Menu

Broker di CFD

AvaTrade  Admiral Markets

XM  IG

XTB  Plus500

Pepperstone  ActivTrades

Trading Sociale

darwinex  ZuluTrade

Criptovaluta

Binance  Coinhouse

Bitpanda

Conto finanziato

FundedNext  FTMO

E8  The 5%ers

City Traders Imperium  

Tipi di personalità dei trader | Chi ha più successo nel trading?

Myers-Briggs (MBTI)

Se vi state chiedendo se il trading è adatto a voi o, più in generale, cosa rende un buon trader, sappiamo che alcuni tipi di personalità sono più attratti da certe professioni rispetto ad altre. Sappiamo anche che i tipi di personalità dei trader seguono un filo conduttore.

Chi si dedica alla letteratura o al teatro tende a essere molto diverso da chi studia matematica, fisica o ingegneria.

Nel trading, si può notare che coloro che hanno maggiori probabilità di successo tendono ad avere un orientamento più matematico e statistico e sono spesso impegnati in tipi di "giochi" simili.

Ad esempio, molti trader tendono a interessarsi al poker.

Il trading e il poker hanno molte analogie: comprendere il rischio rispetto alla ricompensa, prendere decisioni basate su informazioni imperfette, sapere quando puntare e (soprattutto) quando non puntare, calcolare il valore atteso, ecc.

Le scommesse sportive sono un altro gioco che presenta molte analogie con il trading.

Bisogna valutare le probabilità e fare scommesse con una comprensione di ciò che è già scontato e con una prospettiva unica per il consenso (e per avere ragione).

Il trading, come il poker, le scommesse sportive, il blackjack/conteggio delle carte e altri, è un gioco di fortuna e probabilità.

Il trading attrae molte delle stesse personalità e individui.

È necessario comprendere le probabilità, i valori attesi e il concetto di distribuzione e probabilità per una serie di risultati possibili.

Differenze tra individui

Ognuno di essi è "cablato" in modo molto diverso e questo li rende adatti a diversi tipi di attività e ruoli all'interno di esse.

Anche all'interno di una società di gestione degli investimenti, la scelta del candidato migliore per un determinato ruolo varia enormemente.

Chi lavora nel settore degli investimenti è probabilmente molto diverso da chi lavora nel servizio clienti, che a sua volta sarà diverso da chi lavora nelle vendite e nel marketing, nell'amministrazione, nella gestione del rischio, ecc.

Anche all'interno di una divisione (ad esempio, trading/investimenti) ci saranno differenze tra chi è bravo in cosa.

Alcune persone possono essere esperte in un'area particolare (ad esempio petrolio, azioni, credito, tassi) o in un modo specifico di pensare.

Altri possono avere una buona comprensione del quadro generale ed essere efficaci nel comunicarlo. Ma potrebbero non essere altrettanto bravi a trasformare queste idee in operazioni efficaci e a strutturarle bene per massimizzare il ritorno sul rischio e il modo in cui si adattano al resto del portafoglio.

Altri sono l'opposto e vedono i dettagli, ma non sono altrettanto bravi con la "visione" o il quadro generale.

La cosa più importante è capire la propria natura e operare in linea con essa. Gli stili di pensiero influenzano il modo in cui le persone gestiscono le diverse situazioni.

Tipi di personalità dei trader secondo il test Myers-Briggs (MBTI)

L'indicatore di tipo Myers-Briggs (MBTI) è un questionario autosomministrato che permette di capire come le persone gestiscono la propria energia, come elaborano le informazioni, come si approcciano al processo decisionale, come gestiscono la propria vita, come percepiscono il mondo e persino la propria autostima.

In base alle loro risposte, le persone vengono classificate su quattro livelli:

  • introversione (I) o extraversione (E)
  • senso (S) o intuizione (N)
  • pensare (T) o sentire (F)
  • giudizio (J) o percezione (P)

Ogni individuo tende ad avere una preferenza o una funzione dominante in ogni categoria. Questo dà loro un determinato tipo di personalità di quattro lettere basato sul quadro MBTI.

Per esempio, ENTJ è un tipo di personalità che tende a descrivere una persona estroversa, con una visione più globale del proprio pensiero, che preferisce l'obiettività razionale ai sentimenti e ai giudizi personali quando prende decisioni e che tende a preferire l'ordine e gli ambienti strutturati.

L'ISFP rappresenterebbe un tipo di personalità diversa, più introversa, più concentrata sui dettagli, che preferisce prendere decisioni basate sul proprio "istinto", che preferisce ambienti meno strutturati e può essere più creativa.

Come in molte professioni e per coloro che gravitano attorno a determinate attività, i trader tenderanno ad avere un tipo comune in termini di preferenze di pensiero e di azione.

Di seguito esamineremo ciascuno dei quattro continuum di categorie. Alla fine di ogni sezione, descriveremo la funzione dominante all'interno di ciascuna di esse che è la più adatta per avere successo nella professione del trading.

Introversione (I) vs. Estroversione (E)

La dimensione Introversione vs. Estroversione aiuta a descrivere il modo in cui si gestisce l'energia.

La vostra preferenza per l'introversione o l'estroversione si riferisce a questioni quali

- la facilità o l'apertura con cui ci si esprime

- la facilità con cui si entra in contatto con nuove persone e

- i modi in cui ci si confronta con il mondo circostante

Più fondamentalmente, la dimensione è spesso legata al fatto che si è più energici quando si è soli o quando si trascorre del tempo con gli altri.

Chi domina l'introversione si concentra principalmente sull'interno, sui propri pensieri, idee, ricordi ed esperienze.

Nella maggior parte dei casi, un introverso trova più attraente stare in un ambiente tranquillo e silenzioso piuttosto che essere circondato da grandi gruppi di persone.

Tendono a essere più riservati e a tenere per sé i propri pensieri.

Un individuo dominante nell'Estroversione tenderà ad avere uno sguardo più esterno. Socializzano più facilmente, cercano più apertamente la compagnia degli altri e si sentono più stimolati da essa, e sono più propensi a cercare i pensieri degli altri.

Una persona che ama "esprimere" le proprie idee è probabilmente una persona dominantemente estroversa.

D'altra parte, è più probabile che un introverso preferisca pensare in privato e che condivida solo quando ha capito tutto da solo.

Il trading può spesso essere una cosa molto solitaria. Ma può anche essere molto comune, a seconda del contesto.

Alcuni trader sono introversi: operano per conto proprio o come parte di un'azienda, ma con molta autonomia.

Alcuni trader lavorano in team e prendono decisioni collettive, dove l'estroversione può essere meglio ricompensata.

Per questo motivo, in un contesto di squadra, è importante aiutare tutti a comunicare nel modo più confortevole possibile.

Gli introversi tendono a preferire la comunicazione scritta (ad esempio via e-mail), mentre gli estroversi sono più a loro agio nel parlare in gruppo.

Gli introversi sono anche più inclini ad essere meno aperti alle critiche rispetto agli estroversi.

In ogni caso, avere una dominanza E o I ha poco a che fare con il successo nel trading.

Tratto dominante del trader: nessuno dei due

Sensazione (S) vs. intuizione (N)

Questa dimensione descrive il modo in cui si elaborano le informazioni.

La vostra preferenza per il sentimento o l'intuizione descrive se il vostro stile di pensiero è semplice e concreto, oppure più creativo e astratto.

Sensibili e intuitivi tendono ad avere una preferenza per diversi tipi di informazioni.

I sensibili sono più interessati ai dettagli e alle specificità; gli intuitivi sono più interessati alle idee e al pensiero concettuale.

I sensibili sono più interessati alla precisione, mentre gli intuitivi sono più interessati alle approssimazioni.

Per usare una vecchia analogia, alcune persone vedono meglio la foresta (Intuitivi) mentre altre vedono meglio gli alberi (Sensibili).

Un intuitivo è interessato soprattutto alle idee e alle possibilità. È più probabile che siano annoiati o disinteressati a dettagli banali. Preferiscono vedere il quadro generale e capire come funziona tutto.

Gli intuitivi sono più attratti dalle idee e dalle teorie e amano immaginare il futuro. Vedranno più naturalmente gli schemi e le connessioni tra le cose. Pensano prima al contesto e poi ai dettagli.

I sensibili tendono a prestare maggiore attenzione ai dettagli e a concentrarsi su "ciò che è".

È possibile scoprire le preferenze delle persone capendo su cosa si concentrano.

In generale, alcune persone si concentrano sulle attività quotidiane, mentre altre si concentrano su obiettivi più ampi e su come raggiungerli.

I tipi sensibili tendono a gestire meglio i dettagli e i compiti, mentre i tipi intuitivi tendono a concentrarsi sugli obiettivi e a visualizzare le grandi immagini nel tempo.

I tipi intuitivi hanno anche maggiori probabilità di essere trader efficaci, in quanto sono più propensi ad anticipare i cambiamenti e gli eventi futuri, un aspetto fondamentale della professione.

In generale, le persone intuitive sono più adatte a ruoli che comportano molti cambiamenti. Ad esempio, sono spesso in grado di creare nuovi progetti e organizzazioni e di gestire organizzazioni in fase di forte cambiamento.

Nel trading, è importante svolgere operazioni e funzioni come la gestione del rischio, la contabilità e l'amministrazione, e svolgere i compiti essenziali. Ma una parte importante dell'aspetto decisionale è che le cose cambiano continuamente.

È importante vedere il quadro generale nel miglior modo possibile e collaborare o imparare da altre persone esperte per andare a fondo del loro pensiero.

Le persone sensibili sono in grado di concentrarsi meglio sulle attività quotidiane e di occuparsi di cose che non cambiano molto o che richiedono processi affidabili. Tendono a essere più sorpresi da eventi improvvisi o da deviazioni dallo status quo.

Ma i sensibili tendono a essere più affidabili degli intuitivi.

Sebbene i sensibili tendano a essere più concentrati rispetto a coloro che pensano in modo più ampio, i ruoli di ciascuno sono entrambi essenziali.

Le persone intuitive possono essere più efficaci nel generare idee di trading e nel considerare le possibilità.

Ma è necessario un certo livello di dettaglio per trasformarli in strutture di trading realistiche e gestire bene il rischio, il che è più in linea con ciò che i sensitivi fanno bene.

La costruzione di strutture di trading richiede competenze e abilità che derivano sia dalla visione d'insieme che dall'elaborazione dei dettagli. Il modo in cui determinate operazioni o temi si inseriscono in un portafoglio più ampio è più vicino all'estremità intuitiva dello spettro.

I sensibili possono essere più efficaci nei compiti che richiedono un'esecuzione affidabile, ad esempio l'esecuzione delle operazioni, la gestione del rischio, che sono molto importanti, ma possono essere meno inclini a vedere quali potrebbero essere le grandi operazioni tematiche o strategiche.

Tratto dominante del trader: Preferenza moderata Intuitiva (N)

Sentire (F) vs. pensare (T)

Sentire (F) contro pensare (T) descrive il vostro orientamento verso il processo decisionale ed è in qualche modo un riflesso dei vostri valori personali.

Un'analogia tra chi pensa e chi sente potrebbe essere "mente contro cuore".

Questa preferenza è legata al modo in cui si dà priorità ai valori in conflitto.

Tendete ad affidarvi più alla logica e alla ragione o date la priorità alle emozioni, ai sentimenti e ai giudizi personali?

Se siete di tipo T, siete più motivati dal desiderio di perseguire un'analisi logica di fatti oggettivi, considerando tutti i fattori noti e dimostrabili relativi e importanti a una determinata situazione e utilizzando il ragionamento per determinare la migliore linea d'azione.

Un tipo T tende a pensare alle cose in modo distaccato e non emotivo. Si trova più a suo agio nel ragionare logicamente su una questione, preferendo che le decisioni siano il più possibile oggettive.

Ciò significa che sarete inclini a essere competitivi con gli altri e metterete al primo posto il raggiungimento dei vostri obiettivi.

Un tipo F sarà più interessato o influenzato da appelli personali. Porrà maggiore enfasi sull'armonia tra le persone.

Sono più adatti a ruoli che richiedono empatia, costruzione di relazioni e contatti interpersonali. Le risorse umane (HR) e il servizio clienti sono ruoli comuni per coloro che mostrano una preferenza per il tipo F.

Le conversazioni tra T e F possono spesso essere particolarmente frustranti perché i loro modi di pensare sono così diversi.

Come potete immaginare, nel trading c'è una forte preferenza per il pensiero rispetto al sentimento.

Nel trading, le emozioni sono dannose e le decisioni basate su sensazioni, ipotesi non verificate e opinioni e idee non verificate sono peggio che inutili.

Di conseguenza, i trader di successo hanno generalmente il Pensiero come tratto dominante delle quattro dicotomie di Myers-Briggs e di solito ottengono un punteggio molto basso nel Sentimento.

Tratto dominante del trader: una forte preferenza per il Pensiero (T)

Percezione (P) vs Giudizio (J)

La dimensione "percepire" o "giudicare" della personalità descrive il modo in cui gestite la vostra vita e le vostre preferenze per la struttura e l'ordine.

La preferenza per Percepire o Giudicare descrive in generale il vostro orientamento verso la struttura, l'uso del tempo, le scadenze e l'organizzazione generale.

È anche fortemente correlato al modo in cui si tende a gestire il proprio tempo e al modo in cui si affronta il lavoro da svolgere.

Un giudice (talvolta chiamato "pianificatore") è una persona più strutturata, pianificata e ordinata. A loro piace pianificare le cose e non amano i cambiamenti spontanei. Tendono a preferire ambienti strutturati e si considerano affidabili e responsabili.

Hanno un piano e amano rispettarlo.

Chi percepisce è più flessibile e spontaneo. È più probabile che si concentrino e si adattino a ciò che accade intorno a loro.

I percettori vedono le cose dall'esterno e lavorano a modo loro internamente. In altre parole, vedono cosa sta succedendo e lavorano a ritroso per capire le cause e come reagire. Vedono le possibilità, le confrontano e scelgono.

I giudici vedono le cose internamente e lavorano a modo loro esternamente. Determinano prima ciò che vogliono ottenere e poi come le cose devono apparire ed essere costruite nel mondo esterno.

Sebbene vi siano spesso conflitti frustranti tra chi pensa e chi sente, si assiste anche a disaccordi tra chi percepisce e chi giudica.

Chi percepisce vede cose nuove e sarà propenso a cambiare direzione alla luce di ciò.

Questo non piace ai giudici, che tendono a dare maggior peso ai precedenti. Se una cosa è stata fatta in un certo modo in precedenza, si tenderà a credere che debba essere fatta nello stesso modo che ha prodotto quei risultati (o almeno ci si sentirà più a proprio agio a farlo in quel modo).

Inoltre, i giudicanti possono anche ostacolare i loro percepitori essendo apparentemente rigidi e lenti ad adattarsi.

Nel trading, avere una dominanza P o J non è necessariamente un vantaggio. J può essere leggermente più comune nei trader di successo, ma tendono a essere abbastanza equilibrati.

Essere un tipo "giudice" è utile nel trading, perché permette di avere una struttura, un piano, di essere ben disciplinati e affidabili.

Tuttavia, è utile essere equilibrati con il tipo di percezione. È importante essere flessibili e pronti ad adattarsi ai cambiamenti spontanei. Anche la capacità di vedere cose nuove e nuove possibilità è utile.

Tratto dominante del trader: equilibrio tra percepire (P) e giudicare (J)

La dominanza NT è comune nei trader di successo

Il NT rappresenta solo il 10% della popolazione. Ma il dominio della NT occupa una buona parte di coloro che hanno successo nel trading.

I NT tendono a vedere il quadro generale e ad anticipare gli eventi e le possibilità prima che accadano.

I T preferiscono usare l'obiettività razionale e l'analisi logica nei loro criteri decisionali piuttosto che sentimenti, emozioni, intuizioni e giudizi personali.

La preferenza per l'introversione rispetto all'extraversione o viceversa non è particolarmente importante.

In generale, è utile che gli trader trovino un equilibrio tra percezione (adattamento, nuovi approcci) e giudizio (pianificazione, struttura, affidabilità) su questo continuum.

Approssimazioni e pensiero concettuale nel trading

I trader devono capire ed essere bravi nelle approssimazioni. Il trading è un gioco di probabilità e di distribuzioni di risultati potenziali.

Molte persone affrontano l'incertezza. I trader devono accettare che le incognite saranno grandi rispetto a ciò che sanno e possono ragionevolmente sapere.

In generale non è appropriato aggrapparsi alla precisione, vedere le cose in modo ristretto, esprimere giudizi prematuri sulla certezza (piuttosto che vedere il futuro come una distribuzione di risultati con le relative probabilità) e impegnarsi in pensieri in bianco e nero.

I trader devono essere bravi a pensare in modo concettuale.

Ad esempio, quando la maggior parte delle persone deve moltiplicare due numeri sul momento - ad esempio, 628 e 109 - tenderà a impantanarsi, a non capire o a sbagliare e a essere molto distaccata, piuttosto che arrotondare semplicemente il 628 a 650 e il 109 a 100 e offrire un'approssimazione di 65.000.

Esiste un certo livello di comprensione della maggior parte delle cose per poter prendere una decisione efficace.

Naturalmente, ciò dipende dalla natura della decisione, ossia dal tipo di decisione, dal tempo a disposizione, dallo svantaggio e dal vantaggio, dalla facilità con cui si può cambiare la propria decisione senza essere penalizzati, dai guadagni marginali che si possono ottenere rispetto ai guadagni marginali che si possono ottenere dedicando tempo ad altre cose.

Il trading ha molto a che fare con il quadro generale e con il funzionamento generale delle cose.

Quando si sottolineano alcune eccezioni, si rischia di scavare nei dettagli e di perdere di vista il quadro generale.

Disaccordi tra tipi di personalità

I disaccordi tra le persone spesso derivano dalle loro differenze di pensiero.

Alcuni attribuiscono questo fenomeno a una comunicazione inefficace. In realtà, spesso è il contrario. Le disparità di pensiero sono alla base dei loro problemi di comunicazione.

Nel trading e negli investimenti, le decisioni vengono spesso prese collettivamente in un contesto istituzionale. È importante tenere presente le differenze tra le persone e i loro livelli individuali di credibilità e di informazione quando si prendono decisioni.

Non ha senso trattare allo stesso modo le opinioni di tutti su (ad esempio) il mercato del petrolio (o su qualsiasi altro argomento), quando ci saranno differenze marcate nei loro livelli relativi di credibilità.

Le opinioni sono innumerevoli. È necessario sapere chi sono le persone giuste per qualsiasi cosa si stia cercando di capire.

Sono stati in grado di fare la cosa in questione ripetutamente e hanno una forte comprensione delle relazioni di causa ed effetto che regolano le loro conclusioni?

È essenziale conoscere le differenze tra le persone e il modo in cui queste si adattano a diversi tipi di decisioni.

E contro I

Gli E si sentiranno più a loro agio nel discutere apertamente le idee, mentre questo tipo di conversazione sarà solitamente dolorosa per coloro che sono dominanti I.

In un contesto di riunione, le E tenderanno ad essere più dominanti. Pertanto, potrebbe essere necessario effettuare alcuni controlli per garantire che qualcuno abbia il tempo sufficiente per comunicare i propri pensieri senza preoccuparsi di non essere capito o di essere soffocato da qualcun altro prima che possa finire i suoi pensieri.

Allo stesso modo, ognuno tenderà a preferire stili di comunicazione diversi.

Gli E in genere preferiscono le discussioni faccia a faccia o di gruppo, mentre gli I preferiscono esporre le loro idee e i loro punti di vista per iscritto, che è un modo migliore per cristallizzare i loro pensieri e garantire che siano comunicati in modo efficace e sufficientemente completo.

S contro N

I N tenderanno a criticare i S. perché sono troppo concentrati sui dettagli e non vedono il quadro generale.

Gli Ss possono ritenere che le N siano troppo poco pratiche e non sufficientemente in sintonia con il "qui e ora" e con i dettagli importanti che possono fare una grande differenza nei processi e nei risultati.

F contro T

Alcune delle maggiori divergenze tra le persone riguardano il modo in cui prendono le decisioni e i criteri decisionali generali.

Preferiscono usare l'analisi logica dei fatti oggettivi per prendere la decisione migliore o preferiscono usare le loro intuizioni, i giudizi personali, il modo in cui le decisioni possono essere prese per se stessi o per gli altri, e favorire l'armonia tra le persone?

Sono molto diversi tra loro e F e T sono generalmente adatti a ruoli diversi.

P contro J

I P possono vedere i J come troppo rigidi e lenti ad adattarsi ai cambiamenti o troppo attaccati ai precedenti.

I J possono vedere gli Ps come non abbastanza ordinati, non abbastanza concentrati sulla struttura e sulle scadenze e troppo propensi a sconvolgere i piani e a cambiare le cose al volo.

Riflessioni finali

I tipi di personalità dei trader tendono a seguire determinati temi. Anche i tipi di personalità per reparto all'interno di un'azienda di trading e di investimento seguono determinati schemi.

Coloro che sono bravi a elaborare idee di trading tematiche e di ampio respiro tendono a essere molto N dominanti e T dominanti.

Coloro che sono bravi a trasformare le visioni d'insieme e le idee strategiche in operazioni tendono anche ad essere dominanti N, ma con una maggiore attenzione ai dettagli (cioè un punteggio più alto su S) e sono anche dominanti T.

Coloro che sono bravi a gestire il rischio sono spesso S e T dominanti.

Anche i settori dell'amministrazione, della contabilità e del diritto tendono ad avere una maggiore predominanza di S e T (anche se la predominanza di T non è così elevata).

I servizi alla clientela e i servizi alla clientela in cui sono richiesti livelli più elevati di empatia tendono a vedere una maggiore predominanza della F.

I venditori e i rappresentanti del servizio clienti ottengono un punteggio più alto in E che in I, anche se questa preferenza non è particolarmente importante nel settore del trading e degli investimenti.

Anche le preferenze P e J non sono così importanti per il trading ed è utile essere equilibrati in entrambi i casi.

La capacità di vedere dall'esterno verso l'interno (cioè di percepire) il mondo che ci circonda, di collegare i punti e di adattarsi ai cambiamenti è preziosa. Così come la capacità di lavorare dall'interno verso l'esterno (cioè di giudicare) partendo da un'idea e costruendola.

Oltre Myers-Briggs

Naturalmente, esistono molti modi diversi per misurare la personalità di una persona e altri tratti psicometrici.

L'indicatore di tipo Myers-Briggs è solo un'opzione e può rappresentare un punto di riferimento per la comprensione di se stessi e/o degli altri e non dovrebbe essere enfatizzato più di quanto sia opportuno.