torna nella giusta direzione. Seduto qui, leggendo con calma questo, puoi vedere immediatamente il problema - il prezzo non sta recuperando e le tue perdite stanno andando fuori controllo. È avere la presenza di spirito di vedere questo accadere nella foga del momento ed esercitare abbastanza autocontrollo da attenersi al tuo piano di trading.

Infine, i trader che hanno smesso di ascoltare il loro sistema (se ne hanno uno) e lasciano che le loro emozioni governino il loro trading fanno anche questo errore. A volte, quando ti impegni in un buon commercio e il prezzo segue il tuo percorso, perdi di vista i tuoi grafici e indicatori e inizi a guardare i soldi. Questo è probabilmente quello che è successo alla maggior parte di noi all'inizio della nostra carriera. Ti perdi nell'eccitazione e cominci a fare rapidi calcoli nella tua testa che danno qualcosa del genere: "Oh amico, non ci posso credere, ho appena vinto 500 dollari! Posso mettere quella rata sulla mia auto/pagare quelle bollette/acquistare quella cosa che avevo in mente".

In altre parole, ci si concentra troppo sul denaro e si esce dal commercio. È solo più tardi, quando guardi l'evoluzione dei prezzi, che ti rendi conto che avresti potuto rimanere più a lungo e aumentare ancora di più i tuoi profitti. Quel tipo di momento emotivo di tirarsi fuori da uno scambio troppo presto è letteralmente l'opposto di quello che si dovrebbe fare. Dovete stimolare le vostre transazioni sulla base di una valutazione razionale di ciò che il vostro sistema vi sta dicendo. Se i tuoi indicatori ti dicono che il movimento dei prezzi ha ancora dei limiti, resta nel giro e regola i tuoi stop di conseguenza. Uscite solo quando il sistema vi dice di farlo.

Ottenere una prospettiva

Un altro elemento importante per entrare nel giusto stato d'animo è mantenere la prospettiva. Questo è un compito difficile, soprattutto all'inizio della vostra carriera di trading. Poiché è qualcosa che di solito viene con l'esperienza, è difficile spiegarlo ai trader principianti. Detto questo, vale la pena parlarne perché esserne consapevoli vi aiuterà ad arrivare più velocemente.

Il fatto è che ogni trader passa attraverso un processo in cui il suo stato d'animo dipende dal suo ultimo giorno di trading. Se quel giorno è andato bene, ti senti bene. Ma se non è andata bene, il tuo stato d'animo ne risente e cominci a perdere la speranza. A volte, dopo alcuni giorni di perdite, anche se sono minori, si può iniziare un fine settimana sentendosi davvero depressi. Questo pone alcuni problemi. Il primo è che è assolutamente estenuante. Ti senti emotivamente esausto e questo può influenzare la tua vita al di fuori del trading. Ed ecco il problema: non è affatto questo lo scopo del trading. Se il trading sul mercato dei cambi ha questo effetto su di te, se ti deprime o addirittura ti fa sentire depresso, non ti diverti più e cominci a vederlo come un lavoro o un peso.

L'altro problema è che questi sbalzi d'umore possono influenzare il tuo trading. Si diventa un trader che comincia a dipendere da quanta fiducia sente in quel particolare momento. E più questo accade, più diventa difficile mantenere il sistema di trading, e meno si mantiene il sistema, più ci si espone a cattivi trade. Se finisci per fare dei cattivi scambi, perderai soldi molto rapidamente. Questa è una spirale crudele in cui puoi cadere se il tuo umore diventa dipendente da come va il tuo trading. Ecco perché è importante mantenere una certa distanza e prospettiva.

Introdurre la regolarità

Un modo per aiutarvi a rimanere avanti è quello di introdurre una certa regolarità nel vostro trading. Se ti ritrovi a fare trading troppo spesso, accedendo appena i mercati aprono e facendo trading regolarmente quando possibile, probabilmente stai facendo overtrading. Naturalmente, ognuno ha il proprio ritmo di trading e bisogna trovare il proprio ritmo. Ma fai attenzione a non fare trading troppo spesso, per noia o perché stai perseguendo un obiettivo irrealistico o un obiettivo di profitto.

Certo, è importante fissare degli obiettivi, ma la gente comincia a dare troppa importanza ad essi. Cominciano a chiedersi se hanno raggiunto il loro obiettivo la settimana scorsa o il mese scorso. Ma dimenticano che tutti hanno una brutta settimana o un brutto mese qua e là. Anche i trader di maggior successo hanno uno o due mesi in cui perdono complessivamente. Non che non raggiungano i loro obiettivi, ma perdono complessivamente in quel mese. Eppure, quando si guarda il loro bilancio dell'anno, stanno facendo grandi profitti.

Questi traders sono quelli che sono riusciti a rallentare la loro attività per noia o per disperazione, sono riusciti a concentrarsi sul loro sistema e - che vincano o perdano - fanno sempre buoni affari. Se riuscite a fare questo, col tempo raggiungerete un punto in cui non farete più affidamento su una buona giornata di trading per mantenervi di buon umore, perché avrete capito che il vostro trading di oggi non influenza il vostro punteggio per il mese o per l'anno. Una volta che sai che il tuo prossimo trade o anche i trade di questa settimana non influenzeranno la tua performance nel lungo periodo, puoi prendere una certa distanza emotiva tra il trade che stai iniziando o il trade che hai appena lasciato e come ti senti su te stesso e sul tuo trade. In definitiva, questa distanza e questa prospettiva saranno vantaggiose anche per il tuo trading, e probabilmente per i tuoi profitti.

Trading in cifre

Capire i numeri dietro il tuo trading è probabilmente la cosa più importante nel forex trading o in qualsiasi altro tipo di trading. Se non capisci i numeri dietro il tuo trading, non stai facendo trading, stai giocando d'azzardo. E non solo si gioca, ma si gioca senza conoscere le probabilità.

Per capire i numeri, devi avere una buona idea del rapporto vincita/perdita che puoi aspettarti dal sistema che hai sviluppato. Naturalmente, essendo il mercato quello che è, non lo conoscerete mai completamente, ma con un robusto backtesting, dovreste avere una buona panoramica di quello che potete aspettarvi.

Oltre ad avere una stima precalcolata del tuo potenziale di profitto/perdita, dovresti anche aver eseguito una valutazione del rischio/ricompensa. Questo significa che dovreste aver calcolato quanto siete disposti a rischiare per un dato profitto, tenendo conto di fattori come la dimensione del vostro portafoglio. Potete anche considerare fattori come il vostro fattore di profitto (quanto guadagnate rispetto a quanto perdete) o il rapporto di Sharpe.

Prima di iniziare a fare trading con un conto reale, puoi eseguire il tuo sistema usando un simulatore e ottenere tutte queste cifre. Finché il vostro sistema non produce in modo affidabile numeri positivi, non sarete un trader di successo o vincente. Se usi un sistema che non produce numeri positivi nel mondo reale, non c'è altro modo di metterlo in pratica che perdere soldi. Questo è un fatto.

Una volta che hai modificato il tuo sistema al punto in cui produce numeri positivi nei simulatori e nei conti demo, sei pronto a metterlo al lavoro nel mondo reale. Ma non è qui che finisce la curva di apprendimento, è qui che inizia il vero apprendimento.

Valutazione ed evoluzione

In un certo senso, essere un trader significa essere sempre onesto sugli errori del passato in modo da poter continuare a imparare da essi. Allo stesso modo, è importante sviluppare e progettare un sistema che produca in modo affidabile risultati positivi e testare accuratamente quel sistema prima di lasciarlo perdere nel mondo reale, si vorrà anche tornare indietro e rianalizzare e rivalutare quel sistema in modo da poter continuare a migliorarlo. Se riuscite a continuare ad adattarvi ed evolvere, sarete in grado di migliorare continuamente le vostre abilità di trader e passare di successo in successo. Come per tutto il resto nel commercio di valuta estera, questo è molto più facile a dirsi che a farsi. Ci vuole lavoro, organizzazione e un investimento del vostro tempo, ma le ricompense possono essere grandi.

Non imparerai mai dai tuoi errori se non sai quali sono stati i tuoi errori. Quindi il primo passo è prendere l'abitudine di tenere un diario di trading. Non deve essere troppo complicato, basta tenere un registro dei tuoi scambi e una breve descrizione del perché hai fatto ogni scambio. Al giorno d'oggi, la gente non si preoccupa di fare questo perché le piattaforme di trading che tutti usano in questi giorni tengono un registro di ogni scambio. E, per essere sicuri, questo è un buon punto di partenza. Tuttavia, vi accorgerete che state guardando indietro su un trade che avete fatto all'inizio dell'anno scorso e il vostro sistema è cambiato nel frattempo. È probabile che non ricordiate i criteri che vi hanno portato a quella transazione. Ecco perché tenere un registro di ogni scambio è uno strumento davvero prezioso. Ti aiuterà anche ad evitare gli scambi emotivi, poiché sarà più difficile giustificarli a te stesso e al tuo diario di trading.

Se siete in grado di tenere un diario su base regolare per un periodo di tempo - diciamo i primi sei mesi - potete vedere i benefici non appena guardate indietro su quel periodo. Anche dopo solo sei mesi di trading, sarete in grado di guardare indietro alle vostre prestazioni passate e individuare una moltitudine di errori da cui potrete imparare ed eliminare. Ma più di questo, sarete in grado di vedere le tendenze in quando e come fate trading. Potresti essere sorpreso di scoprire che fai trading più velocemente dopo una serie di trade persi o che sei più concentrato e performante all'inizio della settimana, rispetto alla fine della settimana quando sei più disattento.

Ci sono probabilmente molti modi per tenere un diario o tracciare i tuoi scambi: alcuni hanno complicati fogli di calcolo con grafici e rapporti, altri tengono un diario fisico che scrivono a mano. Ma la chiave per tenere traccia delle vostre transazioni ed essere in grado di valutare i vostri risultati non è come tenete il vostro diario o organizzate i vostri registri. La chiave è essere onesti con il vostro futuro io. Se si tende a distorcere la verità (anche per omissione) quando si tengono i registri, non si sarà in grado di imparare dai propri errori in modo efficace. Ed è piuttosto facile da fare, specialmente dopo un'operazione molto grande che perde o una serie di operazioni perdenti, quando la tentazione è di dire che sei rimasto fedele al tuo sistema e che sono i capricci del mercato che hanno fatto fallire le tue operazioni. Ma, se siete onesti, può rivelare che avete scambiato incautamente o sopravvalutato un problema nella speranza di rimediare agli errori del passato. In futuro, quando esaminerai questo problema, l'esperienza di apprendimento sarà più preziosa di qualsiasi guadagno che potresti aver ottenuto da quello scambio avventato.

Applicare la R&S

Se vuoi che il tuo sistema di trading sia in costante evoluzione e miglioramento, un modo per raggiungere questo obiettivo è attraverso test continui. Tutti i trader esperti parleranno di test fino a diventare blu in faccia, ma quando sei nuovo, tendi a sentire e capire che devi testare tutti i componenti del tuo sistema e il tuo sistema nel suo insieme che funziona. E, naturalmente, questo è quello che devi fare. Ma i trader di successo sul mercato testano costantemente qualcosa. Che si tratti di un nuovo indicatore che hanno scoperto o di una variazione leggermente diversa del loro sistema attuale. O a volte un approccio radicalmente diverso che usano solo per fare un giro sul loro conto demo per smontarlo e vedere come funziona.

Puoi pensare a te stesso come un trader part-time, uno specialista di R&S part-time. Infatti, mentre fai trading con il tuo sistema nel mondo reale, puoi anche armeggiare con una serie di strumenti o altri sistemi in conti demo e simulatori di trading. In questo modo, i centri di apprendimento del tuo cervello continueranno a funzionare e tu eviterai di rimanere bloccato in una routine. Ma vi permetterà anche di mantenere aggiornato il vostro sistema di trading e di trovare sempre nuovi modi per fare meglio le cose.

Mantenere la calma e la disciplina

I trader migliori e di maggior successo sono controllati, calmi sotto pressione, disciplinati, coerenti e rigorosi. Pochissime persone riescono ad essere tutte queste cose in modo naturale, mentre sognano ancora una carriera nel trading di valute. Per il resto di noi, ci vuole tempo, diligenza, duro lavoro e un ciclo apparentemente infinito di imparare dagli errori del passato e crearne di nuovi per imparare da essi. Ma se sapete e capite questo, potete anche fare alcune cose relativamente semplici per rendervi la vita più facile. O, meglio ancora, ti permette di fare le cose difficili che sono essenziali se vuoi che il forex trading funzioni per te. Perché, alla fine della giornata, il tuo unico vero lavoro come trader è quello di trasformare il trading in qualcosa che rende la tua vita migliore.