Gli attori nel mercato dei cambi

Il mercato dei cambi è utilizzato da banche, società di investimento, società e anche individui che vogliono proteggersi contro il rischio valutario o speculare. Il 95% delle transazioni forex sono operazioni di speculazione. Ci sarebbero solo transazioni giustificate del 5% per la copertura valutaria delle società.

forex traders

Le banche commerciali sono i principali attori del mercato forex, tuttavia, la loro quota di mercato è in costante calo. Oggi il 43% delle transazioni passa attraverso il mercato interbancario, rispetto al 63% nel 1998 e al 53% nel 2004. Le banche fungono principalmente da intermediari per altri partecipanti al mercato. Cercano di fare profitti facendo "market making", cioè offrendo ai loro clienti un prezzo da comprare e un prezzo da vendere.

Gli investitori istituzionali sono il secondo maggior giocatore. Questi includono società di investimento, compagnie assicurative, fondi pensione e hedge fund. Operano sul forex per coprire i loro portafogli di azioni, obbligazioni o valute e rappresentano il 30% dello scambio totale sul mercato dei cambi.

Le banche centrali intervengono per gestire le proprie azioni in valuta estera e documenti di stato. Le loro transazioni rappresentano dal 5% al ​​10% dei volumi totali realizzati sul forex. Le banche centrali possono anche intervenire per difendere le proprie valute e adeguare gli squilibri economici e finanziari.

Broker e gli intermediari permettono agli individui di accedere al mercato del forex trasmettendo ordini dei clienti alle banche commerciali o su piattaforme come EBS, Reuters Dealing, HotSpot, FXall ... Essi sono remunerati sia sulla diffusione o prendere una commissione per ogni operazione. Ci sono anche market maker che, come le banche commerciali, offrono sempre ai propri clienti un prezzo denaro / lettera per guadagnare lo spread se trovano contemporaneamente un acquirente e un venditore. Se il market maker non trova un acquirente e un venditore, cercherà di realizzare un profitto coprendo la posizione del suo cliente sul mercato interbancario.

Le multinazionali sono coinvolte nel forex per convertire la loro valuta durante le operazioni di importazione ed esportazione, le loro transazioni rappresentano il 5% del volume del commercio mondiale. Alcuni hanno anche una stanza di negoziazione con i commercianti che speculano al fine di realizzare profitti e limitare il rischio valutario.

Gli investitori privati ​​intervengono da alcuni anni sul mercato dei cambi grazie a Internet. Il volume delle transazioni dei commercianti privati ​​rappresenta ora oltre il 5% del volume totale degli scambi. Il trading valutario può essere adattato a diversi profili di commercianti di forex che ora possono investire come grandi operatori nel mercato forex controllando determinati criteri come la leva finanziaria e la gestione del rischio.

Precedente : Confronto migliori broker forex e CFD
 Seguente : Storia del mercato dei cambi (Forex)