Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

Perché la maggior parte dei trader si blocca quando investe in denaro reale

I trader investono in agenti reali

Se avete ottenuto ottimi risultati con il vostro conto demo e avete visto il vostro successo crollare quando avete iniziato a fare trading su un conto live, la lezione di oggi è per voi.

Gli scienziati hanno sempre più prove che il motivo per cui tendiamo a soffocare "quando conta davvero" è semplicemente perché pensiamo troppo. Pensare troppo nel momento sbagliato può portare a "blocchi cerebrali".

I trader possono essere più soggetti a questi "blocchi cerebrali" rispetto a qualsiasi altra professione. L'accesso costante al mercato sui nostri computer portatili, smartphone e tablet, nonché l'enorme quantità di dati economici che circolano ogni giorno su Internet, rendono estremamente facile cadere nell'abitudine distruttiva di pensare e analizzare eccessivamente le nostre operazioni. Dovete quindi sforzarvi di non analizzare eccessivamente il mercato o finirete molto probabilmente per sabotare il vostro successo cercando di analizzare troppe variabili e semplicemente pensando troppo. Vediamo come evitare il bug dell'analisi eccessiva e come passare con successo dal trading demo a quello live...

Come il cervello si intromette...

Molti trader creano semplicemente degli "ingorghi" nel loro cervello quando passano dal trading demo al trading reale, perché iniziano ad analizzare tutto in modo eccessivo. Il colpevole di questo subdolo distruttore di conti è principalmente l'accresciuta consapevolezza che ora la posta in gioco è molto più alta, perché il vostro denaro reale è a rischio. Questo non è molto diverso dalla consapevolezza di un giocatore di basket quando i suoi tiri liberi sono molto più importanti in una partita combattuta a 30 secondi dalla fine. Nel caso del trader, come nel caso del giocatore di basket, l'individuo inizia a lasciare che le aree del cervello "responsabili della pianificazione, della funzione esecutiva e della memoria di lavoro" prendano in mano quello che prima era un processo quasi automatico e privo di stress.

Probabilmente potete capire di cosa sto parlando se avete fatto trading su un conto demo per un po' di tempo prima di passare a un conto live. Quando la pressione non è così alta come su un conto demo, non si pensa troppo e si agisce molto più con il "pilota automatico", in modo da essere quasi "in the zone" con il trading. L'unica differenza tra il trading demo e il trading live è che il denaro è reale su un conto reale, ma questo fatto porta chiaramente a tutta una serie di nuovi processi mentali per la maggior parte dei trader, e sono in gran parte questi processi mentali inutili (overthinking) che causano l'autodistruzione di molti trader poco dopo aver iniziato a fare trading live.

Ecco alcune "trappole" molto comuni in cui molti trader cadono dopo aver avuto successo sul loro conto demo quando passano a un conto live:

1) Semplicemente iniziano a guardare i grafici molto più di quanto non facciano sul conto demo. Questo li porta a fare overtrading e a discostarsi dal comportamento di trading di successo che hanno mostrato sul loro conto demo.

2) Mentre non hanno avuto problemi ad attenersi alla loro strategia di trading sul conto demo, molti trader sembrano buttare tutto fuori dalla finestra quando iniziano a fare trading dal vivo. Da tecnici dei grafici disciplinati e competenti diventano dipendenti dal trading e dal gioco d'azzardo.

3) Molti trader iniziano ad applicare tonnellate di indicatori confusi e disordinati sui loro grafici dopo aver iniziato a operare su un conto live. Cominciano a trasformare la loro vecchia strategia di trading semplice ed efficace in un metodo di trading "Frankenstein" che non avrebbe assolutamente senso per chiunque abbia una mentalità "logica".

4) I trader iniziano a cercare di evitare le perdite quando iniziano a fare trading dal vivo. Nella demo, non ci pensavano due volte a perdere un'operazione perché non c'era denaro in gioco e non sentivano alcuna "pressione". Il trading su un conto reale, soprattutto quando si è assunto un rischio eccessivo su un'operazione, induce i trader a pensare a tutti i modi per evitare le perdite; l'hedging e il mancato utilizzo degli stop loss sono i modi principali. Purtroppo, per quanto ci si sforzi, non si può evitare di perdere le operazioni. Quindi bisogna affrontarle e accettarle, non cercare di evitarle.

5) Molti trader iniziano a seguire le notizie economiche dopo aver iniziato a fare trading dal vivo. Sul loro conto demo non si preoccupavano affatto di NFP, PIL o vendite al dettaglio, ma ora non possono fare a meno di leggere di questi argomenti e di come "potrebbero" influenzare i mercati. Questa è l'iperanalisi al suo meglio, o forse dovrei dire al suo "peggio".

Questi sono solo alcuni dei modi in cui l'eccesso di pensiero e di analisi si manifesta quando i trader passano dal conto demo a quello live. Ce ne sono molti altri. Il vostro compito come trader è quello di non pensare troppo al vostro trading una volta che avete iniziato a operare dal vivo. Vedremo come superare questo problema di trading alla fine...

Non siete soli

Sebbene soffocare sotto pressione sia certamente una cosa negativa, ci si può consolare con il fatto che colpisce quasi tutti, prima o poi, e non fa distinzione tra le varie professioni. Ecco un estratto dell'articolo di abcnews (Why We Choke When All Is on the Line) sul perché soffochiamo quando tutto è in gioco:

"Il soffocamento sotto pressione è ancora più evidente nel golf professionistico. Non è raro vedere un professionista guidare la palla per circa 300 metri e mancare un putt di un metro. Solo due anni fa, il golfista Jason Dufner ha perso un vantaggio di quattro colpi a quattro buche dalla fine, perdendo il prestigioso PGA Championship in una devastante dimostrazione di soffocamento sotto pressione. "

In effetti, non sono solo i trader a soffocare quando "conta davvero"; gli sportivi professionisti si confrontano regolarmente con questo problema, e forse vi sarà capitato anche di farlo durante una partita amichevole di golf o di basket con i vostri amici. È chiaro che è l'uso eccessivo del cervello a causare il collasso di sportivi e commercianti professionisti.

Fare un discorso davanti a un pubblico è un'impresa che molte persone si trovano a dover affrontare, anche se hanno recitato perfettamente lo stesso discorso molte volte prima di presentarlo a un pubblico. Esempi di soffocamento sotto pressione e di eccesso di pensiero si possono trovare in quasi tutti i campi, dallo sport al lavoro alle relazioni; le persone tendono a rendere le cose molto più difficili del necessario, soprattutto nel trading.

I ricercatori che hanno condotto gli studi citati nell'articolo di Abcnews hanno fatto alcune scoperte interessanti, ma forse non così sorprendenti, sul perché le persone tendono a soffocare quando ne hanno bisogno:

"I ricercatori si concentrano generalmente su due diverse spiegazioni del perché gli esperti soffocano. Beilock, di Chicago, ritiene che si tratti di due teorie opposte: o la persona è così preoccupata che anche un talento ben allenato può fallire, oppure è così concentrata sul compito da svolgere che il suo cervello ha la meglio sui muscoli ben allenati".

La spiegazione precedente spiega anche perché i trader tendono a fallire quando passano dai conti demo ai conti reali. Iniziano a preoccuparsi delle loro operazioni, anche se sono talentuosi e abili, l'eccesso di pensieri può distruggere rapidamente il loro conto di trading. Inoltre, sforzandosi troppo, si fanno cose che non si facevano nel demo. Probabilmente non stavi forzando le operazioni sulla demo, ma stavi adottando un approccio molto lasco, perché nulla era realmente in gioco come nel tuo conto reale. Ciò che dovete fare è operare sul vostro conto reale con la stessa mentalità rilassata del conto demo. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarvi a farlo...

Come smettere di soffocare il proprio conto reale...

mente del trader

Ok, ecco la "carne" della lezione di oggi, leggete con attenzione i punti seguenti, perché se capite davvero quello che sto dicendo e agite di conseguenza, inizierete a sentire meno stress e difficoltà e ad avere più successo:

1) La prima cosa, e forse la più semplice, che potete fare per smettere di pensare troppo al vostro trading sul conto reale è ridurre il rischio in euro per ogni operazione. In altre parole, sperimentate con gli euro per operazione che rischiate fino a raggiungere un importo che vi permetta di concentrarvi su altre cose. Se rimanete svegli tutta la notte incollati ai vostri grafici perché avete una grande posizione, è troppo grande. Il rischio è al 100% sotto il vostro controllo e, se non lo controllate, vi sfuggirà di mano e susciterà in voi ogni sorta di emozione, soprattutto quelle che danneggiano le vostre possibilità di guadagno. Se non controllate il vostro rischio, esso vi "controllerà" dandovi l'impressione di dover osservare i grafici e che perdere in un'operazione sia una cosa terribile da evitare.

2) Molti trader professionisti si assicurano essenzialmente di essere "distratti" dal mercato, il che consente loro di evitare di pensare troppo e di analizzare eccessivamente le loro operazioni. Se fate un'operazione e poi andate a giocare a 18 buche di golf o fate qualsiasi altra cosa che non sia sedersi e guardare la vostra operazione, sarete molto più avanti del trader incollato alla sua piattaforma di trading sul computer o sullo smartphone ogni secondo libero che ha.

L'articolo di abcnews che ho citato prima termina con questo: "Beilock di Chicago dice che può essere utile trovare un modo per distrarsi. Forse, invece di pensare così intensamente a fare quel tiro libero, Shaq avrebbe dovuto canticchiare una canzoncina", riferendosi al giocatore dell'NBA Shaquille O'Neal che sbagliava continuamente i tiri liberi nelle partite ravvicinate. Questa tecnica funziona allo stesso modo nel trading... se vi distraete facendo qualcosa di diverso da stare seduti a guardare e a pensare alle vostre operazioni, avrete molte meno probabilità di pensare troppo, di analizzare troppo o di negoziare troppo, e quindi le vostre possibilità di guadagnare in modo costante aumenteranno.

3) Infine, se volete davvero darvi le migliori possibilità di evitare la sindrome di overthinking che spesso infetta molti trader quando passano dal trading demo al trading reale, è essenziale utilizzare un metodo di trading semplice e chiaro. È quasi impossibile non pensare troppo quando si fissano 10 diversi indicatori sui grafici mentre si guarda la CNBC e si leggono le ultime notizie economiche su Bloomberg. Tutte queste "cose" sono inutili e non contribuiscono al successo del trading. Adottate un approccio minimalista al trading, perché questo è ciò che funziona per evitare lo stress nel trading, anche durante gli inevitabili periodi di perdita.

Questo approccio minimalista al trading è davvero efficace, perché la natura stessa del rischiare il nostro denaro duramente guadagnato sul mercato è qualcosa che rende noi esseri umani estremamente inclini allo stress e all'eccesso di pensieri/ansia. Se non si lavora per contenere questi aspetti, essi distruggeranno il vostro conto di trading molto rapidamente.

La nostra selezione di broker per investire nei mercati finanziari

CFD Brokers Piattaforma Regolazione Aprire un conto demo
MetaTrader 4 e 5
AvaOptions
ASIC, CBFSAI, FRSA, BVI FSC, FSCA, JFSA, OCRCVM AvaTrade
MetaTrader 4 e 5
cTrader, TradingView
FCA, ASIC, CySEC, BaFin, DFSA, SCB, CMAPepperstone
xStation 5 FCA, KNF, CySEC, BIFSC, CNMV, DFSAXTB
MetaTrader 4 e 5 CySEC, FCA, ASIC, JSC, OCRCVM, FSCAAdmirals
MetaTrader 4 e 5
ActivTrader, TradingView
FCA, CSSF, SCB, BACEN & CVM, CMVMActivTrades
MetaTrader 4 y 5
ActivTrader, TradingView
FCA, BaFin, ASIC, FINMA, FSCA, MAS, FMA, DFSA, JFSA, CFTCIG
MetaTrader 4 e 5 CySEC,ASIC,BIFSC XM
ASIC: Australia, BaFin: Germania, BIFSC: Belize, BVI FSC: Isole Vergini britanniche, BACEN e CVM: Brasile, CySEC: Cipro, CNMV: Spagna, CMVM: Portogallo, CSSF: Lussemburgo, CFTC: USA, CBFSAI: Irlanda, CMA : Oman, DFSA: Dubai, FCA: Regno Unito, FINMA: Svizzera, FSPR - FMA: Nuova Zelanda, FRSA: Abu Dhabi, FSA: Seychelles, FSCA: Sud Africa, JFSA: Giappone, JSC: Giordania, KNF: Polonia , MAS: Singapore, IIROC: Canada, SCB: Bahamas, VFSC: Vanuatu
Il trading di CFD comporta un significativo rischio di perdita, quindi non è adatto a tutti gli investitori. Il 74-89% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro nel trading di CFD.